Firenze: alberi +8% in 5 anni

Firenze: alberi +8% in 5 anni

Alla fine del mandato il numero totale degli alberi presenti in città sfiorerà gli 80 mila esemplari, con un aumento dell’8% rispetto al 2014, quando c’erano 74 mila piante. I nuovi alberi piantati sono stati 13.239, a fronte di 6218 alberi in meno. In cinque anni sono stati aperti 9 nuovi parchi e giardini e molti sono stati riqualificati.

Questi alcuni dati contenuti nel Bilancio arboreo 2014-2019 del Comune, presentato dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini, e disciplinato dalla legge 10/2013.
“In questi anni – ha sottolineato l’assessore – abbiamo dovuto fronteggiare, oltre al fisiologico invecchiamento delle piante, anche l’avvio di importanti cambiamenti climatici e una decina di eventi atmosferici eccezionali tra pioggia, nubifragi, uragani, che hanno accelerato una riflessione sull’importanza della prevenzione e della gestione del rischio. Ecco perché abbiamo puntato sulla sostituzione delle piante malate con altre giovani e sui controlli: le Visual tree assessment (Vta) e le prove di trazione sono state 105 mila in totale”.

Secondo quanto fa sapere palazzo Vecchio, in cinque anni sono andati perduti 6218 alberi, di cui 1815 crollati proprio per gli eventi atmosferici estremi, mentre quasi 3500 erano secchi o valutati in classe D, quella di massima propensione al cedimento. Contemporaneamente però è partito un importante piano di sostituzioni e implementazione così che i nuovi alberi sono stati 13.239 (numero che comprende quelli che saranno piantati in autunno per cogliere le migliori condizioni stagionali), così da portare il saldo largamente in positivo. Gli investimenti in questo settore sono stati pari a 8,7 milioni di euro. “Faccio anche notare – ha aggiunto l’assessore Bettini – che i nuovi alberi superano il numero di nuovi nati, pari a 13.207 bambini, allineandoci perfettamente con la legge di un albero per ogni nato”.

palazzo Vecchio fa poi sapere che le varietà arboree presenti in città sono al 63% caducifoglie e al 37% sempreverdi. La varietà più diffusa è il tiglio (12% del totale), seguito da quercia (11%), cipresso (10%), bagolari, pini, platani, olivo, acero, olmo, frassino pioppo. Sono 12 gli alberi monumentali di alto pregio naturalistico, tra i quali il cedro del Libano di Villa Favard (alto 24 metri e con un tronco di 580 centimetri di circonferenza), una palma del Cile nel parco della villa di Rusciano, alta 15 metri una quercia a Mantignano, alta 20 metri, un’altra all’ippodromo delle Mulina alta 30 metri, un olmo in piazza Vittorio veneto, alto 23 metri e raro esempio di longevità date le patologie che affliggono questa specie.
Oltre agli alberi aumenta anche il patrimonio verde che passo da 7.731.127 metri quadrati a oltre 8 milioni, con un incremento di circa 3,7%. Il verde procapite è aumentato dal 20,49 al 20,69 metri quadrati, sempre in cinque anni.

Nove i parchi e giardini a disposizione della città al termine del mandato: Giardino di Ponte a Greve, Giardino Officine Galileo, Parco Don Renzo Forconi, Boschetti Lapi e Tivoli, Giardino del Guarlone, Giardino Via del Gelsomino, Giardino Largo Porta Leopolda, Giardino Michela Noli, Parco del Mensola. Ventitre sono invece i luoghi tra giardini e piazze riqualificati per una superficie complessiva di 513 mila metri quadrati e un investimento di 3,4 milioni di euro, dal giardino di Borgo Allegri a quello di via Maragliano, da piazza Santa Maria Novella a Santo Spirito, dal giardino della Stazione a piazza della Libertà, da piazza Elia Dalla Costa e viale dei Bambini e villa Vogel. “Nelle prossime settimane – ha ricordato l’assessore – partiranno i lavori per piazza Indipendenza, l’area cani in piazza d’Azeglio, l’area giochi di piazza medaglie d’oro, due nuove aree giochi alle Piagge (dove ne sono previste in totale 11 nuove), e la bonifica di via Schiff”.

L'articolo Firenze: alberi +8% in 5 anni proviene da www.controradio.it.

Riapre Parco Villa Ruspoli rigenerato grazie ai cittadini

Riapre Parco Villa Ruspoli rigenerato grazie ai cittadini

Riaprirà con una nuova veste, domenica 31 marzo, il Giardino di Villa Ruspoli (via di Montughi, 61, FI) che era chiuso dallo scorso novembre per lavori di restauro. A rigenerare questo spazio verde della città sono stati i cittadini dell’associazione Amici della Terra, con il loro progetto vincitore del bando Paesaggi Comuni della Fondazione CR Firenze in collaborazione con il Comune di Firenze e con gli Angeli del Bello.

