Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto

Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha dato parere favorevole al Master Plan della nuova pista dell’Aeroporto di Firenze, dopo l’illustrazione della relativa delibera da parte del consigliere delegato alle Infrastrutture Andrea Ceccarelli. Nardella: “Avanti per la sicurezza e lo sviluppo di un’infrastruttura che riguarda il futuro di tutti noi”.

Con la delibera approvata si autorizza una variante al Piano territoriale di coordinamento (Masterplan) e si nomina come unico soggetto abilitato ad esprimere definitivamente ed in modo univoco e vincolante la posizione dell’Amministrazione su tutte le decisioni di competenza della conferenza il responsabile della Direzione Progetti Strategici della Metrocittà.

La Città Metropolitana era stata chiamata a partecipare alla Conferenza dei Servizi indetta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per l’espressione di parere per l’approvazione del Master Plan aeroportuale 2014/2029 dell’aeroporto Amerigo Vespucci e in questa sede la Città metropolitana era stata chiamata ad esprimere la volontà dell’Ente.

Il Master Plan dell’Aeroporto Vespucci è stato sottoposto a procedura di Valutazione di impatto ambientale di competenza statale. La procedura si è conclusa con giudizio positivo circa la compatibilità ambientale del progetto a condizione che ottemperi ad una serie di prescrizioni.

“Andiamo avanti per la sicurezza e lo sviluppo di una infrastruttura che riguarda il futuro di tutti noi”, ha commentato il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella. Le prescrizioni da ottemperare in ordine alla Via saranno prese in esame dall’Osservatorio Ambientale.

La delibera è stata approvata con i voti del Pd, tranne quello del consigliere Emiliano Fossi, che è sindaco di Campi Bisenzio; contrari Alessio Biagioli, sindaco di Calenzano, e Stefania Collesei di Art 1- Mdp ed Enrico Carpini di Territori Beni Comuni.

Il Consiglio della Città Metropolitana ha respinto un ordine del giorno presentato da Carpini, con il quale chiedeva all’Assemblea di “l’impegno di tenere in debita considerazione le osservazioni espresse dai Comuni” della Piana Fiorentina, che sarà interessata dalle modifiche apportate al Piano territoriale di coordinamento.

Per Marco Semplici (Pd) “bisogna prendere atto che non si può tenere esclusivamente agli interessi di alcuni comuni a fronte di un interesse prevalente regionale su Peretola”. Per Francesca Paolieri (Pd) “l’ordine del giorno non tiene conto del fatto che la discussione sullo scalo viene da molto lontano. I Comuni hanno partecipato ai tavoli di confronto. Si dimentica che lo scalo privilegiato dai visitatori rispetto a Firenze è Bologna, non Pisa”.

Stefania Collesei (Art. 1- Mdp) ha votato a favore di “un documento che non ritengo divisivo. Non si chiede altro che il Consiglio faccia il suo lavoro, ascoltando i Comuni”. “Non si condivide nemmeno il minimo”, ha commentato Alessio Biagioli.

L'articolo Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto proviene da www.controradio.it.

Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci”

Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci”

Il deputato fiorentino: ”Il ministro Toninelli può decidere di andare a lezione da chi vuole, quello che interessa a Firenze e ai fiorentini è che faccia il ministro e non il provocatore seriale sui social media. L’Enac è stata chiara se si fa la nuova pista bene, altrimenti se si cambia il master plan c’è da ricominciare tutto da capo. Il ministro Toninelli quindi ora deve dire una parola chiara: sì o no alla nuova pista. E deve assumersene la responsabilità”

Così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi risponde al ministro alle infrastrutture Toninelli che ha avanzato dubbi sul ruolo e la legittimità delle posizioni di Enac in merito al piano di sviluppo dell’aeroporto Vespucci di Firenze.

“Sono 50 anni che i fiorentini aspettano quella pista – spiega Toccafondi – e abbiamo alle spalle almeno 15 anni di delibere di varie istituzioni locali, regionali e nazionali e 5 anni di iter ministeriale. Adesso che siamo arrivati infondo a questo lunghissimo Giro dell’Oca e che ci sono investitori privati disposti a investire propri denari il ministro Toninelli vuole farci ripartire dal via?”

