Palazzo Vecchio annulla assegnazione impianto sport “Cerreti” ad Aics

Palazzo Vecchio annulla assegnazione impianto sport “Cerreti” ad Aics

Aics nella domanda di partecipazione aveva dichiarato di non avere debiti, ma da successivi approfondimenti è emerso un buco di oltre 8.000 euro.

Sta per essere annullata, in via di autotutela da Palazzo Vecchio, l’aggiudicazione all’associazione Aics, l’Associazione italiana di cultura e sport, dell’assegnazione della gestione dell’impianto sportivo ‘Cerreti’ a Firenze. Lo comunica, in una nota, la stessa amministrazione comunale.

In pratica, si spiega, nella domanda di partecipazione alla gara, che richiedeva l’assenza di debiti con il Comune, Aics ha sostenuto di non averne, mentre da successive verifiche è risultato che sussisteva, al momento della presentazione della domanda, un debito da parte di Aics di oltre 8.000 euro. Ciò ha comportato, informa Palazzo Vecchio, “la decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e pertanto, nel presente caso, l’annullamento dell’ammissione alla gara e dell’aggiudicazione disposta.

La riscontrata non veridicità della dichiarazione presentata per l’ammissione alla gara obbliga alla segnalazione dei fatti all’Anac e all’autorità giudiziaria per quanto di competenza”. Anomalie nella presentazione della domanda erano state segnalate recentemente al Consiglio comunale attraverso interrogazioni sull’argomento da parte di Fdi, Fi e della consigliera civica Cristina Scaletti.

L'articolo Palazzo Vecchio annulla assegnazione impianto sport “Cerreti” ad Aics proviene da www.controradio.it.