Crisi Governo, Petraglia (SI): CSX riparta da redistribuzione fiscale e cancellazione DL sicurezza

Crisi Governo, Petraglia (SI): CSX riparta da  redistribuzione fiscale e cancellazione DL sicurezza

Intervista con l’ex senatrice di Sinistra italiana che dice: Salvini non è il dominus del parlamento, è la Costituzione che detterà i tempi della crisi. E sull’alleanza con il PD: si parta dai contenuti

“oggi giornata crucciale per leggere la crisi al buio innescata da Salvini: dipenderà da come M5S si comporterà in aula, dando seguito o meno all’ansia di voto del leader leghista” spiega Petraglia. Che a proposito della dialettica con il Pd, a Roma come in Toscana, dice: “la nostra richiesta è sempre la stessa, si parta dai contenuti e dalle priorità che per noi sono sempre le stesse ovvero il lavoro, una politica fiscale finalizzata alla  redistribuzione e la cancellazione dei vergognosi DL sicurezza. Su questa basi si può ragionare altrimenti è giusto ridare la parola agli elettori come si fa in democrazia”

 

L'articolo Crisi Governo, Petraglia (SI): CSX riparta da redistribuzione fiscale e cancellazione DL sicurezza proviene da www.controradio.it.

Inchiesta Multicons, Petraglia (SI): “troppe denunce inascoltate”

Inchiesta Multicons, Petraglia (SI): “troppe denunce inascoltate”

L’ex senatrice di Sinistra Italiana interviene sull’inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari l’imprenditore Stefano Mugnaini, deus ex machina del consorzio Multicons, messo agli arresti domiciliari due giorni fa a seguito di un’inchiesta di Finanza e carabinieri che lo accusano di fatture false per 17 milioni di euro con relativa evasione fiscale di tre milioni.

L’indagine, coordinata dal pm Leopoldo De Gregorio e diretta dal capo della procura, Giuseppe Creazzo, trae origine da un controllo sull’utilizzo di alcuni fondi pubblici, erogati per l’accoglienza dei migranti, da parte del consorzio, che negli ultimi anni ha gestito diversi centri attraverso le cooperative consociate. Le società, attive nella provincia di Firenze e, in particolare, nell’empolese, secondo gli inquirenti, in molti casi avrebbero omesso il versamento delle imposte dovute e, in alcuni, anche dei contribuiti previdenziali, nonché emesso diverse fatture con importi notevolmente aumentati rispetto al reale a favore della società consortile, diminuendone così in modo consistente il reddito.

Sempre secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, alcune di esse, attive per brevi periodi, venivano rappresentate da soggetti prestanome dell’indagato italiani e stranieri, in alcuni casi anziani o con precedenti penali, che, alla chiusura, ne svuotavano i conti correnti per restituire i soldi.

Il provvedimento cautelare newi confronti di Mugnaini  è stato emesso dal Gip Antonio Pezzuti, a seguito dell’accusa di aver evaso 3 milioni di euro nel periodo 2012-2017, attraverso l’emissione di fatture false per circa 17 milioni di euro. Complessivamente, allo stato, la Guardia di Finanza e i Carabinieri hanno posto sotto sequestro 3 case, tra cui una residenza estiva, nonché diversi conti correnti, le cui disponibilità finanziarie sono in corso di accertamento.

 

L'articolo Inchiesta Multicons, Petraglia (SI): “troppe denunce inascoltate” proviene da www.controradio.it.