Tantissimi i soggetti coinvolti: il centro dell’Età Libera di Via Bini, Firenze Orienteering, l’Associazione Culturale Compagnia Giovanni delle Bande Nere, Condominio solidale, in relazione con le realtà attive nella zona come il Circolo Ricreativo La Pietra, l’Associazione la Fonte, e Firenze Statuto in Transizione, lavorerà al miglioramento strutturale del parco secondo i principi di condivisione e rigenerazione, e lo animerà socialmente, coinvolgendo in diverse attività la popolazione del quartiere.

“Uno spazio verde della città viene restituito alla cittadinanza – sottolineano l’assessora all’ambiente Alessia Bettini ed il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli – che grazie a molte realtà associative torna a nuova vita. Ci teniamo a ringraziare Danilo Lastri che, per molti anni, ha tenuto aperto questo spazio verde. Un luogo che riapre per favorire lo stare insieme e che, finalmente, torna fruibile per tutti i fiorentini”.

Il Giardino è un’area che necessita di animazione e e costante manutenzione per non vanificare i non pochi investimenti che il Comune di Firenze vi ha profuso. Così le associazioni si sono impegnate ad una rigenerazione del parco, anzitutto curando l’oliveto, simbolo della agricoltura e della cultura della nostra campagna, ora parte della città. Assieme all’uso sociale del frutteto esistente ed ai percorsi ambientali rapprensenterà il cuore della rigenerazione, avvicinando scuole e cittadini attraverso percorsi partecipativi. Con questo progetto il giardino è più accessibile, con una piccola area di sosta temporanea per i mezzi di servizio e per consentire l’accessibilità sicura ai visitatori portatori di handicap, per indicazioni chiare sui percorsi e gli orari dei mezzi pubblici, dei parcheggi presenti in zona, dei percorsi a piedi è stata creata una pagina Facebook (https://www.facebook.com/villaruspoli/).

Tante saranno le iniziative sociali all’interno del giardino: dai centri estivi ad attività come l’educazione ambientale, l’orienteering, le ricostruzioni storiche, l’educazione volta al rapporto con gli animali da compagnia, feste legate ai raccolti, la preparazione alla festa dell’albero, didattiche volte alla comunicazione.

Grazie all’atmosfera rilassata il parco è anche un luogo dove trasferire parte della Biblioteca ambientale degli Amici della Terra che sarà messa a disposizione del pubblico, assieme ad un servizio di scambio gratuito di libri.

Sulle panchine restaurate e sui tavoli è possibile conversare e leggere, come tenere feste di compleanno o di classe, o dei gruppi di anziani del quartiere.

Chiunque potrà seguire i lavori e la preparazione delle attività, e chiedere informazioni, grazie al sito web ed alla pagina Facebook che gli Amici della Terra della Toscana hanno già appositamente creato e messo in rete: amicidellaterratoscana.blogspot.com

Apertura giornaliera senza soluzione di continuità, giorni festivi inclusi, e con i seguenti orari:

Gennaio- Marzo: 8,00-17,00

Aprile – Settembre: 8,00 – 20,00

Ottobre – Dicembre: 8,00 – 17,00

 

L'articolo Riapre Parco Villa Ruspoli rigenerato grazie ai cittadini proviene da www.controradio.it.

Stop mozziconi: Tenax distribuisce posacenere portatili

Stop mozziconi: Tenax distribuisce posacenere portatili

L’iniziativa della discoteca Tenax. L’assessora Bettini: “Una bella campagna di sensibilizzazione contro un rifiuto più diffuso della plastica”

Stop ai mozziconi di sigaretta abbandonati: la discoteca Tenax di Firenze lancia una campagna di sensibilizzazione su questo tema e distribuirà gratuitamente un migliaio di posacenere portatili. L’iniziativa partirà stasera e si protrarrà per altri tre venerdì (il 29 marzo e il 5 e 12 aprile). A parlarne, oggi in una conferenza stampa a Palazzo Vecchio, sono stati l’assessore all’ambiente Alessia Bettini e due dei soci del Tenax, Francesco Falli Volterrani, e Marco Mannini.

