🎧 Firenze, lancio della corona di alloro, per ricordare vittime alluvione

🎧 Firenze, lancio della corona di alloro, per ricordare vittime alluvione

Firenze, tradizionale lancio della corona di alloro, dal ponte alle Grazie, per ricordare le 35 vittime accertate dell’alluvione del 4 novembre 1966.

È stato il cardinale Ernest Simone a benedire l’Arno primo del lancio della corona. “Gesù ha creato tutte le leggi divine, da buoni cattolici dobbiamo mettere Gesù al primo posto – ha detto -. Dobbiamo amare e pregare, è questo che conta. Viva il popolo di Firenze e d’Italia”.

In podcast le dichiarazioni del Questore di Firenze, Filippo Santarelli e dello stesso Cardinale Simoni, raccolte da Gimmy Tranquillo.

Nella mattinata si sono susseguiti vari appuntamenti per ricordare l’alluvione del 1966 e anche il 40mo anniversario della legge di riforma della Polizia di Stato, motivo per cui la polizia è stata ospite speciale della giornata.

Al cimitero di San Felice a Ema è stata deposta una corona di alloro sulla tomba di Carlo Maggiorelli, addetto alla sorveglianza degli impianti idrici dell’acquedotto dell’Anconella, vittima dell’alluvione.

Successivamente, nella basilica di Santa Croce, è stata celebrata la tradizionale Santa Messa presieduta da monsignor Luigi Innocenti, cappellano della polizia di Stato di Firenze e accompagnata dalla fanfara musicale della polizia di Stato, diretta dal maestro Secondino De Palma. Sono stati letti, come ogni anno, i nomi delle vittime.

Tra i discorsi commemorativi quelli del presidente del Consiglio comunale Luca Milani, del presidente dell’Opera di Santa Croce Cristina Acidini, del Questore Filippo Santarelli, del Padre Guardiano di Santa Croce Fra Giancarlo Corsini. Presente anche il vicesindaco Alessia Bettini (il sindaco Dario Nardella è impegnato in una missione istituzionale a Lipsia).

“Abbiamo visto purtroppo come i fenomeni estremi sul clima sono sempre in aumento – ha spiegato Bettini -. Dobbiamo tutti impegnarci per cercare di prevenire, intervenendo sulla messa in sicurezza ma anche creando una consapevolezza”. Bettini ha parlato anche della rete degli Angeli del fango, che dette un grande contributo in quei giorni di dolore: “Li ringrazio così come ringrazio – ha affermato – tutte le associazioni di volontariato che si preparano nei momenti di ‘calma’ per poter essere poi pronti a intervenire in caso di emergenza”.

Tra le proposte, fatta dall’Associazione ‘Firenze Promuove’ anche quella che Papa Paolo VI possa diventare compatrono della città di Firenze.

L'articolo 🎧 Firenze, lancio della corona di alloro, per ricordare vittime alluvione da www.controradio.it.

Firenze dà cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

Firenze dà  cittadinanza onoraria  al Milite Ignoto

Il riconoscimento è stato dato a 100 anni dalla sua tumulazione con una cerimonia al Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio alla presenza del vicesindaco Alessia Bettini la quale ha dichiarato che si tratta di “un atto importante per onorare e coltivare la memoria, quello di oggi”

“Un atto importante per onorare e coltivare la memoria, quello di oggi”. Con queste parole la vicesindaca di  Alessia Bettini ha commentato la  cittadinanza onoraria di Firenze al Milite Ignoto, decisa dal  Comune per il giovane senza nome, simbolo del sacrificio dell’Italia intera nella Prima Guerra Mondiale. Il riconoscimento è stato dato a 100 anni dalla sua tumulazione con una cerimonia al Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

“Ricordare la nostra storia – aggiunge Bettini – è antidoto per non ripetere gli errori del passato. La storia di questo giovane senza nome ci ricorda l’importanza di anteporre il bene collettivo a quello individuale, un aspetto fortemente attuale al giorno d’oggi”.

