‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo

‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo

“Torna ‘Percorso Azzurro – Lilt for men’, la campagna lanciata a livello nazionale dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori nel mese di novembre, per diffondere la cultura della prevenzione anche nell’uomo. L’iniziativa a Firenze è in collaborazione con la S.C. Nefrologia OSMA, guidata dal dr. Pietro Claudio Dattolo, e supportata dai Comuni di Firenze e Scandicci. A Firenze, il 28 novembre, verrà illuminata la Fontana del Nettuno in piazza Signoria grazie al sostegno dell’assessore a Welfare Andrea Vannucci e di Silfi spa.”

Il comunicato stampa del Comune di Firenze riporta: “In Italia sono proprio gli uomini quelli a cui vengono diagnosticati più tumori maligni: si stima che su 371.000 nuovi casi di tumore maligno, circa 196.000 vengano diagnosticati negli uomini. I dati ci dicono che 1 uomo su 9 si ammala di tumore alla prostata (37.000 casi) e quello ai testicoli è la neoplasia maschile più frequente tra gli under 50. La prevenzione e la diagnosi precoce oggi sono le armi più efficaci contro il cancro per questo LILT lancia una campagna informativa e propone controlli dedicati.

<<Il Comune di Firenze aderisce al ‘Percorso azzurro – Lilt for men’ perché crediamo fortemente nell’importanza della prevenzione – dichiara l’assessore a Welfare e Sanità Andrea Vannucci – grazie alla quale si possono salvare tante vite umane. Per questa occasione siamo al fianco di Lilt illuminando di azzurro la Fontana del Nettuno in piazza Signoria”. “Con i suoi operatori e volontari – continua Vannucci -, la Lilt svolge a livello nazionale e locale un’importante e preziosa attività per quanto riguarda la prevenzione, l’assistenza domiciliare e la riabilitazione oncologica. Con il Biancone illuminato di blu vogliamo accendere i riflettori sui tumori della sfera genitale maschile e sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Facendo controlli regolari, infatti, il tumore può essere sconfitto>>.

<< Non è facile convincere gli uomini a sottoporsi a questo tipo di controlli – afferma il presidente LILT Firenze Alexander Peirano – perché molto spesso sono tematiche considerate tabù. Nelle donne c’è più attenzione alla diagnosi precoce dei tumori femminili e il nostro obiettivo deve essere quello di informare al meglio affinché anche il sesso maschile faccia propria la cultura della prevenzione in particolare per questo tipo di tumori. La sensibilizzazione è anche rivolta alla istituzioni perché con la prevenzione si migliora la qualità della vita e si riducono le spese sanitarie e ringrazio gli assessori alla salute dei Comuni di Firenze e Scandicci, Andrea Vannucci e Andrea Franceschi, per essere al nostro fianco. Un grazie particolare ai nostri medici e a quelli della S.C. Nefrologia OSMA diretti dal dr. Dattolo, per essersi messi ancora una volta a completa disposizione dell’associazione>>.

<< Puntiamo con sempre più convinzione alla cultura della prevenzione – dice l’assessore alle Politiche socio sanitarie del Comune di Scandicci Andrea Franceschi – prendersi cura di sé è la migliore delle abitudini, ed è il fattore che assieme alla ricerca scientifica contribuisce maggiormente alla qualità della vita e alla salute diffusa, specialmente nelle nostre comunità in cui la vita media è costantemente in aumento. Un apprezzamento particolare va al lavoro di Lilt e a questa iniziativa: l’obiettivo infatti è accrescere la consapevolezza di quanto sia importante la prevenzione anche negli uomini, che solitamente sono più restii delle donne a fare controlli regolari >>.

La campagna per prevenire questi tumori occorre innanzitutto conoscerli: sarà disponibile l’opuscolo informativo “Proteggiti dai colpi bassi”, con informazioni, dati e consigli per la prevenzione dei tumori dell’apparato genitale maschile a 360 gradi. L’opuscolo e la campagna affrontano, infatti, non solo il più noto cancro alla prostata, ma anche i meno conosciuti tumori al testicolo e al pene.

Il 29 novembre, inoltre, sarà possibile effettuare visite di controllo gratuite. La LILT Firenze sarà presente in piazza della Resistenza a Scandicci con l’unità mobile dell’Associazione e i medici che hanno aderito alla Campagna, dalle 9,30 alle 18.

Per prenotare una visita basta chiamare la sede LILT allo 055.576939.”

L'articolo ‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo proviene da www.controradio.it.

Prevenzione del tumore al seno: convegno sabato 12 ottobre e finissage della mostra “Ferite” di Maria Chiara Cecconi

Prevenzione del tumore al seno: convegno sabato 12 ottobre e finissage della mostra “Ferite” di Maria Chiara Cecconi

Prosegue il progetto ideato e curato da Maria Chiara Cecconi nel mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno. Sabato 12 ottobre (ore 17) si terrà il convegno sulla prevenzione del tumore al seno e Finissage della mostra “Ferite” dell’artista toscana. 

Nel convegno di sabato 12 ottobre, nella Sala Wanda Pasquini alle Murate, dopo i saluti di Nicola Armentano, Teresita Mazzei (presidente dell’Ordine dei medici di Firenze), Gianni Amunni (direttore generale Ispro), Alexander Peirano, interverranno Giovanna Masala, Doralba Morrone, Paola Mantellini, con le testimonianze di alcune pazienti. La mostra di Maria Chiara Cecconi è aperta dalle 16 alle 19,30. A conclusione del convegno, domani dalle 19 alle 20, finissage della mostra e aperitivo.

“Il progetto “Ferite” nasce da un mio bisogno e dalla volontà di trasformare un’esperienza di intima sofferenza in un linguaggio che possa trovare occhi che vi si riconoscano”, ha detto l’artista Maria Chiara Cecconi.

“Un evento inedito che coniuga arte, Sociale e sanità – sottolinea Laura Monaldi nel suo testo critico –  unendo all’esposizione artistica di opere dedicate al delicato tema del tumore al seno anche un importante Convegno legato alla prevenzione”.

L'articolo Prevenzione del tumore al seno: convegno sabato 12 ottobre e finissage della mostra “Ferite” di Maria Chiara Cecconi proviene da www.controradio.it.