Nel fine settimana sono state multate 24 persone

Nel fine settimana sono state multate 24 persone

20 persone sono state multate per una festa in casa e altre 4 per aver violato il coprifuoco.

Nella notte di sabato, intorno alle 2.25, la polizia è intervenuta in una festa privata in via San Zanobi, zona piazza Indipendenza a Firenze, e le 20 persone che hanno trovato sono state multate per violazione delle norme anticovid che proibiscono assembramenti fra non-congiunti nelle regioni classificate come Zona Arancione.

L’intervento della Polizia è stato sollecitato dalla segnalazione dei vicini infastiditi dalla musica troppo alta. Arrivati sul luogo, gli agenti hanno appurato che era in corso una festa. Il padrone di casa è un ragazzo di venticinque anni, tra i partecipanti alla festa anche uno straniero che è stato denunciato perchè privo di permesso di soggiorno in regola.

Sempre nella sera di ieri, a Firenze, sono state sanzionate quattro donne. Le cittadine multate si trovavano in piazza Vittorio Veneto dopo le 22. In questo caso la chiamata alla polizia è arrivata proprio dalle tre ragazze fiorentine che sono poi state multate. Le ragazze accusavano la quarta donna, di nazionalità brasiliana, di aver aggredito una di loro dopo che si era rifiutata di concederle l’elemosina. La donna brasiliana è stata anche denunciata perchè non in regola con la normativa sull’immigrazione e per aver pronunciato offese nei confronti degli agenti intervenuti.

Anche negli scorsi fine settimane diverse persone erano state multate per violazione delle norme anticovid a Firenze e provincia. I controlli si erano intensificati dopo che il Sindaco di Firenze Dario Nardella aveva fatto appello ai cittadini di rispettare le norme e si era rivolto alla Prefetta di Firenze Alessandra Guidi di aumentare i controlli sul territorio. La speranza del Sindaco era quella di contenere i numeri del contagio ed evitare il rientro della Toscana in Zona Arancione, cosa che tuttavia non è stata evitata.

L'articolo Nel fine settimana sono state multate 24 persone proviene da www.controradio.it.

Giorno Ricordo: Firenze; medaglia memoria a Francesca Bronzin

Giorno Ricordo: Firenze; medaglia memoria a Francesca Bronzin

Una medaglia in memoria di Francesca Bronzin, vittima delle foibe: è stata consegnata oggi, in occasione del Giorno del Ricordo, dal prefetto di Firenze Alessandra Guidi a Claudio Bronzin, in ricordo della zia.

La medaglia è il riconoscimento che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella concede al fine di conservare e rinnovare la memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo dalla loro terra degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della vicenda del confine orientale.

“Le molteplici occasioni commemorative organizzate oggi nella città di Firenze per il Giorno del Ricordo – ha detto il prefetto Guidi – confermano come in tutta la nostra collettività sia fortemente sentito il dovere di porre attenzione su questo
capitolo tragico della nostra storia, per molti anni confinato nell’oblio. Si deve alla lotta strenua degli esuli e dei loro discendenti se oggi questa terribile vicenda è entrata a far parte del patrimonio storico-culturale nazionale, accettato e
condiviso, conquistando la dignità della memoria”.

Per Guidi, “come evidenziato dal nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’avversario da battere è quello dell’indifferenza, del disinteresse e della noncuranza, che si nutrono della mancata conoscenza della storia e che sono il presupposto per l’odio, la vendetta e la discriminazione. Il Giorno del Ricordo ha la finalità di essere un monito costante avverso i regimi totalitari che opprimono i cittadini e schiacciano le minoranze, negando i diritti fondamentali delle persone, e consolida l’obiettivo di difendere gli istituti democratici, rafforzare l’unità nazionale e promuovere il dialogo e la collaborazione
tra Stati e popoli”.

Il prefetto ha poi aggiunto che “le appassionate parole di Bronzin, testimone diretto dell’attentato di Vergarolla in cui perse la vita la zia Francesca, ci restituiscono il significato vero della sofferenza e della forza di chi attraverso quella tragica esperienza ha contribuito a consegnare alle generazioni
future un Paese libero e democratico”.

L'articolo Giorno Ricordo: Firenze; medaglia memoria a Francesca Bronzin proviene da www.controradio.it.

82 multe per assembramenti nel weekend a Firenze

82 multe per assembramenti nel weekend a Firenze

Nel fine settimana i controlli intensificati delle Forze dell’Ordine per prevenire gli assembramenti hanno portato a 82 multe e alla chiusura di 4 attività commerciali.

