Degrado, Nardella: lavori socialmente utili per chi sporca la città

Degrado, Nardella: lavori socialmente utili per chi sporca la città

Lavori socialmente utili contro chi sporca e imbratta le citta’. E’ la proposta che il sindaco di Firenze Dario Nardella girera’ ai candidati in lizza per entrare in Parlamento.

“Nessuno puo’ usare la citta’ come fosse casa propria. Visto che ci saranno le elezioni- spiega intervenendo a Lady Radio- io chiedero’ a tutti i candidati un impegno per rendere piu’ severe certe regole che riguardano piccoli reati o illeciti, come i parcheggiatori abusivi, chi imbratta o sporca”.

Per Nardella, quindi, servono “un po’ di lavori socialmente utili. Se si trova uno che imbratta una parete, che la sporca, che fa violenza sull’arredo urbano, tutte cose che non c’entrano niente con i murales o con la libera espressione della creativita’, si prende e si mette due settimane a pulire i muri della citta’”. Lo sfogo del primo cittadino nasce delle scritte apparse nella nuova passerella dell’Isolotto pochi giorno dopo l’inaugurazione dell’opera. Un gesto che “e’ il segno dell’incivilta’. Per questo io insisto sul progetto di rimettere un’ora obbligatoria di educazione civica con voto in tutte le scuole. Perche’ tutto comincia da li’, dall’educazione”.

In riferimento alla passerella nei giorni scorsi una task force guidata dall’assessora comunale Alessia Bettini ha ripulito le scritte spray. L’iniziativa si è svolta in collaborazione con gli Angeli del Bello.

Bettini sul suo profilo facebook ha reso conto anche di altre iniziative anti degrado che si sono svolte in questi giorni in città: 

“In occasione di un sopralluogo in piazza Santo Spirito ho notato che il mascherone in marmo della fontana era stato coperto da scritte e alcuni lampioni da adesivi…ho avvertito gli uffici competenti del nostro Comune (servizio “Belle Arti”) che prontamente hanno provveduto a rimuovere le #scrittevandaliche e che ringrazio per la tempestività”.

L'articolo Degrado, Nardella: lavori socialmente utili per chi sporca la città proviene da www.controradio.it.

Mostra Internazionale di Bonsai e Suiseki

Mostra Internazionale di Bonsai e Suiseki

🔈Firenze, l’Associazione Toscana Amatori Bonsai e Suiseki ha presentato la manifestazione/contest ‘Natura d’Inverno’ che si svolgerà presso il Giardino dell’Orticultura di Firenze nel bellissimo ambiente del Tepidarium Roster.

La Mostra di Bonsai e Suiseki si svolgerà nelle date 5 / 6 / 7 Gennaio 2018, con inaugurazione il 5 Gennaio alle ore 17:30.

Gimmy Tranquillo ha intervistato la presidente dell’Associazione Simona Hirsh e l’assessora all’ambiente del Comune di Firenze Alessia Bettini:

Programma della manifestazione:

Venerdì 5 Gennaio
9.00 – 16.30 Consegna piante e allestimento
17.30 – Inaugurazione Mostra con ospiti d’onore e autorità

Sabato 6 Gennaio
9.00 – 18.30 Mostra di Bonsai e Suiseki
9.30 – 11.00 Conferenza a cura di Bruno Proietti Tocca: Terricci – caratteristiche chimiche fisiche.
14.00 – 16.00 Conferenza a cura di Massimo Bandera: La KOKUFU, la principale mostra giapponese tra immagini e metodi di giudizio in premiazione.
16.00 – 18.30 Conferenza a cura di Daniela Schifano: La poesia nei Suiseki
20.30 – 23.00 Cena con premiazione dei partecipanti(*)

Domenica 7 Gennaio
9.00 – 18.30 Mostra di Bonsai e Suiseki
09.30 – 11.00 Conferenza a cura Guido Pozzoli: vasi giapponesi antichi. 15.30 – 17.00 Conferenza a cura di Tiberio Gracco: La magica alchimia tra vasi e Bonsai
18.30 Chiusura della manifestazione

(*) Si prega di prenotarsi entro 6/12/2017, inviando una mail a bonsaifirenze@libero.it

L'articolo Mostra Internazionale di Bonsai e Suiseki proviene da www.controradio.it.

