Alluvione di Firenze 47 anni dopo.

Il consiglio comunale ricorderà solennemente l’anniversario dell’alluvione del 1966  a 47 anni di distanza.Lunedì 4 novembre, alle 8, il Comune deporrà un mazzo di fiori sulla tomba di Carlo Maggiorelli addetto alla sorveglianza degli impianti idrici, prima vittima della furia dell’acqua.Successivamente alle 12,30 i consiglieri comunali getterannoin Arno la corona di fiori in ricordo delle 36 vittime dell’alluvione. “Un ricordo ma anche un monito, perché gli interventi a cui le amministrazioni pubbliche sono chiamate impediscano per il futuro una catastrofe come fu l’alluvione del 1966 ma anche le precedenti 18 occasioni di allagamento di cui dal XIII secolo in poi abbiamo memoria. ” ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Eugenio Giani
Il consiglio comunale si riunirà quindi dalle 14.30 con il duplice scopo da un lato di ricordare e illustrare le occasioni di commemorazione che porteranno nel 2016 a vivere un momento di intensa organizzazione di convegni e ritrovo degli angeli del fango, a 50 anni dall’alluvione; dall’altro di fare il punto degli interventi relativi all’assetto idrogeologico del corso dell’Arno al fine di prevenire in futuro catastrofi.