Dopo l’annuncio della scorsa settimana fatto dal Sindaco Dario Nardella su Facebook, in cui annunciava l’intensificarsi dei controlli per contrastare gli assembramenti durante il fine settimana, la Prefettura di Firenze ha comunicato che negli ultimi due giorni sono state controllate 3481 persone e 324 attività commerciali e hanno multato 82 persone e chiuso 4 negozi.

I controlli congiunti della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della guardia di finanza e delle Polizia Municipali erano stati richiesti dal Sindaco Dario Nardella che gli aveva annunciati, insieme ad un appello al senso civico dei cittadini, per allontanare il rischio di un aumento nei contagi e una retrocessione della Toscana da Zona Gialla a Zona Rossa.

La Prefetta Alessandra Guidi ha risposto alla richiesta del Sindaco. Tra le persone sanzionate in città, 12 giovani, di cui cinque trovati a stazionare, oltre le ore 18 in Largo Annigoni, in violazione dell’ordinanza comunale, mentre gli altri sette, tutti minorenni, controllati in piazza Alberti e piazza Nannotti sono stati sanzionati per la violazione del divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Delle 324 attività commerciali verificati, due sono quelli chiusi a Firenze, rispettivamente in zona Borgo La Croce e via Gioberti. Gli altri due negozi chiusi si trovano in provincia. Lo scorso venerdì sera, i carabinieri della compagnia di Firenze hanno accertato che un salone da parrucchiere gestito da un cittadino cinese in zona Peretola, alle 22.40 esercitava ancora la propria attività, con sei clienti all’interno. Il gestore e i sei clienti sono stati sanzionati amministrativamente con annessa sospensione dell’attività commerciale per cinque giorni.

Nella stessa serata i carabinieri della stazione di Montelupo Fiorentino hanno sanzionato due titolari di un bar/ristorante operante in quel centro aperto al pubblico oltre l’orario consentito e con all’interno sette clienti seduti ai tavoli intenti a consumare la cena, ugualmente sanzionati. Sospensione cautelare dell’attività per cinque giorni. Nella serata di sabato 6 febbraio, a seguito di segnalazione, i carabinieri della compagnia di Scandicci sono intervenuti presso un agriturismo in Impruneta, zona Colleramole, dove si stava svolgendo una festa. A seguito dei controlli sono stati multati il gestore e 37 presenti.

L'articolo 82 multe per assembramenti nel weekend a Firenze proviene da www.controradio.it.

Gli assembramenti valgono un rimprovero del Sindaco

Gli assembramenti valgono un rimprovero del Sindaco

Il Sindaco Dario Nardella ammonisce via Facebook le persone che hanno creato assembramenti, secondo lui eccessivi, durante il weekend. E minaccia provvedimenti.

La situazione contagi in Toscana è in miglioramento costante da diversi giorni, la decrescita resta tuttavia lenta. I recenti numeri relativi al contagio hanno fatto inserire la Toscana in Zona Gialla e hanno consentito un parziale ritorno alla normalità per alcune attività commerciali. Soprattutto, la riduzione delle restrizioni ha influito sul numero di persone in circolazione e nei ritrovi all’aperto generando un numero preoccupante di assembramenti.
Il Sindaco Dario Nardella ha rilasciato un comunicato tramite facebook per condannare gli assembramenti: “I raggruppamenti festaioli di questi fine settimana rischiano davvero di vanificare tutti gli sforzi fatti da cittadini e imprese per rimanere Gialli a Firenze e in Toscana”.
Ha confermato che le Forze dell’Ordine sono al lavoro per contenere gli assembramenti attraverso sanzioni: “Ieri i nostri agenti, polizia municipale e polizia di Stato, hanno lavorato tutta la sera e sanzionato decine di persone nella zona di Sant’Ambrogio, Borgo La Croce e Cure. Mi vedrò presto con la Prefetta -Alessandra Guidi, ndr- per intensificare nuovamente controlli e sanzioni”.
Il Sindaco Dario Nardella ha poi concluso con toni più distesi, facendo appello al senso di responsabilità individuale: “Capisco la voglia di divertirsi e di uscire, dopo mesi di restrizioni, ma in questo modo rischiamo di avere l’effetto contrario. Serve la collaborazione di tutti: il contagio è ancora elevato, non possiamo permettere che la maggioranza paghi per il comportamento irresponsabile di pochi”.

L'articolo Gli assembramenti valgono un rimprovero del Sindaco proviene da www.controradio.it.