Come spiegato dal presidente del Consiglio comunale  di Firenze Luca Milani “abbiamo risposto alla richiesta formulata dal presidente dell’Anci Antonio De Caro, che ha fatto propria una richiesta del gruppo delle Medaglie d’oro al Valor militare d’Italia, al fine di riconoscere, in ogni luogo la paternità di quel soldato caduto che, per 100 anni, è stato volutamente ignoto e che invece diventerà così cittadino di ogni Comune italiano”.

Per l’occasione è stato illuminato col tricolore l’ex tribunale di piazza San Firenze e si è svolto anche il concerto, promosso da Anbima (Associazione nazionale Bande Musicali Italiane) con il Gruppo delle medaglie d’oro al Valor Militare e l’Istituto Geografico Militare dell’Orchestra Filarmonica di Firenze Rossini, ‘Milite Ignoto, Cittadino d’Italia’.

L'articolo Firenze dà cittadinanza onoraria al Milite Ignoto da www.controradio.it.

🎧 Restyling per 3800 cartelli e oggetti stradali nel centro storico

🎧 Restyling per 3800 cartelli e oggetti stradali nel centro storico

Firenze, scatta il restyling per 3800 cartelli e oggetti stradali nel centro storico di Firenze, il progetto, a cura di Global Service, è stato presentato dalla vice sindaca Bettini e dall’assessore Giorgetti.

Il progetto prevede il restyling, pulizia o ripristino di 3800 tra cartelli, specchi parabolici, delineatori di ostacolo, targhe in marmo, qualsiasi tipo di elemento di segnaletica verticale così come i loro supporti, e poi parapedonali e dissuasori di sosta come paletti, chiodi fiorentini e Philippi, danneggiati, imbrattati o coperti da adesivi o scritte che ne impediscono una corretta visuale.

In podcast l’intervista alla vicesindaca Alessia Bettini e l’assessore alla mobilità, trasporto pubblico locale e Polizia Municipale Stefano Giorgetti.

Il progetto riguarda la zona del Centro Storico, in particolare la zona ‘di qua d’Arno’ fino a viali. Ha previsto una prima fase di analisi e monitoraggio condotta da tecnici AVR che per oltre tre settimane a piedi, con l’ausilio di un tablet, hanno registrato le anomalie presenti nelle diverse categorie e associato il tipo di lavorazione con cui procedere: pulizia, sostituzione o ripristino per supporti, segnaletica verticale e targhe, pulizia, riverniciatura, sostituzione o ripristino per parapedonali e dissuasori di sosta. Per ogni oggetto monitorato è stata compilata una scheda riepilogativa indicante stato di conservazione, stato di funzionalità, oltre a foto e indicazioni di ubicazione.

Sono 3.787 in totale gli elementi in cui sono state riscontrate criticità su cui intervenire. Tra questi 1.438 cartelli stradali con anomalie, quindi danneggiati, coperti (da adesivi, scritte spray, imbrattature di qualsiasi genere) o sbiaditi, di cui 1.068 da sostituire o ripristinare e 370 da pulire da scritte o adesivi. I supporti danneggiati sono 1.084, di cui 1.021 da pulire da adesivi e scritte e 63 da sostituire o ripristinare. Sono stati censiti anche elementi come specchi parabolici, targhe in marmo e delineatori speciali di ostacolo: 314 sono emersi con anomalie di cui 232 sono risultati da pulire e 82 da sostituire o ripristinare. Infine, relativamente a parapedonali e dissuasori di sosta, 951 sono quelli con anomalie, di cui 680 da riverniciare, 253 da sostituire o ripristinare e 18 da pulire.

Il progetto è partito il 30 agosto scorso e al 26 settembre 2021 sono stati eseguiti 177 interventi, nello specifico 59 cartelli sostituiti, 57 cartelli puliti, 1 targa sostituita, 1 specchio sostituito, 2 supporti sostituiti, 56 supporti puliti, 1 dissuasore sostituito.

