Rissa tra genitori durante partita esordienti a Firenze

Rissa tra genitori durante partita esordienti a Firenze

Una partita di calcio del campionato esordienti (nati nel 2006), tra due squadre fiorentine, Affrico e Cattolica Virtus, è stata sospesa perché sugli spalti i genitori si stavano azzuffando.

I dirigenti in campo, tra cui l’ex portiere di Fiorentina, Milan, Napoli e della Nazionale, Giovanni Galli, responsabile del settore giovanile dell’Affrico e allenatore dei ragazzi del 2006, hanno ritenuto che non ci fossero più le condizioni per andare avanti perché era troppo difficile isolare i bambini sul rettangolo di gioco da quello che accadeva intorno.

L’arbitro – che in queste categorie è un dirigente di una delle due squadre – ha deciso che la partita non si sarebbe completata. “Era giusto dare un segnale, anche se alla fine non è successo niente”, ha detto a “La Nazione”, che ha riportato in cronaca la notizia, il direttore generale della Cattolica Virtus, Paolo Bosi. Entrambe le società stanno pensando a incontri con educatori per i genitori irrequieti.

“Sono preoccupatissimo per qual che accade sui campi del settore giovanile. Ieri ad Affrico, è accaduto un episodio increscioso. I ragazzini chiedevano di mandare via i genitori, pur di lasciarli giocare”. L’episodio è stato raccontato  anche da Marcello Nicchi, presidente dell’Aia, ospite di ”Radio anch’io sport”. “Ora sento dire che andrebbe rigiocata. Invece no, perché la cultura sportiva non si fa in questo modo”. In un altro campo, in Liguria, “è clamoroso che l’arbitro abbia dovuto sospendere la partita perché genitori e calciatori offendevano un ragazzino di colore. E’ una cosa vergognosa. Non ci si può limitare a parlarne, ma bisogna cambiare tutti. Se si pensa che questo possano farlo solo gli arbitri abbiamo fallito un’altra volta”.

L'articolo Rissa tra genitori durante partita esordienti a Firenze proviene da www.controradio.it.