” Pensa davvero -ha concluso Toccafondi- che i fiorentini siano cittadini di serie B perché vedono Firenze come una nemica politica?Se è così lo dica chiaramente assumendosene la responsabilità politica e istituzionale, perché tutti sappiamo che l’obiettivo del ministro è aiutare i 5Stelle alle prossime comunali fiorentine, ma non può certo costruire la propria campagna elettorale sulla pelle di Firenze e dei suoi cittadin

L'articolo Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci” proviene da www.controradio.it.

Aeroporto Firenze, comitati: non si approvi ampliamento 

Aeroporto Firenze, comitati: non si approvi ampliamento 

“Approvare l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze sarebbe un atto letale nei confronti dell’ecosistema ambientale e umano del territorio della piana di Firenze, Prato e Pistoia. Chiediamo a tutti i partecipanti alla conferenza di servizi sull’infrastruttura, in programma il 7 settembre, di non approvarlo”.

È l’appello lanciato oggi da un coordinamento formato da numerosi comitati, in occasione della discussione in Consiglio comunale sul masterplan per l’ampliamento dello scalo fiorentino. Il progetto, è stato spiegato durante una conferenza stampa, “non tiene conto dell’impatto sull’ecosistema della Piana, sul suo paesaggio, sulla sua complessità di interazione ambientale e umana: la presenza invasiva della struttura, così come le sue attività pericolose ed inquinanti, diviene fattore di morte di tutto il sistema, distruggendo anche il cuore verde di tutta la città metropolitana, trasformandola in un unico lago di cemento e asfalto”.

Si eviti dunque, chiedono le associazioni contrarie all’ampliamento, di “mettere a rischio letale un milione di persone, di compromettere una porzione essenziale dell’Italia, di degradare il patrimonio e la vita degli abitanti di tre città, Firenze; Prato, Pistoia, e dei borghi dei loro territori”.

L'articolo Aeroporto Firenze, comitati: non si approvi ampliamento  proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: oggi confronto Toscana Aeroporti e commissione ambiente

Aeroporto: oggi confronto Toscana Aeroporti e commissione ambiente

🔈Oggi si è tenuto il confronto tra i vertici di Toscana Aeroporti e la commissione ambiente e territorio, “E’ stata per noi un’occasione molto utile” commenta Carrai, “Avremmo proseguito per ore, il dibattito è stato interessante” aggiunge Baccelli.

Si è tenuto oggi, negli uffici dell’aeroporto di Firenze, il confronto fra la commissione ambiente e territorio del Consiglio regionale della Toscana e i vertici di Toscana Aeroporti sul progetto di potenziamento dello scalo fiorentino. “E’ stata per noi un’occasione molto utile”, ha detto il presidente della società, Marco Carrai “per far capire a chi ha il dovere e il compito di tutelare il territorio toscano, quale sia stato il livello di approfondimento degli studi che abbiamo fatto”.

Il vicepresidente della commissione, il consigliere del M5s Giacomo Giannarelli, non ha partecipato alla riunione. “Mi aveva anticipato l’impossibilità di venire quest’oggi”, ha spiegato ai cronisti il presidente della commissione, Stefano Baccelli (Pd), “e quindi non credo ci siano retroscena politici. Faccio una battuta: ha tanti difetti Giannarelli, ma certamente non è timido nell’esprimere le sue posizioni, quindi non farei dietrologia”.

“Alcune polemiche sono pretestuose e nascono dall’ignoranza, dal non capire le leggi e le tecnicalità a cui la realizzazione di un aeroporto deve sottostare”, Continua Marco Carrai, “Si deve decidere”, ha detto “se farlo o no: quando si decide di farlo, deve sottostare a tecnicalità che non decide il gestore aeroportuale, è l’Enac a decidere il percorso tecnico su cui realizzare le opere. Non stiamo parlando di Firenze o Pisa, ma di un sistema aeroportuale integrato, che un decreto del presidente della Repubblica ha individuato come strategico, e che grazie ad un azionista straniero siamo riusciti a realizzare”.

