Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Minacciano e prendono a botte, con calci e pugni, un papà a passeggio con la bimba che poco prima li aveva rimproverati perchè tiravano sassi per gioco: così 11 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 17 anni e un 18enne, sono stati denunciati per lesioni e minacce dai carabinieri della stazione di San Giovanni Valdarno (Arezzo).

Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia di un trentenne che, lo scorso mese di ottobre, mentre accompagnava con il passeggino la figlioletta, passando vicino a un gruppo di undici ragazzi riunito nei pressi di una panchina, li aveva rimproverati perchè lanciavano sassi per gioco, con il rischio che qualche pietra potesse colpire anche la bambina. Dopo un primo diverbio, il gruppo di giovani proferendo minacce di morte, si è scagliato contro il papà trentenne che, a quel punto, ha avuto la peggio: è stato colpito con calci e pugni dalla baby gang. Il trentenne è ricorso alle cure dei sanitari al pronto soccorso, ricevendo otto giorni di prognosi.

Le indagini dei carabinieri, che si sono avvalse anche del contributo di alcuni testimoni, hanno permesso di identificare il gruppo degli 11 ragazzi, che sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per i reati di lesioni aggravate e minaccia aggravata.

L'articolo Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce proviene da www.controradio.it.

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce

Minacciano e prendono a botte, con calci e pugni, un papà a passeggio con la bimba che poco prima li aveva rimproverati perchè tiravano sassi per gioco: così 11 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 17 anni e un 18enne, sono stati denunciati per lesioni e minacce dai carabinieri della stazione di San Giovanni Valdarno (Arezzo).

Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia di un trentenne che, lo scorso mese di ottobre, mentre accompagnava con il passeggino la figlioletta, passando vicino a un gruppo di undici ragazzi riunito nei pressi di una panchina, li aveva rimproverati perchè lanciavano sassi per gioco, con il rischio che qualche pietra potesse colpire anche la bambina. Dopo un primo diverbio, il gruppo di giovani proferendo minacce di morte, si è scagliato contro il papà trentenne che, a quel punto, ha avuto la peggio: è stato colpito con calci e pugni dalla baby gang. Il trentenne è ricorso alle cure dei sanitari al pronto soccorso, ricevendo otto giorni di prognosi.

Le indagini dei carabinieri, che si sono avvalse anche del contributo di alcuni testimoni, hanno permesso di identificare il gruppo degli 11 ragazzi, che sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per i reati di lesioni aggravate e minaccia aggravata.

L'articolo Arezzo: baby gang aggredisce trentenne, 11 denunce proviene da www.controradio.it.

Marina di Pietrasanta: aggredisce e minaccia compagna, arrestato

Marina di Pietrasanta: aggredisce e minaccia compagna, arrestato

Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale sono i reati commessi da un uomo di Marina di Pietrasanta di 48 anni già noto alle forze dell’ordine arrestato dai carabinieri, perché ieri sera è andato a casa della compagna e l’ha aggredita e minacciata di morte.

Successivamente si è scagliato contro i militari intervenuti per calmare la situazione. I carabinieri sono intervenuti presso l’abitazione a Marina di Pietrasanta in provincia di Lucca, della donna perché l’uomo la stava minacciando di morte. Mentre stavano per calmarlo, ha aggredito i carabinieri colpendone uno con una testata al volto.

Dopo non poche difficoltà è stato bloccato e condotto in caserma dove ha trascorso la notte in attesa dell’udienza di convalida presso il tribunale di Lucca.

I carabinieri di Lucca in seguito all’intervento hanno ricevuto le cure dei sanitari del pronto soccorso Versilia, uno per lesione a un labbro per la testata ricevuta e l’altro per un colpo a un braccio.

L'articolo Marina di Pietrasanta: aggredisce e minaccia compagna, arrestato proviene da www.controradio.it.

Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta

Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta

Un gruppo di ragazzini, i cui veicoli in sosta in doppia e tripla fila ostacolavano il traffico in una strada di Firenze, ha aggredito un cardiochirurgo dell’ospedale di Careggi, 58 anni, che era in compagnia della moglie, incinta al nono mese di gravidanza.

E’ successo la sera del 3 novembre verso mezzanotte in via Anselmi, in pieno centro a Firenze.

Entrambi i coniugi sono sotto choc, la moglie si è anche sentita male. Il professionista, secondo quanto riporta oggi il Corriere Fiorentino, aveva chiesto ai ragazzi di spostare i loro mezzi per poter uscire con la sua auto, che era stata regolarmente posteggiata. All’improvviso lo hanno aggredito.

Uno dei giovani lo ha agguantato alla gola, gli altri lo hanno picchiato ripetutamente reagendo con violenza alla richiesta, gli sono stati strappati gli abiti mentre veniva colpito contro altre vetture in sosta. La moglie è scesa di auto, gridava per chiedere aiuto ma, ha raccontato lei stessa, “nessuno interveniva e loro ci deridevano e facevano filmati”. Il medico ha fatto denuncia ai carabinieri.

L'articolo Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta proviene da www.controradio.it.

Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta

Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta

Un gruppo di ragazzini, i cui veicoli in sosta in doppia e tripla fila ostacolavano il traffico in una strada di Firenze, ha aggredito un cardiochirurgo dell’ospedale di Careggi, 58 anni, che era in compagnia della moglie, incinta al nono mese di gravidanza.

E’ successo la sera del 3 novembre verso mezzanotte in via Anselmi, in pieno centro a Firenze.

Entrambi i coniugi sono sotto choc, la moglie si è anche sentita male. Il professionista, secondo quanto riporta oggi il Corriere Fiorentino, aveva chiesto ai ragazzi di spostare i loro mezzi per poter uscire con la sua auto, che era stata regolarmente posteggiata. All’improvviso lo hanno aggredito.

Uno dei giovani lo ha agguantato alla gola, gli altri lo hanno picchiato ripetutamente reagendo con violenza alla richiesta, gli sono stati strappati gli abiti mentre veniva colpito contro altre vetture in sosta. La moglie è scesa di auto, gridava per chiedere aiuto ma, ha raccontato lei stessa, “nessuno interveniva e loro ci deridevano e facevano filmati”. Il medico ha fatto denuncia ai carabinieri.

L'articolo Firenze: baby gang aggredisce cardiochirugo e moglie incinta proviene da www.controradio.it.