Si parte stasera con la serata “Mamacita” e dj vari, si prosegue il 29 marzo con la serata “Mitology” in collaborazione con Radio Mitology e il dj Enrico Tagliaferri, il 5 aprile con il concerto live “Colle der Fomento”, e infine venerdì 12 aprile con la serata “Febbre da ’90”, revival musica ed allestimenti anni ’90. Nel corso delle serate verranno distribuiti i posacenere (in plastica rigida e a chiusura ermetica) e saranno promosse informazioni sui rischi del fumo e sui danni all’ambiente che i mozziconi producono.

“Sosteniamo convintamente questa campagna di sensibilizzazione – ha dichiarato l’assessora Bettini – che porta proprio dove ci sono i giovani informazioni e buone pratiche per salvaguardare salute e ambiente. I mozziconi di sigaretta, che purtroppo spesso vengono abbandonati per strada con troppa leggerezza, sono il tipo di rifiuto più diffuso al mondo e occorrono molti anni per il suo smaltimento”. “Non è un caso – ha aggiunto – che questa campagna venga fatta partire da una discoteca, luogo di aggregazione giovanile, dato che sono in particolare i giovani ad essere maggiormente attenti ai temi ambientali, come il recente ‘sciopero del clima’ ci ha insegnato”.

“Il Tenax – hanno spiegato Falli e Mannini – è da sempre sensibile all’educazione dei suoi frequentatori: dopo le campagne per la sicurezza stradale, contro il fumo e per  l’uso consapevole di alcol, adesso vogliamo lanciare un messaggio a tutela dell’ambiente. Dopo la sostituzione di tutte le lampade con alternative a basso consumo e l’utilizzo di energia al 60% proveniente da fonti rinnovabili grazie al gestore, presto metteremo anche pannelli solari sul tetto”.

L'articolo Stop mozziconi: Tenax distribuisce posacenere portatili proviene da www.controradio.it.

Accordo Comune Firenze-Booking su turismo responsabile, a partire dai rifiuti

Accordo Comune Firenze-Booking su turismo responsabile, a partire dai rifiuti

Accordo tra Comune di Firenze e Booking.com per promuovere il turismo responsabile e diffondere le linee guida per un corretto comportamento.

Da oggi chi prenoterà attraverso il portale riceverà nella mail di conferma il decalogo per il rispetto della città e il corretto smaltimento dei rifiuti. E’ l’obiettivo della collaborazione tra
Comune di Firenze e il portale, grazie al lavoro dell’assessora al Turismo Cecilia Del Re e dall’assessora all’Ambiente Alessia Bettini insieme al regional manager italiano di Booking.com Alberto Yates.
“Prosegue l’impegno per il turismo responsabile che si arricchisce oggi della collaborazione con Booking.com – ha detto Del Re -. Una collaborazione che renderà le campagne
EnjoyRespect e Alia sempre più forti e capillari: chi prenoterà attraverso Booking.com riceverà nella mail di conferma due comunicazioni: la prima, relativa alla campagna EnjoyRespect, con il decalogo delle buone regole per godersi Firenze
rispettandola e la seconda relativa al corretto smaltimento dei rifiuti, con l’indicazione di tutte le postazioni per la raccolta differenziata, in più lingue”.
“I turisti che vengono a Firenze – ha sottolineato Bettini – sono i benvenuti, ma devono rispettare la città. Mettere a loro disposizione le linee guida di comportamento per salvaguardare al meglio il decoro e anche tutte le informazioni per una corretta raccolta dei rifiuti è uno strumento importante per evitare gli effetti indesiderati del turismo di massa”. Secondo Yates l’obiettivo dell’accordo è “aiutare e educare in merito al riutilizzo e alla riduzione dei rifiuti”.

L'articolo Accordo Comune Firenze-Booking su turismo responsabile, a partire dai rifiuti proviene da www.controradio.it.

Alberi a Firenze: 13 mila nuovi per 6 mila caduti o tagliati in 5 anni

Alberi a Firenze: 13 mila nuovi per 6 mila caduti o tagliati in 5 anni

13 nuovi alberi e quasi 9 milioni di euro di investimenti nel patrimonio arboreo, 9 nuovi parchi e giardini aperti e 23 riqualificati per oltre 3 milioni di euro. Questi alcuni dei numeri del bilancio di cinque anni di mandato dell’assessorato all’Ambiente che vengono presentati oggi pomeriggio a Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessora all’ambiente Alessia Bettini.

Il tema delle alberature al centro della relazione e anche delle polemiche di questi anni rispetto ai tagli e alle sostituzioni.Quartiere 3

Sentiamo un estratto della stessa Bettini ospite questa mattina di Chiara Brilli in Benscavato vecchia talpa.

L'articolo Alberi a Firenze: 13 mila nuovi per 6 mila caduti o tagliati in 5 anni proviene da www.controradio.it.