Toscana aeroporti: 2018 chiuso con record passeggeri

Toscana aeroporti: 2018 chiuso con record passeggeri

L’assemblea degli azionisti di Toscana Aeroporti ha approvato il bilancio 2018, anno chiuso con il record di traffico passeggeri grazie ai risultati del Galilei di Pisa con 5,5 milioni di passeggeri (+4,4%) e del Vespucci di Firenze con 2,7 milioni di passeggeri (+2,3%).

I ricavi totali consolidati, per Toscana Aeroporti, ammontano a 131,9 milioni di euro (+9,2), con un risultato netto di esercizio del gruppo stato pari a 11,8 mln (+11,5%). L’assemblea ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,70 euro per azione, che sarà messo in pagamento a partire dall’8 maggio 2019, con stacco cedola il 6 maggio e record date il 7 maggio.

I soci hanno inoltre nominato in consiglio d’amministrazione Silvia Bocci e Giorgio De Lorenzi, già cooptati in Cda nei mesi scorsi per sostituire Ylenia Zambito e Martin Eurnekian.

L'articolo Toscana aeroporti: 2018 chiuso con record passeggeri proviene da www.controradio.it.

Aeroporti Pisa e Firenze, aumentano i voli

Aeroporti Pisa e Firenze, aumentano i voli

Dal ‘Vespucci’ si volerà verso Copenaghen, Dusseldorf, Bilbao, Praga, Vienna e Monaco. Pisa avrà nuovi collegamenti per Casablanca, Helsinki, Berlino, Bruxelles, Praga, Calamata e Norimberga.

Nuovi collegamenti in estate dagli aeroporti di Pisa e Firenze. Dal ‘Vespucci’ si volerà verso Copenaghen, Dusseldorf, Bilbao, Praga, Vienna e Monaco, e saranno incrementate le frequenze dei voli per Barcellona, Amsterdam, Londra, Parigi e Madrid. Pisa avrà nuovi collegamenti per Casablanca, Helsinki, Berlino, Bruxelles, Praga, Calamata e Norimberga e più voli per Londra e Tirana.

E’ quanto reso noto ieri da Toscana aeroporti in occasione dell’Open day al museo Piaggio di Pontedera (Pisa). L’evento, spiega una nota della società, “è stata l’occasione per presentare alle compagnie aeree, alle agenzie di viaggio e agli operatori turistici del territorio, i risultati di traffico del 2018, le novità dell’estate 2019 e i significativi progetti di crescita del Sistema Aeroportuale Toscano”. Nel lungo periodo, hanno assicurato il vicepresidente esecutivo e l’amministratore delegato di Toscana Aeroporti, Roberto Naldi e Gina Giani, “grazie a significativi progetti di sviluppo infrastrutturale che interesseranno i due scali il Sistema aeroportuale toscano raggiungerà i 12 milioni di passeggeri (rispetto agli attuali 8,2)”.

A Pontedera è stato nuovamente illustrato il piano di ampliamento del terminal passeggeri dello scalo pisano con un investimento iniziale di 37 milioni di euro e l’obiettivo di aumentare la capacità aeroportuale fino a 6,5 milioni di passeggeri, incrementando i gate, i varchi security, le aeree commerciali e migliorando la qualità del servizio offerto. Un intervento più ampio che riguarderà anche nuove infrastrutture di volo, investimenti nei piazzali degli aeromobili e un nuovo hub di manutenzione degli aerei. In seguito alla conclusione dei lavori della Conferenza dei servizi, invece, l’aeroporto di Firenze sarà invece interessato dalla realizzazione di una nuova pista di 2.400 metri e da un nuovo terminal di 48.226 metri quadrati con l’obiettivo di accogliere fino a 4,5 milioni di passeggeri annui.

“Il 2019 – ha concluso Naldi – sarà per Toscana Aeroporti un anno storico che vedrà l’avvio dei lavori sia per l’ampliamento del terminal di Pisa sia della nuova pista e del nuovo terminal di Firenze”.

L'articolo Aeroporti Pisa e Firenze, aumentano i voli proviene da www.controradio.it.

Sgominata banda ‘ovulatori’ eroina, 31 arresti

Sgominata banda ‘ovulatori’ eroina, 31 arresti

La Guardia di finanza del Comando provinciale di Bologna e del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata (Scico) ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 31 persone appartenenti a un presunto gruppo criminale che importava eroina attraverso corrieri ‘ovulatori’.

L’operazione si è svolta in Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana e Lazio, con un sequestro di beni per circa mezzo milione e numerose perquisizioni. I dettagli sono stati illustrati alle 11 in una conferenza stampa nella sede del comando provinciale di Bologna, via Magazzari 9.