Giorno della Memoria, il Covid non ferma le iniziative on line a Firenze

Giorno della Memoria, il Covid non ferma le iniziative on line a Firenze

“In questo tempo così particolare nel quale siamo costretti a limitare le tante iniziative che potremmo organizzare per onorare il Giorno della Memoria – spiega l’assessore alla cultura della Memoria Alessandro Martini – ho pensato di organizzare una serie di appuntamenti, sul canale Youtube del Comune, per proporre di focus specifici sui vari aspetti che riguardano anche le mie altre deleghe.

Per esempio per quanto riguarda la cultura della legalità, ho voluto richiamare il valore del far memoria attraverso alcuni approfondimenti sul percorso di norme e legislazione che, a partire dagli anni 20-30 del secolo scorso, che in qualche modo contribuì alla tragedia che onoriamo nel Giorno della Memoria. Negli altri appuntamenti approfondiremo gli aspetti legati al ruolo delle diverse confessioni religiose nella costruzione di comunità capaci di fare giusta memoria per guardare al futuro con sguardi positivi e l’impegno odierno degli amministratori, responsabili della vita pubblica sul territorio, insieme alle associazioni come Aned e Anpi per mantenere vivi i valori su cui si fonda la nostra comunità soprattutto verso le nuove generazioni”.

L’evento clou sarà ovviamente nella giornata del 27 gennaio quando, al  si svolgerà una cerimonia a porte chiuse (con diretta Youtube) con il sindaco Dario Nardella, il prefetto Alessandra Guidi, rappresentanti della Regione, delle associazioni Aned (Associazione nazionale ex deportati), Anei (Associazione nazionale ex internati militari), Anvcg (Associazione nazionale vittime civili di guerra) e della Comunità ebraica. “Ringrazio i tecnici della direzione servizi informatici del Comune per il loro determinante contributo a supporto delle nostre iniziative che permette ai cittadini di partecipare seppur da remoto” conclude l’assessore Martini.

Ecco l’elenco degli appuntamenti.

INIZIATIVE DELL’ASSESSORATO ALLA CULTURA DELLA MEMORIA

Tre incontri in streaming con Collegamento pubblico tramite diretta streaming sul Canale YouTube del Comune di Firenze. Si inizia venerdì 22 gennaio (alle 15) con l’appuntamento su “Memoria e Legalità”. Confronto tra rappresentanti istituzionali, del terzo settore e del mondo economico e produttivo, coordina Giuseppe Quattrocchi consigliere speciale del sindaco per la Legalità. Il secondo appuntamento è in programma martedì 26 gennaio (sempre alle 15) sul tema “Fede, Dialogo e Memoria”. Le Confessioni Religiose si confronteranno sul tema della memoria. L’ultimo appuntamento venerdì 29 gennaio (alle 15) sarà invece dedicato a “Memoria, Territorio e Impegno”. Confronto tra amministratori in collaborazione con ANED e ANPI.

Due gli eventi in programma mercoledì 27 gennaio. Alle 11 la cerimonia al Memoriale di Auschwitz (ex 3) in viale Giannotti. Evento in presenza per un numero limitato di invitati (secondo le norme covid)  e collegamento pubblico tramite diretta streaming sul Canale YouTube del Comune di Firenze. Alle 12.30 Intitolazione “Largo Vincenzo Giudice” in viale Strozzi angolo via Valfonda in collaborazione con il corpo della Guardia di Finanza.

 

INIZIATIVE DEL CONSIGLIO COMUNALE

All’interno del consiglio comunale di lunedì 25 gennaio (alle 16) interverrà la maestra di pianoforte Sofia Tapinassi che ha lavorato al progetto “Lasciammo il campo cantando”  sulla divulgazione delle attività musicali nel campo di concentramento di Theresienstadt. Interverrà anche la vice presidente dell’Aned Sara Burberi. A seguire ci saranno gli interventi dei consiglieri.

Mercoledì 27 gennaio, alle 17, in modalità on line in diretta streaming sul canale Youtube, la tavola rotonda dal titolo “Dalla Shoah negata al Porrajmos dimenticato: i prodotti dell’odio”. Saluti iniziali di Luca Milani, Presidente del consiglio comunale di Firenze.

Saranno presenti:

Alessandro Martini, assessore ai rapporti con le confessioni religiose e alla cultura della memoria del Comune di Firenze.

Donata Bianchi, Presidente della 7° Commissione consiliare: pace e diritti umani del Comune di Firenze.

