🎧 Maggio Musicale Fiorentino: da maggio a ottobre 6 concerti in Toscana

🎧 Maggio Musicale Fiorentino: da maggio a ottobre 6 concerti in Toscana

Il 27 maggio a Massa in piazza degli Aranci, l’8 luglio a Volterra, il 15 luglio a Siena (Piazza del Campo), l’1 settembre a Grossetoe il 25 ad Arezzo. Il 18 un concerto diretto da Daniele Gatti, in una location della Toscana ancora da definire.

In podcast l’intervista al Governatore toscano Giani e al sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino, Alexander Pereira, a cura di Lorenzo Braccini. 

Il Maggio Musicale Fiorentino ha presentato i prossimi concerti che si volgeranno in Toscana.  Il primo concerto il 27 maggio a Massa in piazza Aranci, con la direzione di Zubin Mehta. A questa data seguirà un concerto Volterra l’8 luglio con la direzione di Manfred Honeck, poi il 15 luglio di nuovo Zubin Mehta a Piazza del Campo a Siena. L’1 settembre presso la Cava di Roselle a Grosseto salirà sul podio il maestro Theodor Guschlbauer, nello stesso mese, il 18 è previsto un concerto diretto da Daniele Gatti in una sede in Toscana che verrà presto confermata e infine il 25 ottobre ad Arezzo sarà Andrès Orozco-Estrada a dirigere l’Orchestra del Maggio.

Il sovrintendente Alexander Pereira nel presentare il programma ha detto: “Sin dal primo giorno che sono arrivato a Firenze ho parlato sempre di ‘Maggio Toscano’ oltre che di Maggio Fiorentino: è importante riuscire a trasmettere il messaggio che il nostro non è solo il Teatro di Firenze, ma di tutta la Toscana. Sono davvero felice di poter realizzare questo progetto: portare le nostre eccellenze artistiche in Regione oltre a direttori del calibro di Zubin Mehta e Daniele Gatti. Un modo anche per far conoscere il Maggio in quante più località possibile, cercando anche di stimolare il pubblico a venire poi nel nostro Teatro. Il Maggio è qualcosa di speciale e mi rende molto felice che ogni volta che portiamo la nostra musica, veniamo subito invitati a ritornare”.

Il sovrintendente ha poi concluso: “Per il prossimo anno mi piacerebbe molto di poter portare il Requiem di Teodulo Mabellini, compositore pistoiese a Pistoia e siccome nella prossima stagione al Maggio metteremo in scena il Faust di Ferruccio Busoni, vorrei che potessimo eseguirlo magari in forma concertante a Empoli.”

Questo il calendario dei sei concerti:

27 maggio- Massa, Piazza Aranci: 

Direttore: Zubin Mehta

Wolfgang Amadeus Mozart

Sinfonia n. 39 in mi bemolle maggiore K. 543

Sinfonia n. 40 in sol minore K. 550

Sinfonia n. 41 in do maggiore K. 551, Jupiter

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

8 luglio- Volterra:

Direttore: Manfred Honeck

Ludwig van Beethoven Coriolano Ouverture

Ludwig van Beethoven – Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112

Ludwig van Beethoven Fantasia Corale

Pianista Andrea Lucchesini

Strauss/Honeck- Elektra Suite

Coro e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

15 luglio- Siena, Piazza del Campo ore 21.30:

Direttore: Zubin Mehta

Ludwig van Beethoven Ouverture ed estratti dal Prometeo

Pëtr Il’ič Čajkovskij Variazioni su un tema rococò per violoncello e orchestra, op. 33

Solista: Antonio Meneses

Pëtr Il’ič Čajkovskij Sinfonia n. 4

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

1 settembre- Grosseto, Cava di Roselle:

Direttore: Theodor Guschlbauer

Wolfgang Amadeus Mozart Sinfonia n. 35 K. 385 Haffner

Wolfgang Amadeus Mozart Concerto per pianoforte n. 27 K.595, pianista: Andrea Lucchesini