Le fiamme gialle di Bologna e dello Scico si sono avvalse anche del supporto dei comandi territoriali e della sezione aerea di manovra di Grottaglie (Taranto). Le misure sono state eseguite nelle province di Bologna, Reggio Emilia, Ravenna, Pistoia, Arezzo, Brescia, Roma, Monza e Milano, 22 custodie cautelari in carcere e nove obblighi di dimora.

Il gruppo è ritenuto essere ‘di stanza’ nelle province di Reggio Emilia e Bologna. L’operazione ‘Lot Bis’, costituisce l’epilogo di circa due anni di indagini coordinate dai pm Stefano Orsi e Michele Martorelli della Dda, che hanno richiesto le misure disposte dal Gip Domenico Panza.
Tra i dati emersi, una stabile organizzazione del gruppo e consolidati collegamenti con fornitori esteri. L’organizzazione era promossa in particolare da tre fratelli, tutti residenti a Reggio Emilia, di 46, 43 e 35 anni, e faceva arrivare in Italia dal Pakistan, tramite Grecia e Spagna, ingenti quantitativi di eroina, attraverso corrieri che ingerivano gli ovuli, poi espulsi una volta arrivati a destinazione.
Oltre ai destinatari dell’ordinanza, sono stati arrestati nel corso dell’operazione anche 17 corrieri presi in flagranza e droga è stata sequestrata negli scali di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Firenze Peretola, Pisa Galileo-Galilei, Napoli Capodichino e Vienna, ingenti quantitativi di eroina destinati principalmente alla piazza emiliana.

L'articolo Sgominata banda ‘ovulatori’ eroina, 31 arresti proviene da www.controradio.it.

Vandalizzate decine di automobili, un fermato

Vandalizzate decine di automobili, un fermato

Pisa, un uomo di 27 anni, senza fissa dimora, e con precedenti di polizia per piccoli reati, è in carcere dalla scorsa notte in regime di fermo, con l’accusa di essere l’autore dei danneggiamenti su decine di automobili in sosta, avvenuti nella notte tra l’8 e il 9 gennaio nel quartiere a ridosso dell’aeroporto Galileo Galilei.

Il giovane, individuato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile pisano, avrebbe già fatto parziali ammissioni di colpa, e secondo quanto si è appreso, è stato individuato dopo avere raccolto su di lui una serie di indizi, in particolare repertando alcune automobili di sangue trovate negli abitacoli delle auto danneggiate.

L’uomo, fermato nel centro storico cittadino ieri sera, aveva anche alcune escoriazioni sul braccio compatibili con la rottura dei finestrini delle vetture e alcuni oggetti risultati rubati dalle auto parcheggiate e vandalizzate.

Nelle prossime ore si svolgerà l’udienza di convalida del fermo, ma le indagini, coordinate dal Pm Giovanni Porpora, avrebbero già raccolto indizi convincenti, secondo fonti investigative, su almeno sette danneggiamenti, anche se le auto che hanno avuto i finestrini sfondati sono molte di più.

L'articolo Vandalizzate decine di automobili, un fermato proviene da www.controradio.it.

Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018

Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018

Nel dettaglio, secondo Toscana Aeroporti, sono 3,3% i passeggeri in più transitati per i due scali aeroportuali di Pisa (+3,6%) e Firenze (+2,7%) nei primi nove mesi del 2018.

Inoltre secondo il rendiconto di bilancio di Toscana Aeroporti approvato oggi, i ricavi totali arrivano a quota 101,2 milioni di euro (+10,5%; +4,8% i ricavi operativi), l’Ebitda a 30,1 mln (+22%), e l’utile netto è di 13 mln (+24,5%), sebbene si riduca a 10,3 mln al netto di alcuni proventi straordinari, e dunque in lieve flessione rispetto ai 10,4 milioni di euro del 30 settembre 2017.

La scoietà, inoltre, annuncia che “in data 4 ottobre 2018 è stato stipulato il primo atto relativo all’accordo per l’acquisto delle azioni di Firenze Parcheggi Spa, società che gestisce i parcheggi pubblici a Firenze, nell’ambito del quale è stato formalizzato l’acquisto da parte di Toscana Aeroporti delle partecipazioni di UnipolSai Spa”.

“Per rispetto in primis verso i passeggeri che subiscono i disagi e per il prestigio che vantano Firenze e la Toscana nel mondo, auspichiamo che l’iter normativo in corso possa concludersi positivamente al più presto al fine di poter dare il via ai non più procrastinabili lavori di potenziamento dell’aeroporto di Firenze”. Lo ha affermato il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai,commentando i risultati della società nei primi nove mesi dell’anno.

Secondo Carrai, si tratta di “risultati di traffico record” per il sistema toscano “nonostante l’elevato numero di cancellazioni e dirottamenti registrati presso l’aeroporto di Firenze, senza i quali il tasso di crescita dei passeggeri sarebbe cresciuto del 4,8% anziché del 3,3%”.

L'articolo Toscana, aeroporti: + 6,5 milioni di passeggeri nel 2018 proviene da www.controradio.it.