“Avremmo proseguito per ore, il dibattito è stato interessante: ci sembrava un’occasione propizia per vedere lo stato dell’arte non solo del progetto, ma dello sviluppo del sistema toscano”. Lo ha affermato Stefano Baccelli (Pd), presidente della commissione Ambiente e Territorio del Consiglio regionale della Toscana, che era presente all’incotro di oggi all’aeroporto di Firenze.

“L’esposizione dettagliata, minuziosa e appassionata”, ha spiegato “mi ha confortato sotto due aspetti: come Regione Toscana, rispetto alla Via, abbiamo contribuito alle numerose e importanti prescrizioni, per realizzare una nuova pista aeroportuale a Firenze che abbia tutte le opere di compensazione, di mitigazione ambientale. Non posso che definire confortante il lavoro portato avanti, così come il monitoraggio che l’organo preposto sta svolgendo, affinché osservazioni e prescrizioni siano rispettate nel progetto complessivo. Ed è confortante la garanzia della complementarietà dei due aeroporti”.

Sulle grandi opere infrastrutturali in Toscana, continua Baccelli, “ci aspetteremmo un principio di continuità amministrativa” da parte del governo, “piuttosto che queste dichiarate project review, che peraltro hanno già interessato il Corridoio tirrenico”.

Baccelli ha citato fra le opere necessarie, oltre allo sviluppo del sistema aeroportuale toscano con la nuova pista dell’aeroporto di Firenze, anche le terze corsie autostradali e il Corridoio tirrenico. “Ci aspettiamo sostegno dal governo nazionale”, ha detto, incontrando la stampa “sono opere condivise da tempo, complicate per il sistema complesso del nostro paese, necessarie. E’ il momento di passare dal dire al fare, e realizzare queste opere strategiche”.

Toscana Aeroporti non commenta invece  le recenti dichiarazioni del ministro  Toninelli sul sistema aeroportuale toscano: lo ha detto Carrai. “Noi siamo regolati e autorizzati da Enac – ha spiegato – perché noi gestiamo l’aeroporto in concessione, è dello Stato.
l’Enac opera in quanto direzione del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Siccome non vogliamo mai commentare, perché non sarebbe giusto, le decisioni del regolatore, non commentiamo neanche le dichiarazioni del ministero”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Marco Carrai

Ed il capogruppo di Sì–Toscana a sinistra in regione Tommaso Fattori presente alòla conferenza stampa per esprimere la sua opposizione al progetto

L'articolo Aeroporto: oggi confronto Toscana Aeroporti e commissione ambiente proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: Nardella “governo non ha le idee chiare”

Aeroporto: Nardella “governo non ha le idee chiare”

Sull’aeroporto di Firenze Nardella si è espresso durante l’incontro sulla questione tramvia, “Si faccia la nuova pista come già deciso, è sostenibile”.

Per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze “o si fa quello che è stato deciso da tutti e con tutte le norme e i documenti, oppure vuol dire che non lo si vuole fare”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, a margine dell’incontro coi rappresentanti delle aziende del subappalto della linea 2 della tramvia, commentando l’annuncio di project review da parte del ministero delle Infrastrutture, e la presa di posizione del M5s regionale a favore della nuova pista da 2.000 e non 2.400 metri.

“Non hanno le idee chiare questi signori del governo” ha aggiunto “e attenzione che se pensano di fare un dispetto al sindaco Nardella nel bloccare le opere pubbliche in realtà il dispetto lo fanno ai fiorentini i quali, se continuano così, la prossima volta, li manderanno a quel paese, perché sullo sviluppo delle città non si scherza”.

Il sindaco ha osservato che “il ministero dei Trasporti, il ministero dell’Ambiente, il ministero dei Beni e delle attività culturali si sono già espressi: abbiamo già i percorsi e gli strumenti per garantire ogni esigenza di sostenibilità”.

L'articolo Aeroporto: Nardella “governo non ha le idee chiare” proviene da www.controradio.it.