Wolfgang Amadeus Mozart Sinfonia n. 36 K. 425 Linz

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

settembre- luogo da definire

Direttore: Daniele Gatti

25 ottobre- Arezzo, Auditorium Guido d’Arezzo

Direttore: Andrès Orozco-Estrada

Franz Joseph Haydn Sinfonia n. 96 in re maggiore Hob:I:96

Maurice Ravel La valse, Poema coreografico

Richard Strauss Der Rosenkavalier, suite

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

L'articolo 🎧 Maggio Musicale Fiorentino: da maggio a ottobre 6 concerti in Toscana da www.controradio.it.

🎧 Maggio Musicale: secondo appuntamento con Roméo et Juliette, il 27 aprile

🎧 Maggio Musicale: secondo appuntamento con Roméo et Juliette, il 27 aprile

‘Roméo et Juliette’, di Charles Gounod, non è mai stata eseguita prima al Maggio e vedrà la regia di Frederic Wake-Walker e i due protagonisti: Juan Diego Flórez nel ruolo di Roméo e Valentina Naforniță nel ruolo di Juliette.

In podcast l’intervista al sovrintendente del Maggio Musicale Alexander Pereira, a cura di Lorenzo Braccini. 

Secondo appuntamento con il Maggio Musicale Fiorentino, giunto alla sua 84esima edizione, che porta in scena ‘Romeo et Juliette’. Mercoledì 27 aprile alle 20 la prima, poi in replica il 3,5 e 10 maggio sempre alle ore 20 e domenica 8 maggio alle 15,30. Sul podio della sala Mehta, alla guida del Coro e dell’Orchestra del Maggio ci sarà il maestro Henrik Nánási.

La regia di questa nuova produzione è di Frederic Wake-Walker che porta con sé quasi tutto lo staff creativo che è stato apprezzato per ‘Adriana Lecouvreur’, titolo inaugurale dell’83esimo Festival del 2021. Le scene di ‘Roméo et Juliette’ sono di Polina Liefers, i costumi di Julia Katharina Berndt, le coreografie di Anna Olkhovaya. Le luci sono curate da Peter Mumfond; Ergo Phizmiz è il videomaker.

La locandina di ‘Roméo et Juliette’ mette in lista un cast di assoluto rilievo con il celebre tenore Juan Diego Flórez, di ritorno al Maggio dopo il concerto del settembre 2020, che è Roméo; Valentina Naforniță, di recente fra i protagonisti nelle due messe in scena di ‘Così fan tutte’, la prima volta nel marzo 2021 con la direzione di Zubin Mehta e la seconda nel settembre 2021 con la direzione di Ádám Fischer, che è Juliette. Il ruolo di Stéphano è sostenuto da Vasilisa Berzhanskaya che torna al Maggio dopo essere stata Dorabella nel Così fan tutte della scorsa stagione e prima ancora Rosina nel Barbiere di Siviglia. Evgeny Stavinsky, di ritorno al Maggio anche lui dopo le recite del Barbiere di Siviglia dell’ottobre 2020, è Frère Laurent. Alessio Arduini, fra i protagonisti del recente ‘Lo sposo di tre’, e il marito di nessuna andato in scena nel febbraio 2022 è Mercutio e Giorgio Misseri, che torna al Maggio dopo Siberia di Giordano andata in scena a luglio 2021, nel ruolo di Tybalt. Con loro, completano il cast Francesco Milanese come Capulet, Francesco Samuele Venuti come Pâris, Lulama Taifasi come Benvolio, Adriano Gramigni, come Le Duc, Eduardo Martìnez Flores come Grégorio e Xenia Tziouvzras come Gertrude. Il maestro del Coro è Lorenzo Fratini.

