Sviluppo sostenibile, dalla Regione una app per facilitare il percorso verso le aree Apea

FIRENZE - Coniugare produttività e tutela dell'ambiente si può e simbolo di questo binomio, strategico per una Toscana che punta sempre di più verso uno sviluppo sostenibile, sono le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA). Si tratta di aree industriali predisposte con sistemi e tecnologie avanzate (dotate, ad esempio, di depuratori, acquedotti industriali, impianti di approvvigionamento energetico con fonti rinnovabili, soluzioni per la mobilità e la logistica sostenibili, ecc) in grado di trasformare l'attenzione all'ambiente in un vero e proprio vantaggio competitivo.

Le aree Apea sono un modello di insediamento produttivo nuovo e strategico per il futuro. Prevedono, tra le altre cose, la presenza di un gestore dell'area produttiva, che lavori per mantenerla efficiente ed anche per creare sinergie tra le aziende, con evidenti benefici comuni dal punto di vista ambientale ed economico ma anche solciale.

In Toscana già una decina di realtà si sono orientate in questa direzione. Per aiutare amministratori interessati, gestori delle aree ed imprenditori a procedere più speditamente verso questi obiettivi, la Regione ha reso gratuitamente disponibile sul proprio sito un sistema di calcolo che evidenzia il gap esistente tra le caratteristiche di una determinata area e i requisiti necessari perchè essa possa qualificarsi come Apea.

Il sistema di calcolo, detto GAPEA, è stato elaborato in collaborazione con l'Istituto di Management della Sostenibilità e della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

L'applicazione GAPEA è stata sviluppata su un proprio dominio ed è raggiungibile dalle pagine web della Regione dedicate allo sviluppo sostenibile: http://www.regione.toscana.it/enti-e-associazioni/sviluppo-sostenibile dove sono consultabili e scaricabili molti altri contenuti relativi alle tematiche della Green Economy in generale e degli insediamenti produttivi sostenibili in particolare.

Questo nuovo strumento nasce per facilitare l'approccio degli operatori pubblici e privati a questo modello insediativo innovativo su cui la Regione Toscana, insieme alle altre Regioni promotrici della Carta per lo Sviluppo delle APEA in Italia, sta puntando per coniugare qualità territoriale, tutela ambientale e competitività.

I commenti sono chiusi