Quanto al resoconto dell’attività Global Service dall’inizio dell’anno, sono oltre 9300, per la precisione 9322, gli interventi gestiti tra gennaio e settembre del 2021. Di questi, in maggioranza, 3.515, riguardano la pavimentazione (2.860 pavimentazione carreggiata, 641 pavimentazione marciapiedi, 14 pavimentazione piste ciclabili), 3.528 la segnaletica (di cui 1.305 orizzontale e 2.223 verticale), 458 arredo urbano, dispositivi ritenuta, dissuasori, 1.067 sicurezza e decoro urbano, 403 tombini, griglie e caditoie, 92 rastrelliere. Sono 76.583 i metri quadrati di pavimentazioni stradali riqualificate e 14.508 quelli di segnaletica orizzontale eseguita. Sono 3.492 i posti auto e 1.730 i posti moto tracciati con la segnaletica. Le segnalazioni provengono in particolare dalla Polizia Municipale, 3.838, dai tecnici AVR, 2.922, e dal sistema GeTiCo in cui confluiscono le segnalazioni dei cittadini al Contact Center, agli sportelli URP dei quartieri e all’app +Firenze, 1589.

Queste le strade oggetto di asfaltature nel 2021: via Giovanni Segantini, via Giacomo Zanella, via de’ Vespucci, via Benedetto Marcello, via delle Carra, via Guido Alessi, viale Redi, via Vittorio Fossombroni, via Jugoslavia, piazza Stazione, viale Europa, via della Torretta (marciapiede), via Cittadella, via delle Ghiacciaie, via Lulli, via Pietro Toselli, via Boccherini, via Bonaventura Berlinghieri, via Lippo Memmi, via Liberale da Verona, via Pietro Benvenuti, via Galileo Chini, via Bolognese, via San Domenico, via Sestese, via dei Bastioni, via del Monte alle Croci, via Santa Lucia, via Palazzuolo, via Felice Cavallotti, via dei Vanni, via Giovanni Paisiello, via Ridolfi, piazza Indipendenza, piazzale Porta Romana, via Guglielmo Marconi, via Aretina, via Ludovico Cigoli.

Sono stati eseguiti ripristini puntuali della pavimentazione con fresatura nelle seguenti strade: via Antonio Canova (parcheggio), via Gaspare Aselli, viale XI agosto, via Sestese, via San Donnino, via Campania, via Pistoiese (rotonda), via della Giovine Italia, via della Certosa – Via Volterrana, via Francesco Baracca, viale Eleonora Duse, via di Soffiano. Eseguiti ripristini puntuali della pavimentazione lapidea in via Laura, via Santa Elisabetta, via de’ Vecchietti, viale dei Pini, viale Amendola, via Santa Monaca (in corso).

Nel corso del 2021, inoltre, sono stati realizzati 14.508 metri quadri di segnaletica orizzontale ed in particolare sono 802 gli attraversamenti pedonali ripassati. Sono inoltre stati portati a termine 342 interventi di mobilità su elementi della segnaletica orizzontale e verticale che hanno riguardato 188 interventi su rastrelliere, 133 ripassi di stalli disabili e 56 nuove installazioni di stalli disabili.

Tra gli interventi di manutenzione rientrano quelli sulla segnaletica orizzontale eseguiti in termoplastico. Utilizzato sulla pavimentazione lapidea e in quegli attraversamenti in cui, a causa del traffico, l’usura è maggiore, è stato impiegato in particolare nell’area ZTL del centro di Firenze. Gli interventi, tra fine 2020 e inizio 2021, hanno interessato oltre 80 vie della città.

 

L'articolo 🎧 Restyling per 3800 cartelli e oggetti stradali nel centro storico da www.controradio.it.

“Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura

“Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura

Musica, arte, moda, danza, teatro saranno al centro dell’iniziativa “Madre natura 2021” in programma mercoledì 8 settembre dalle 19 al Giardino dell’Orticoltura. Una rassegna interdisciplinare promossa dall’associazione culturale FuoriScena e organizzata da Leonardo Margarito (attivista politico e organizer) ed Edoardo di Biasi (studente PROGEAS e art director), con il sostegno del Comune di Firenze, con l’intento di mettere in relazione varie tipologie di espressione creativa: musica, pittura, scultura, moda, danza, teatro. Saranno protagoniste numerose realtà del nostro territorio, botteghe artigiane, e artisti di spicco del panorama fiorentino come Gianmaria Vassallo. Madrina della serata sarà Zia Caterina di Taxi Milano 25.