Il sovrintendente Pereira ha aggiornato i giornalisti in conferenza stampa sulle condizioni di salute del maestro Zubin Mehta che lunedì scorso si è sottoposto ad un’operazione alla spalla a Los Angeles. Operazione che lo terrà lontanto dalla direzione de ‘Le Nozze di Figaro’. “Mehta sta bene – ha detto Pereira – e il 20 maggio arriverà a Firenze. Subito dopo l’operazione ha chiesto di mangiare il suo cibo preferito: ovvero quello indiano”.

Roméo et Juliette, Maggio Musicale Fiorentino
Una parte del cast di Roméo et Juliette

Una curiosità: la prima recita del 27 aprile segna il 155esimo “compleanno” dell’opera, andata in scena la prima volta, proprio, il 27 aprile 1867 al Théâtre Lyrique di Parigi.

Qui il programma completo dell’84esimo Maggio Musicale Fiorentino.

L'articolo 🎧 Maggio Musicale: secondo appuntamento con Roméo et Juliette, il 27 aprile da www.controradio.it.

🎧Maggio Musicale Fiorentino: ci sono importanti cambiamenti nella programmazione

🎧Maggio Musicale Fiorentino: ci sono importanti cambiamenti nella programmazione

Il maestro Franz Welser-Möst ha cancellato la sua presenza a Firenze a causa di una indisposizione. Il maestro Zubin Mehta, direttore emerito del Maggio Musicale, non dirigerà l’opera ‘Le nozze di Figaro’, in programma nel corso del Festival. Il ricavato del concerto verrà devoluto al Comune di Firenze per le iniziative che la Città sta organizzando per il sostegno dei profughi ucraini a Firenze.

Il sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino Alexander Pereira ha dato notizia di alcuni importanti cambiamenti nella programmazione della Stagione Sinfonica in corso e di un altrettanto importante cambiamento del calendario dell’84esima edizione del Festival del Maggio che riguarda il direttore emerito a vita del Maggio, Zubin Mehta. Il sovrintendente ha informato anche che per una indisposizione il maestro Franz Welser-Möst, ha cancellato i suoi impegni con il Maggio Fiorentino.

In podcast l’intervista a Pereira, a cura di Lorenzo Braccini

Il maestro Welser-Möst, avrebbe dovuto dirigere gli ultimi due appuntamenti sinfonici in programma il 6 e 10 aprile alle ore 20 nella Sala Mehta, prima dell’avvio dell’84esima edizione del Festival del Maggio Musicale, oltre al concerto pasquale nel Duomo di Orvieto, il 9 aprile. Il concerto del 6 aprile sarà diretto dal maestro Theodor Guschlbauer.

Sarà poi il maestro sir Mark Philip Elder a sostituire Welser-Möst. Sir Mark Philip sarà impegnato prima il 9 aprile nel Duomo di Orvieto alle ore 18 (il concerto sarà registrato da Rai 1 e trasmesso il 15 aprile – venerdì santo – in differita) e poi il 10 aprile alle ore 20 nella Sala Mehta del Teatro del Maggio.

Il sovrintendente Pereira ha dato notizia che il direttore emerito a vita del Maggio Musicale, Zubin Mehta, dovrà sottoporsi, a Los Angeles, a un intervento chirurgico ortopedico alla spalla destra, non più rimandabile. Gli impegni nel Festival del Maggio del maestro Mehta subiranno quindi delle variazioni e il maestro non potrà dirigere l’opera Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart, in programma al Teatro della Pergola. Il celebre allestimento con la regia di Jonathan Miller del 1992, messo in scena anche nel 2010, sarà ripreso di Georg Rootering. Comunque, Mehta con l’eccezione del suo impegno operistico, rispetterà tutti gli appuntamenti sinfonici previsti con l’unica variazione del cambio di data relativo al primo concerto.