Luca Bravi, Università degli Studi di Firenze.

Eva Rizzin, Centro di Ricerche Etnografiche e di Antropologia applicata “Francesca Cappelletto” (CREAa) dell’Università degli Studi di Verona.

Enrico Fink, Presidente del Consiglio della Comunità Ebraica di Firenze.

Claudio Vercelli, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

 

INIZIATIVE DEI QUARTIERI

Quartiere 2

Il Quartiere 2, in collaborazione con l’editrice Giuntina, organizza la presentazione del libro “L’ebreo inventato – Luoghi comuni, pregiudizi, stereotipi” a cura di Saul Meghnagi e Raffaella Di Castro (Editrice Giuntina). La registrazione della presentazione sarà disponibile sul canale Youtube del Quartiere 2 a partire dal 27 gennaio. Partecipano alla presentazione: Enrico Ricci, presidente Commissione cultura del Quartiere 2, gli autori Saul Meghnagi e Raffaella Di Castro.

Quartiere 3

Il Quartiere 3 organizza, insieme ad Aned (Associazione Nazionale ex deportati), la visione di un video sulla deportazione. Il breve documentario riporta immagini, in originale, della liberazione dei deportati dai vari campi di concentramento. Il video verrà trasmesso sul canale Youtube del Quartiere 3 il 27 gennaio alle 18.

Quartiere 4

Il Treno della Memoria. Tra presente e passato. Videoconferenza in diretta sul canale Youtube del Quartiere 4 venerdì 29 gennaio alle 17.30. Attraverso la lettura di vari testi affidati al pensiero e agli occhi di diverse generazioni si cercherà di riflettere sul senso e la storia di una giornata commemorativa così importante.

Saluti iniziali di Alessandro Martini, Assessore al decentramento e alla memoria del Comune di Firenze.

Saranno presenti:

Mirko Dormentoni, Presidente del Quartiere 4.

Beatrice Barbieri, Presidente Commissione Servizi Educativi e Culturali del Quartiere 4.

Franco Quercioli, Anpi Isolotto e Archivio Movimento di Quartiere.

Marta Baiardi, esperta e studiosa della deportazione ebraica, Istituto storico della Resistenza.

Laura Piccioli, Presidente della sezione fiorentina Aned.

Alcuni studenti dei diversi gradi delle scuole del Quartiere.

Quartiere 5

Il Quartiere 5 ricorda, il 27 gennaio alle 10, Gino Bartali “Giusto tra le Nazioni”. Un ricordo di “Ginettaccio”, campione nello sport e nella vita, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per il coraggio con cui salvò centnaia di ebrei dalla deportazione, trasportando i documenti nella sua bicicletta. L’evento, in collaborazione con la Compagnia Teatri d’Imbarco, sarà visibile in diretta sul canale Youtube del Quartiere 5 e sulla pagina Facebook del Quartiere 5 “avvienenelq5”.

Sempre mercoledì 27 gennaio alle 17 sul canale Youtube del quartiere 5 e sulla pagina Facebook “avvienenelq5” lo spettacolo teatrale “Destinatario Sconosciuto” di Katherine Kressmann Taylor. Adattamento teatrale di Tommaso Capecchi. A cura di “Dietro le Quinte Teatro”.

Domenica 31 gennaio, alle 18 la Compagnia Teatri d’Imbarco presenta Beatrice Visibelli e Balagan Cafè Orkestar, diretta da Enrico Fink in “C’era una volta nel Ghetto. I giorni dell’insurrezione del ghetto di Varsavia. A seguire contributi video di Wlodeck Goldkorn, giornalista e curatore dell’opera di Marek Edelman, Ugo Caffaz, consulente politiche della Memoria della Regione Toscana ed Enrico Fink, presidente della Comunità ebraica di Firenze. La visione dello spettacolo sarà sulla piattaforma Zoom. Contattare info@teatridimbarco.it oppure tramite whatsapp al numero 3294187925.

 

LE BIBLIOTECHE COMUNALI

In occasione del Giorno della memoria le Biblioteche comunali propongono bibliografie tematiche, proposte di lettura da leggere in digitale su DigiToscana MediaLibraryOnLine e alcuni incontri online.

