Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2

Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella è arrivato a Firenze in treno poco prima delle 10.30: il presidente della Repubblica, sceso alla stazione di Santa Maria Novella, è poi salito in auto. Il Capo dello Stato è all’Istituto degli Innocenti per le celebrazioni per il Seicentenario dell’ente che si occupa della tutela e della promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Mattarella successivamente si recherà all’aeroporto di Firenze per partecipare all’inaugurazione, intorno alle 12, della nuova linea della tramvia di Firenze che collega piazza della Stazione allo scalo di Peretola.

Un applauso dei fiorentini presenti ha accolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, arrivato in piazza Santissima Annunziata dove presenzierà alle celebrazioni per i 600 anni dell’istituto degli Innocenti. Ad accompagnarlo il prefetto di Firenze Laura Lega mentre in piazza è stato ricevuto dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal presidente della Regione Enrico Rossi. Mattarella, prima della cerimonia ufficiale visiterà il museo e l’archivio storico dell’Istituto degli Innocenti.

L'articolo Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2 proviene da www.controradio.it.

Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2

Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella è arrivato a Firenze in treno poco prima delle 10.30: il presidente della Repubblica, sceso alla stazione di Santa Maria Novella, è poi salito in auto. Il Capo dello Stato è all’Istituto degli Innocenti per le celebrazioni per il Seicentenario dell’ente che si occupa della tutela e della promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Mattarella successivamente si recherà all’aeroporto di Firenze per partecipare all’inaugurazione, intorno alle 12, della nuova linea della tramvia di Firenze che collega piazza della Stazione allo scalo di Peretola.

Un applauso dei fiorentini presenti ha accolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, arrivato in piazza Santissima Annunziata dove presenzierà alle celebrazioni per i 600 anni dell’istituto degli Innocenti. Ad accompagnarlo il prefetto di Firenze Laura Lega mentre in piazza è stato ricevuto dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal presidente della Regione Enrico Rossi. Mattarella, prima della cerimonia ufficiale visiterà il museo e l’archivio storico dell’Istituto degli Innocenti.

L'articolo Mattarella a Firenze per i 600 anni degli Innocenti e il via della Tramvia 2 proviene da www.controradio.it.

Peretola, Salvini: “c’è bisogno di arrivare a Firenze con più facilità”

Peretola, Salvini:  “c’è bisogno di arrivare a Firenze con più facilità”

Alla vigilia della conferenza dei servizi che si svolgerà domani a Roma il ministro degli interni ribadisce il proprio parere favorevole sulla nuova pista.  Il Palio? “Solo un matto può pensare di cancellarlo”.

“Arrivare in Italia, che è il Paese più bello del mondo, e in Toscana, che è una delle regioni più belle del mondo, è vitale. Sicuramente c’è bisogno di arrivare a Firenze con più facilità, velocità e spendendo meno” lo ha dichiarato il ministro degli interni Matteo Salvini oggi a Monteroni d’Arbia (SI) per la riconsegna della tenuta di Suvignano sequestrata alla mafia all’Ente terre regionali della Toscana.

Salvini è anche intervenuto sulla vicenda del CPR da realizzare in Toscana. “Un centro per i rimpatri ci vorrebbe in ogni regione italiana” ha dichiarato ” per garantire più sicurezza e più legalità”.

Riguardo alla riconsegna della tenuta ha detto: “oggi firmiamo un documento che permette a cittadini, Regione, Comuni e Ente terre regionali della Toscana che questa tenuta venga aperta e possa generare reddito. L’obiettivo è che i beni confiscati alla mafia facciano reddito, business per gli enti locali. Quella che era la residenza di un delinquente è diventata bene comune. Questa è l’antimafia dei fatti che ci piace. Mi piacerebbe che tanti ragazzi toscani e italiani venissero qui a toccare con mano che lo Stato è più forte della mafia”.

A proposito di Siena il ministro ha poi aggiunto:  “solo un matto può pensare di cancellare il Palio di Siena, difendiamo con le unghie e con i denti la nostra storia, le nostre bandiere, i simboli e le nostre tradizioni”.

Salvini non si è sotratto nemmeno sulle vicende di maggiore attualità politica. Sulla questione Diciotti ha dichiarato: “Mi vedete preoccupato? Confesso che dormo tranquillo. Andrò in Senato a testa alta perché ho difeso l’interesse del mio Paese. Il governo va avanti e abbiamo tante cose da fare. Il problema del Paese non è Salvini”.

Infine il Venenzuela : “Maduro è un delinquente, è un fuorilegge, è un presidente abusivo che è scaduto e decaduto e la Costituzione venezuelana prevede che le elezioni vengano accompagnate dal presidente dell’Assemblea costituente” ha dichiarato il Ministro degli interni

 

L'articolo Peretola, Salvini: “c’è bisogno di arrivare a Firenze con più facilità” proviene da www.controradio.it.