Quartiere 3, piantati 60 nuovi alberi

Quartiere 3, piantati 60 nuovi alberi

Firenze, sono terminate, nel Quartiere 3, le operazioni per mettere a dimora 60 nuovi alberi.

Grazie a questo intervento, che ha riguardato l’area verde di via Baccarini / via Caruel al Bandino, nel Quartiere 3, sono stati piantati 20 esemplari di gleditsia e 40 melia, alberi  particolarmente resistenti alla siccità, nonché numerosi gruppi di cespugli.

“Si è creato un piccolo polmone verde in una zona che non aveva alberi ad alto fusto – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo – una scelta che permetterà di mitigare il clima durante l’estate e catturare la quantità maggiore possibile di polveri inquinanti. Proseguiamo continuando a investire risorse per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo dati: arricchire il patrimonio arboreo della città piantando 3mila nuovi alberi entro la prossima primavera e 10mila alberi entro la fine della legislatura”.

L'articolo Quartiere 3, piantati 60 nuovi alberi proviene da www.controradio.it.

Ristrutturazione del Parco dell’Anconella

Investimento 200mila euro per completare la ristrutturazione del Parco dell’Anconella
Approvata oggi in giunta delibera dell’assessore Bettini.Ancora investimenti per la ristrutturazione del Parco dell’Anconella. Il nuovo pacchetto di interventi, del valore di 200mila di euro, è stato deciso questa mattina grazie all’approvazione, da parte della giunta, di una delibera dell’assessore all’ambiente Alessia Bettini.

 

 

Il programma dei lavori prevede la sistemazione della pavimentazione del viale dei platanie dei lecci, la messa a dimora di altri alberi, la ristrutturazione dell’anfiteatro, delle aree ludiche e dell’isolotto della vasca.

«Non dimentichiamo – ha sottolineato l’assessore Bettini – che tra il 2016 e il 2017 sono già stati piantati oltre 200 alberi, portando quasi a compimento la piantumazione prevista per completare la componente arborea del Parco».
Quanto all’anfiteatro si comincerà con il ripristino dei gradini danneggiati. Subito dopo verranno sistemati due punti luce ed una fornitura elettrica da utilizzare, ad esempio, in occasione di spettacoli. All’isolotto della vasca sarà ritinteggiato il ponticino di legno a doghe che collega al prato, sostituita la pavimentazione in legno e l’intera staccionata. Nell’attuale area giochi ne arriverà uno nuovo con tanto di torri, scivoli e ponti formato da due blocchi separati, come a ricostruire un intero villaggio. Sono previsti anche tre gazebi per garantire ombra ai frequentatori. L’attuale percorso vita, utilizzato per il fitness, che si trova oltre le vasche, sarà sostituto da uno nuovo, sempre nella stessa area.
Il sistema fognario del fontanello sarà recuperato per far defluire bene le acque di scolo ed è previsto un collegamento con quello centrale del parco.
Quanto ai viale dei platani e dei lecci, infine, sarà sistemata la pavimentazione.
«Proseguiamo nel lavoro per restituire ai fiorentini, riqualificato, il Parco dell’Anconella – ha detto l’assessore Bettini – in questo sforzo non solo abbiamo investito importanti risorse ma abbiamo anche rispettato la tabella di marcia che ci eravamo dati dopo la tromba d’aria del 1° agosto 2015. Se gli obiettivi che ci siamo dati sono stati quasi completamente raggiunti è anche grazie ai privati, penso a Legacoop Toscana e a General Electric, ma anche ai fiorentini che hanno a cuore la propria città come quelli raccolti nel ‘Comitato per la ricostruzione dell’Albereta-Anconella’. Il parco dell’Anconella deve tornare ad essere uno dei più importanti ‘polmoni verdi’ della nostra città».
«Continua con forza, dopo i danni causati dall’uragano del 1° agosto 2015 – ha rilevato il Presidente del Quartiere 3 Alfredo Esposito – l’impegno di valorizzazione di un’area che rappresenta uno dei principali luoghi di aggregazione sociale del nostro quartiere e punto di riferimento per grandi e piccini. Con questo ulteriore intervento consolidiamo tutte le funzioni del parco e continueremo ad investire per fare in modo che questa importante area verde della città possa diventare più bella di prima»