Per esempio alla Biblioteca delle Oblate mercoledì 27 gennaio ore 17 su piattaforma Zoom ci sarà il laboratorio ‘Alla (Pseudo) Ricerca della (Quasi) pura Razza italiana’: attraverso l’analisi delle parole e delle immagini contenute nelle pagine digitalizzate della rivista “La difesa della razza” si metteranno in luce le strategie con cui la propaganda agì per diffondere il razzismo in Italia e al tempo stesso si evidenzieranno così le debolezze e i controsensi di meccanismi che ebbero (e potrebbero ancora avere) le spaventose conseguenze che conosciamo. A cura di Francesco Degl’Innocenti, docente di Storia e filosofia. La partecipazione è gratuita per un massimo di 25 persone. Il link per seguire l’iniziativa sarà comunicato al momento dell’iscrizione. Per informazioni e prenotazioni scrivere a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it o telefonare al numero 0552616523. Sempre alle Oblate altro incontro online mercoledì 27 gennaio alle ore 17.30 su piattaforma Zoom: presentazione del libro di Marco Di Porto “Una voce sottile” (Giuntina, 2020), insieme a Shulim Vogelmann, all’interno della  rassegna Leggere per non dimenticare curata da Anna Benedetti.

Alla Biblioteca Mario Luzi ci saranno ‘I fumetti della memoria’, un viaggio attraverso le immagini dei più significativi autori di graphic novel e graphic journalism che hanno raccontato l’orrore dello sterminio programmato di interi popoli, intrecciando il realismo della fotografia con il linguaggio del racconto a fumetti, da Art Spiegelmann a Emmanuel Guibert per arrivare a Nora Krug. La mostra è visitabile da lunedì 25 gennaio al 13 febbraio. Per accedere alla biblioteca è necessario prenotare al numero 055 669229 oppure scrivendo a bibliotecaluzi@comune.fi.it

Alla Biblioteca Dino Pieraccioni mercoledì 27 gennaio ore 16.00 su piattaforma Zoom l’evento ‘Dar voce ai ricordi per non dimenticare’, lettura ad alta voce di brani tratti da “La notte” di Elie Wiesel e “Se questo è un uomo” di Primo Levi a cura del Gruppo La Voce delle Parole Associazione Taralluzzi.

La BibliotecaNova Isolotto propone giovedì 28 gennaio ore 17.30 una diretta sulla propria pagina Facebook su ‘Il bambino nella neve’, incontro con Wlodek Goldkorn, scrittore e giornalista, nato in Polonia che vive in Italia dal 1968. Autore di saggi sull’ebraismo, sul Medio Oriente e l’Europa centrale, collabora con La Repubblica e L’Espresso. Con “Il bambino nella neve” (Feltrinelli, 2016), Goldkorn ci narra la storia di un bambino nato da genitori scampati agli orrori della seconda guerra mondiale, che abitava in una casa abbandonata dai tedeschi in fuga, ancora piena di piatti e mobili provvisti di svastica, che crebbe nel vuoto di una memoria familiare impossibile da raccontare. Sempre sulla pagina Facebook della BiblioteCaNova Isolotto il giorno seguente, 29 gennaio ore 17.30, ‘Il treno della memoria tra passato e presente’, con i saluti iniziali di Alessandro Martini, Assessore al decentramento e alla memoria del Comune di Firenze e Franco Quercioli, ANPI Isolotto e Archivio Movimento di Quartiere, Marta Baiardi, esperta e studiosa della deportazione ebraica, ISRT-Istituto Storico Toscano della Resistenza, Laura Piccioli, presidente della sezione fiorentina ANED, e alcuni studenti dei diversi gradi delle scuole del Quartiere 4. Coordina Mirko Dormentoni, Presidente del Quartiere 4.

Alla Biblioteca Filippo Buonarroti mercoledì 27 gennaio ore 16 il gruppo di lettura della biblioteca si ritrova per commentare il romanzo di Diane Ackerman “La signora dello zoo di Varsavia” e l’omonimo film diretto da Niki Caro. La partecipazione è on line, gratuita, su prenotazione. Le indicazioni per il collegamento saranno comunicate via mail dalla biblioteca. Sabato 30 gennaio ore 10.30 ci sarà l’iniziativa ‘Leggiamo insieme’, letture per bambini dai 3 ai 6 anni sul tema della tolleranza, amicizia e diversità, a cura dello staff della biblioteca. La partecipazione è on line, gratuita, su prenotazione. Le indicazioni per il collegamento saranno comunicate via mail dalla biblioteca.

Il programma completo delle Biblioteche comunali a questo link: https://cultura.comune.fi.it/dalle-redazioni/giorno-della-memoria-2021

L'articolo Giorno della Memoria, il Covid non ferma le iniziative on line a Firenze proviene da www.controradio.it.