Gli spettatori saranno accolti dalle Guide Turistiche Fiorentine insieme ad Elena Petrioli. Si comincerà con la poesia e la letteratura di Roberto Orlandini, a seguire una dimostrazione di musica dell’Orchestra “I Musici del Gran Principe” di Samuele Lastrucci (presso la Loggetta Rinascimentale). Dalle 20 esibizioni di danza a cura della scuola A.s.d La Salsa Cubana e poi una sfilata di moda all’interno del Tepidarium Roster. E ancora, le esibizioni degli attori Tommaso Carli, Vincenzo De Caro e Fabrizio Mocata e del cantautore fiorentino Gianmaria Vassallo e della Band Rock H-SO. Le mostre del MUSEO A CIELO APERTO si terranno nelle vicinanze del Tepidarium Roster e vi resteranno per tutta la durata della serata.

L’evento, sostenuto dal Comune di Firenze, è promosso dall’Associazione Culturale (senza scopo di lucro) FuoriScena in collaborazione con la Confederazione Nazionale Artigianato Piccola e Media Impresa ( CNA FederModa Firenze, Responsabile Tiziana Trillo ), l’Associazione Rondinella del Torrino, Noel Maggini (Stylist e Creative Director ed il suo staff), Stacy Wear di Alessia Scarpelli, Ecclesedé di Leonardo Cipollini e Conad Firenze.

“Un’iniziativa che nasce da un moto spontaneo e genuino di cittadinanza attiva, un gruppo di giovani che si rimbocca le mani e mette assieme tante belle realtà del nostro territorio. – commenta la vicesindaca Alessia Bettini -. Il risultato è un evento davvero interessante che dimostra come facendo rete si riesca a promuovere dal basso delle vere e proprie eccellenze della nostra città”.

“I giovani e l’associazionismo culturale – sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – sono una delle più fertili ricchezze della nostra città: fa piacere vedere che così tanti ragazzi abbiano a cuore Firenze e cerchino di promuoverla con un mix di cultura, spettacoli, artigianato”

L'articolo “Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura da www.controradio.it.

A1: aperta terza corsia a Firenze Sud

A1: aperta terza corsia a Firenze Sud

A1: aperta alla circolazione da questa mattina la nuova terza corsia a Firenze Sud. Opera di 5 km di lunghezza su entrambe le carreggiate.

Aperta stamani al traffico sull’autostrada del Sole A/1, e già transitata dai veicoli, la nuova terza corsia nel tratto fra i caselli di Firenze Sud e Incisa.

Il nuovo tratto è diventato percorribile per la prima volta dalle 6. Si tratta di un nuovo tracciato che si estende per 5 km di lunghezza con piattaforma complessiva di 15 metri di
larghezza. E’ costituito, sia in direzione nord sia in direzione sud, da tre corsie di marcia più una corsia di emergenza.

Questo progetto di Autostrade per l’Italia comprende anche la costruzione di una galleria artificiale fonoassorbente ‘Antella’ e il potenziamento del già esistente viadotto ‘Ema’.

Cerimonia di inaugurazione nella mattina con il presidente e l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, rispettivamente Giuliano Mari e Roberto Tomasi, il presidente della Toscana, Eugenio Giani, il sindaco di Bagno a Ripoli (Firenze) Francesco Casini, la vicesindaca di Firenze Alessia Bettini.

 

Esodo, chilometri di coda di notte tra Firenze e Val d’Arno

Chiusure per lavori in A1, caos partenze e mezzi pesanti

Una coda di almeno 10 chilometri si è formata nella notte sulla statale 69 della Val d’Arno a poche ore dall’annunciata riapertura del tratto autostradale Firenze sud-Incisa. Molti i disagi, soprattutto per quanti stavano cercando di raggiungere l’aeroporto di Firenze per
partire per le vacanze estive, rimasti imbottigliati per ore tra gli svincoli delle uscite obbligatorie e sulla statale.
L’anticipo delle partenze, favorito anche dal caldo di questi giorni, si è accavallato con un traffico di mezzi pesanti particolarmente intenso, in vista dei divieti annunciati per i prossimi giorni.

L'articolo A1: aperta terza corsia a Firenze Sud da www.controradio.it.