Vandalizzate decine di automobili, un fermato

Vandalizzate decine di automobili, un fermato

Pisa, un uomo di 27 anni, senza fissa dimora, e con precedenti di polizia per piccoli reati, è in carcere dalla scorsa notte in regime di fermo, con l’accusa di essere l’autore dei danneggiamenti su decine di automobili in sosta, avvenuti nella notte tra l’8 e il 9 gennaio nel quartiere a ridosso dell’aeroporto Galileo Galilei.

Il giovane, individuato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile pisano, avrebbe già fatto parziali ammissioni di colpa, e secondo quanto si è appreso, è stato individuato dopo avere raccolto su di lui una serie di indizi, in particolare repertando alcune automobili di sangue trovate negli abitacoli delle auto danneggiate.

L’uomo, fermato nel centro storico cittadino ieri sera, aveva anche alcune escoriazioni sul braccio compatibili con la rottura dei finestrini delle vetture e alcuni oggetti risultati rubati dalle auto parcheggiate e vandalizzate.

Nelle prossime ore si svolgerà l’udienza di convalida del fermo, ma le indagini, coordinate dal Pm Giovanni Porpora, avrebbero già raccolto indizi convincenti, secondo fonti investigative, su almeno sette danneggiamenti, anche se le auto che hanno avuto i finestrini sfondati sono molte di più.

L'articolo Vandalizzate decine di automobili, un fermato proviene da www.controradio.it.

Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018

Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018

Nel dettaglio, secondo Toscana Aeroporti, sono 3,3% i passeggeri in più transitati per i due scali aeroportuali di Pisa (+3,6%) e Firenze (+2,7%) nei primi nove mesi del 2018.

Inoltre secondo il rendiconto di bilancio di Toscana Aeroporti approvato oggi, i ricavi totali arrivano a quota 101,2 milioni di euro (+10,5%; +4,8% i ricavi operativi), l’Ebitda a 30,1 mln (+22%), e l’utile netto è di 13 mln (+24,5%), sebbene si riduca a 10,3 mln al netto di alcuni proventi straordinari, e dunque in lieve flessione rispetto ai 10,4 milioni di euro del 30 settembre 2017.

La scoietà, inoltre, annuncia che “in data 4 ottobre 2018 è stato stipulato il primo atto relativo all’accordo per l’acquisto delle azioni di Firenze Parcheggi Spa, società che gestisce i parcheggi pubblici a Firenze, nell’ambito del quale è stato formalizzato l’acquisto da parte di Toscana Aeroporti delle partecipazioni di UnipolSai Spa”.

“Per rispetto in primis verso i passeggeri che subiscono i disagi e per il prestigio che vantano Firenze e la Toscana nel mondo, auspichiamo che l’iter normativo in corso possa concludersi positivamente al più presto al fine di poter dare il via ai non più procrastinabili lavori di potenziamento dell’aeroporto di Firenze”. Lo ha affermato il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai,commentando i risultati della società nei primi nove mesi dell’anno.

Secondo Carrai, si tratta di “risultati di traffico record” per il sistema toscano “nonostante l’elevato numero di cancellazioni e dirottamenti registrati presso l’aeroporto di Firenze, senza i quali il tasso di crescita dei passeggeri sarebbe cresciuto del 4,8% anziché del 3,3%”.

L'articolo Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018 proviene da www.controradio.it.

Scioperi: presidio Sgb all’aeroporto di Pisa

Scioperi: presidio Sgb all’aeroporto di Pisa

Presidio dei militanti pisani dell’Sgb stamani all’aeroporto ‘Galilei’ di Pisa in occasione dello sciopero generale promosso in tutta Italia da alcune sigle del sindacalismo di base

La manifestazione si è svolta in modo del tutto pacifico all’esterno dell’aerostazione. Ai passanti è stato distribuito un volantino con le ragioni della protesta e nel quale si ribadisce lo stop “agli appalti al ribasso e alla realizzazione della Tav e della Tap, la richiesta di rifinanziare i contratti pubblici e privati e di maggiori investimenti sul lavoro e nella manutenzione dei territori”. Infine, i militanti di Sgb hanno nuovamente espresso la loro contrarietà al piano di Toscana Aeroporti “di esternalizzare e privatizzare i servizi di handling”.

