Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce”

Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce”

Si rinnova nel fine settimana l’appuntamento con le attività per famiglie promosse al Museo degli Innocenti attraverso la Bottega dei ragazzi. Sabato 16 marzo, alle ore 11, è in programma la speciale visita tematica C’era una volta un putto in fasce.

I partecipanti scopriranno con racconti itineranti, nel portico e davanti alle opere della collezione, la storia di tanti bambini diventati grandi che hanno vissuto la loro infanzia nella grande casa degli Innocenti, a partire da Agata Smeralda, la prima ospite dell’Istituto.

“C’era una volta una piccola bimba di nome Agata Smeralda … era il 5 febbraio del 1445”, nella metà del 1400 inizia infatti a Firenze la storia della grande Casa per i bambini: l’Ospedale degli Innocenti, una storia che prosegue ancora oggi sempre in favore di accoglienza e tutela dei più piccoli.

La visita tematica è indicata per bambini dai 7 agli 11 anni; prenotazioni al numero 055 2478386 o labottegadeiragazzi@istitutodeglinnocenti.it o direttamente in biglietteria il giorno dell’evento fino a esaurimento posti. Costo attività 5 euro a persona, gratuito per i bambini sotto i 6 anni, ingresso al Museo gratuito.

Le attività laboratoriali sono realizzate grazie al sostegno di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini (special supporter), partner della proposta educativa del Museo degli Innocenti e de La Bottega dei Ragazzi, e di Mukki (supporter).

Il Museo degli Innocenti è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19, la biglietteria chiude alle 18.30. Informazioni al numero 055 2037308, tutte le attività in programma sono consultabili sul sito www.museodeglinnocenti.it.

L'articolo Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce” proviene da www.controradio.it.

Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni”

Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni”

La vicepresidente del Senato in visita oggi  in uno dei paesi simbolo del sisma che due anni fa ha messo in ginocchio l’Italia Centrale    “Non abbassare i riflettori, la dignitosa sofferenza di questa gente  merita il rispetto e l’impegno di tutti affinché  quanto prima si possa tornare alla normalità”

 

“L’Epifania è una festa lieta che tutti noi  celebriamo con delicatezze e doni per i nostri bambini. Ci sono tuttavia  zone del nostro Paese per le quali anche le Feste non possono rappresentare  un momento di gioia vera,   in quanto  il ricordo delle tragedie e delle devastazioni è ancora troppo vicino. Per questo motivo  oggi, insieme con con Mauro Barsi presidente di Agata Smeralda, e  Stefano   Guarnieri, abbiamo voluto essere qui, ad Arquata del Tronto, accanto ad una popolazione, che sta lottando con estrema dignità per tornare quanto prima alla normalità” dichiara la vicepresidente del Senato.

“I Governi Renzi e Gentiloni si sono impegnati a fondo per sostenere le popolazioni colpite da un sisma devastante, che ha spazzato via intere comunità in una delle zone più belle e fragili del nostro territorio.   Ora serve che la ricostruzione proceda spedita, e che ci sia una continuità nell’impegno e nell’attenzione verso queste zone martoriate” prosegue Di Giorgi.

“La nostra presenza qui oggi  intende significare l’attenzione che le Istituzioni tutte continuano a prestare verso queste vicende, affinché gli impegni promessi e le opere progettate siano portate a termine nel minor tempo possibile” conclude Di Giorgi.

L’articolo Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni” proviene da www.controradio.it.