Toscana: gelocalizzazione per persone con demenza

Toscana: gelocalizzazione per persone con demenza

L’acquisto del geolocalizzatore sarà a carico dell’Aima (Associazione italiana malati di Alzheimer) che dovrà anche individuare il Centro di monitoraggio da attivare da parte dei familiari in caso di scomparsa di un loro congiunto affetto da demenza

Un dispositivo di geolocalizzazione da assegnare, in comodato, a persone affette da demenza, per rintracciarle in caso di scomparsa, fenomeno in aumento anche in Toscana. E’ quanto prevede il piano di intervento coordinato per la ricerca e il soccorso delle persone affette da patologie neurodegenerative, lanciato dalla prefettura di Firenze in attuazione di direttive ministeriali e che coinvolge anche Regione Toscana, Aima (Associazione italiana malati di Alzheimer) Firenze e l’associazione Penelope onlus della Toscana: una delibera adottata nella sua ultima seduta dalla Giunta regionale contiene un accordo di collaborazione che verrà siglato a breve tra i quattro soggetti coinvolti. Nella stessa seduta la Giunta ha approvato anche la delibera con cui si vara il piano regionale delle demenze. Riguardo al piano della prefettura, l’acquisto del geolocalizzatore sarà a carico dell’Aima che dovrà anche individuare il Centro di monitoraggio da attivare da parte dei familiari in caso di scomparsa di un loro congiunto affetto da demenza. La prefettura si impegna poi a sensibilizzare le forze dell’ordine a collaborare mentre la Regione si attiverà per divulgare il progetto su tutto il territorio. L’associazione Penelope onlus fornirà invece supporto psicologico e assistenza legale alle famiglie delle persone scomparse. Riguardo al piano regionale, la Regione vuole fornire agli operatori uno strumento di indirizzo per la diagnosi tempestiva della malattia e la presa in carico integrata del paziente e della sua famiglia. L’obiettivo è creare una rete di servizi che non lascino mai soli né il paziente né i suoi familiari, ma contribuiscano invece a renderli parte di una comunità sempre più attenta alle realtà della demenza. “Con il progressivo invecchiamento della popolazione, anche il fenomeno della scomparsa di persone affette da patologie neurodegenerative, che danno origine a perdita delle memoria o disorientamento spaziale, è purtroppo in crescita – dice l’assessore toscano al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi – Questo fenomeno mette a rischio l’incolumità e qualche volta la vita stessa di queste persone, nella maggior parte anziani, e la serenità delle loro famiglie. La Regione Toscana ha deciso quindi di partecipare all’attuazione del piano messo a punto dalla prefettura. Con un’altra delibera abbiamo approvato il piano regionale delle demenze, per fornire a tutti gli operatori le indicazioni più aggiornate per la diagnosi e l’assistenza dei pazienti e il supporto alle famiglie”.

L'articolo Toscana: gelocalizzazione per persone con demenza proviene da www.controradio.it.