France Odeon

FESTIVAL DEL CINEMA FRANCESE CONTEMPORANEO
30 OTTOBRE / 2 NOVEMBRE

Dopo l’inaugurazione della rassegna, domani  30 Ottobre apre la 50 Giorni la sesta edizione di France Odeon festival del cinema francese contemporaneo, presentando una selezione dei migliori film d’Oltralpe. Questa edizione prevede un focus dedicato all’opera di Alain Resnais, un omaggio particolarmente sentito per il legame che il grande maestro aveva con Firenze e con il festival fondato nel capoluogo toscano da Aldo Tassone.

france

Accompagneranno la proiezione di Aimer, boire et chanter, ultima opera di Resnais, una serie di immagini inedite. Saranno le due attrici protagoniste Sabine Azéma e Caroline Silhol, insieme al produttore Jean-Louis Livi, a introdurre il film agli spettatori fiorentini. All’Istituto Francese, Domenica 2 Novembre, ci sarà un incontro con il critico Jean-Luc Douin, autore del libro-biografia Alain Resnais. Torna a Firenze anche un regista della nuova generazione molto legato all’Italia, Marc Fitoussi, che presenta in anteprima italiana La Ritournelle, con Isabelle Huppert che veste gli insoliti panni della moglie di un allevatore di campioni bovini della Normandia. Tra gli eventi paralleli, da segnalare la mostra della fotografa Kate Barry con una selezione di ritratti delle più belle attrici francesi e la mostra antologica di pittura di Gilbert Erouart, allestita tra il Teatro della Pergola e la Chiesa di Santa Croce.

Immagini & Suoni del Mondo

Chiude la 50 giorni di cinema internazionale la rassegna Immagini & Suoni del Mondo. Festival del Film Etnomusicale al cinema Odeon il 14 e il 15 dicembre.


Il festival presenterà alcuni documentari in prima visione italiana, come l’ultimo musical di C. Saura Flamenco, Flamenco e il documentario sul chabi algerino El Gusto di S. Bousbia. Tra gli altri titoli in programma: il documentario Soundbreaker sulla figura dell’eccentrico fisarmonicista finlandese Kimmo Pohjonen, Viramundo di P.-Y. Bourgeaud, un viaggio musicale con Gilberto Gil, e in chiusura il documentario Voci del Popolo Contadino di S. Raiola con la partecipazione dal vivo della paranza vesuviana ritratta nel film.

Balkan Florence Express

La 50 giorni di cinema internazionale di Firenze ospiterà il 12 e il 13 dicembre il cinema dei Balcani.Il Balkan Florence Express, organizzato da Oxfam Italia, Fondazione Sistema Toscana in collaborazione con il Festival dei Popoli e i maggiori festival dei paesi dei Balcani occidentali, porterà a Firenze  10 film tra documentari e fiction della più recente e migliore produzione dell’area. Quasi tutti in anteprima italiana, le pellicole del nuovo cinema dei Balcani raccontano sempre meno la guerra e sempre più le problematiche legate alla società contemporanea e alle sue contraddizioni. Temi forti portati sul grande schermo da giovani autori che sperimentano nuovi linguaggi cinematografici. Il 12 e 13 dicembre all’Odeon si parlerà in particolare croato per festeggiare i primi 6 mesi di membership europea della Croazia, ma non mancheranno film degli altri stati dell’area ed eventi collaterali in città in collaborazione con le ambasciate e le associazioni delle comunità.

 

 

Una Finestra sul Nord

La 50 giorni di cinema internazionale di Firenze continua  dal 8 al 11 dicembre con il festival Una Finestra sul Nord . La rassegna  giunta alla sua quinta edizione, proporrà quest’anno il tema “Dialoghi nel cinema ugrofinnico” presentando infatti oltre ai film finlandesi anche film estoni e ungheresi in collaborazione con il settore ugrofinnico dell’Università degli Studi di Firenze e il Festival Settimana del Cinema Estone a Budapest. finlandia_img

Quest’edizione sarà concentrata sul tema La donna che guarda le donne, il cinema diretto da donne che raccontano storie di donne. Il pubblico avrà modo di dialogare su questi temi, anche alla luce della situazione politica attuale, con le registe e gli altri ospiti del festival. L’obiettivo del festival si può quindi riassumere in una volontà di scambio interculturale tra tre paesi, che fanno parte della stessa famiglia linguistica, e il territorio italiano in generale, e toscano in particolare.

Festival dei Popoli dal 30 novembre

Continua la 50 giorni di cinema internazionale di Firenze con in programma dal 30 novembre al 7 dicembre la 54a edizione Festival dei Popoli che propone il meglio del cinema documentario internazionale.

Il programma, oltre al concorso internazionale (che presenterà corti, medi e lungometraggi inediti in Italia) prevede la sezione Panorama, dedicata alla più recente produzione italiana, e una doppia retrospettiva dedicata a due tra i più significativi autori di cinema europei: Marcel e Pawel Łoziński, padre e figlio che, attraverso le loro opere, hanno raccontato oltre cinquanta anni di storia del loro paese, la Polonia. Inoltre: Fuori Concorso, Eventi Speciali, Workshop. Novità di questa edizione: lo spazio Industry, con presentazioni di progetti, pitching, rough cuts, incontri con autori, produttori e professionisti.