 

L'articolo Scioperi: presidio Sgb all’aeroporto di Pisa proviene da www.controradio.it.

Aeroporto di Firenze, Razzanelli (FI): “Gravi le dichiarazioni del ministro Toninelli”

Aeroporto di Firenze, Razzanelli (FI): “Gravi le dichiarazioni del ministro Toninelli”

Il consigliere regionale di Forza Italia Mario Razzanelli ha giudicato il Ministro Danilo Toninelli degno di interdizione politica per le sue dichiarazioni sugli aeroporti toscani e  sull’esigenza di potenziare i collegamenti tra Firenze e Pisa, fermo restando il ruolo dell’aeroporto Galilei come scalo strategico e principale della regione.

Aeroporto di Firenze, Mario Razzanelli, consigliere regionale per Forza Italia ha dichiarato: ”Toninelli andrebbe interdetto ‘politicamente’ a vita per le sue affermazioni ed intenzioni  sullo sviluppo dello scalo fiorentino. Sembra proprio che il progetto dei 5 stelle sia quello di farlo chiudere.

Raffaello Napoleone  aveva  perfettamente ragione quando dichiarò che la kermesse di Pitti rischia di lasciare  Firenze se la città non si doterà di un aeroporto degno di questo nome.

Pisa non ha e non avrà mai la capacità di attrazione  di Firenze, con l’aggravante che Pisa essendo raggiungibile in un’ora e venti minuti subisce già la concorrenza dell’aeroporto  di Bologna raggiungibile in 45 minuti.”

”Ricordiamoci – prosegue Razzanelli – che venticinque anni fa l’aeroporto di Firenze era più grande sia di quello di Venezia che di quello di Bologna. Oggi Venezia fa 6 milioni di passeggeri e Bologna punta a 10 milioni.

Noi siamo fermi da anni a 2 milioni. Negli ultimi 15 anni abbiamo perso almeno 2 milioni di passeggeri l’anno e se si considera una media prudenziale di spesa pari a 800 euro a passeggero parliamo di una perdita di 1 miliardo e 600 milioni l’anno per un totale di almeno 24 miliardi di euro.

Un aeroporto ‘vero’ nel capoluogo toscano significa sviluppo, nuove aziende, investimenti ed almeno 3.000 nuovi posti di lavoro.. Chi pagherà questi danni ai fiorentini per la mancata realizzazione della pista parallela? Il Ministro Toninelli ?”.

L'articolo Aeroporto di Firenze, Razzanelli (FI): “Gravi le dichiarazioni del ministro Toninelli” proviene da www.controradio.it.

Toninelli, Pisa sarà aeroporto principale in Toscana

Toninelli, Pisa sarà aeroporto principale in Toscana

Firenze, secondo Toninelli l’aeroporto di Pisa, e non quello di Firenze, sarà lo scalo principale, “strategico”, della Toscana e il potenziamento dei collegamenti via treno con il ‘Galilei’ sarà uno degli impegni del ministero delle Infrastrutture.

Le affermazioni del ministro Danilo Toninelli (M5s) sono tratte da un’intervista al Tirreno pubblicata domenica 15 e dedicata alle opere pubbliche previste per la Toscana.

Sugli aeroporti Toninelli ha detto che “per noi Pisa deve restare in pole position come scalo strategico della Toscana” dopo aver premesso che “la convocazione della conferenza dei servizi per il masterplan dell’aeroporto di Firenze prevista a settembre è un atto procedurale che non incide in alcun modo sull’analisi costi-benefici in corso”.

“La gestione integrata di Firenze e Pisa non può che passare da un moderno ed efficiente collegamento ferroviario tra i due scali”, ha spiegato il ministro Toninelli aggiungendo che “le ferrovie regionali e le tratte dei pendolari saranno tra le priorità assolute del mio mandato” e specificando che “servono più corse, più puntualità, più comfort, più sicurezza”. Nell’intervista il ministro ha anche parlato della Tav a Firenze.

Riguardo a soluzioni alternative al progetto del tunnel sotto la città, Toninelli ha detto che “l’opera ha un forte impatto ambientale. Stiamo conducendo una attenta project review sui costi-benefici e ovviamente tutti i ragionamenti sono dentro a questa analisi”

L'articolo Toninelli, Pisa sarà aeroporto principale in Toscana proviene da www.controradio.it.