Torre Maura, Nardella: “nostre periferie sono polveriere. Serve piano del Governo”

Torre Maura, Nardella: “nostre periferie sono polveriere. Serve piano del Governo”

Nella protesta di Torre Maura a Roma si sono viste “scene vergognose: il saluto fascista, questo messaggio di odio razziale, non sono mai giustificabili: però c’è un errore alla base, secondo me il Comune non avrebbe dovuto gestire il problema inviando questo gruppo di rom in un quartiere che ha già problemi e tensioni sociali”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, intervenendo ad Agorà su Raitre.

“Noi abbiamo fatto a Firenze 47 sgomberi – ha aggiunto – e stiamo smantellando l’ultimo campo rom. E’ chiaro che bisogna utilizzare intelligenza: se tu vai in un quartiere dove c’è già tensione sociale, non fai altro che dare l’alibi a queste forze estremiste di usare in modo politico una vicenda sociale e umana molto seria”.

Per Nardella “le nostre periferie sono delle polveriere: c’è bisogno di un accordo serio tra governo e Comuni: mettete su un po’ di soldi, sblocchiamo i cantieri, riqualifichiamo scuole, centri culturali, biblioteche, se no sarà sempre peggio, una guerra fra poveri”.

“Il governo, invece di perdersi in diecimila questioni, vuole presentare un piano serio, di dieci anni, per rendere vivibili e umane le periferie delle nostre citta’? Noi sindaci – conclude –  siamo disponibili: dateci strumenti utili e non ci metteremo contro”, perché “la battaglia ideologica non ci interessa”.

L'articolo Torre Maura, Nardella: “nostre periferie sono polveriere. Serve piano del Governo” proviene da www.controradio.it.