Il programma del concerto in locandina il 6 aprile resta confermato integralmente (Franz Schubert, Sinfonia n. 2 in si bemolle maggiore D. 125 – Robert Schumann, Concerto in la minore op. 129 per violoncello e orchestra, violoncello solista Julia Hagen – Franz Schubert Sinfonia n. 3 in re maggiore D. 200). Il programma diretto dal maestro Elder sarà differente da quello inizialmente annunciato per il concerto diretto dal maestro Welser-Möst. Verranno eseguiti il Preludio dall’oratorio Die Schöpfung, “La Creazione”, di Franz Joseph Haydn, l’aria “Ah, lo previdi! Ah, t’invola agli occhi miei” in do minore K272 di Wolfgang Amadeus Mozart per soprano solo e orchestra, solista Mandy Fredrich e – “mai tanto adatta in questo periodo di forti tensioni belliche in cui l’invocazione finale è dona nobis pacem” ha detto Pereira – la Messa n. 9 in Do Magg (Missa in Tempore Belli) “Paukenmesse” di Franz Joseph Haydn con le voci soliste di Mandy Fredrich, Marie Claude Chappuis, Matthew Swensen, Alessandro Luongo. Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Direttore del Coro Lorenzo Fratini.

Al posto del maestro Mehta che diresse le due edizioni precedenti del Maggio Musicale è stato chiamato e ha dato la sua disponibilità, uno dei più eminenti direttori mozartiani, il maestro Marc Minkowski che solo lo scorso 20 marzo aveva diretto con grande successo un concerto sinfonico per la Stagione sinfonica 21/22. Le date delle rappresentazioni subiranno alcune modifiche: la prima rappresentazione viene anticipata al 7 maggio e le repliche sono previste il 14, 15 e 19 maggio. Il maestro Mehta avrebbe dovuto dirigerlo il 30 aprile, e verrà probabilmente spostato al mese di giugno in una data che si sta cercando di individuare e che sarà comunicata non appena possibile . In programma la Sinfonia n.1 Titan di Gustav Mahler e di Richard Strauss il poema sinfonico Also sprach Zarathustra, op.30. “Se ciò non sarà possibile – ha detto il sovrintendente – sarà un’altra bacchetta a salire sul podio”. Restano confermati il concerto del 26 maggio con le ultime tre sinfonie mozartiane, 39 in mi bem. magg. K543, 40 in sol min. K550 e 41 in do magg. K551 Jupiter e tutti i concerti successivi al Maggio.

È  confermato l’importante concerto offerto alla Città il 14 luglio quando il maestro Mehta dirigerà la Nona sinfonia di Ludwig van Beethoven (solisti Mandy Fredrich, Marie Claude Chappuis, AJ Glueckert, Florian Boesch) e poi il concerto conclusivo del Festival del Maggio Musicale, il 14 luglio con in programma di Ludwig van Beethoven Die Geschöpfe des Prometheus (Le creature di Prometeo), ouverture ed estratti, di Pëtr Il’ič Čajkovskij le Variazioni su un tema rococò per violoncello e orchestra op. 33 con Antonio Meneses solista la violoncello e sempre di Čajkovskij la Sinfonia n. 4 in fa minore op. 36.

L'articolo 🎧Maggio Musicale Fiorentino: ci sono importanti cambiamenti nella programmazione da www.controradio.it.

🎧 Festival del Maggio Musicale Fiorentino: 84ma edizione

🎧 Festival del Maggio Musicale Fiorentino: 84ma edizione

Firenze, presentata la 84ma edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino, che si terrà dal 12 aprile al 14 luglio 2022.

Questo Festival del Maggio Musicale Fiorentino, etichettato dal sindaco di Firenze Dario Nardella, “Targato Alexander Pereira”, propone tre mesi di opere, concerti, nel segno di Daniele Gatti e Zubin Mehta.

In podcast uno stralcio delle dichiarazioni del sindaco di Firenze, Dario Nardella e del Maestro Daniele gatti.

Una programmazione lirico sinfonica nel segno della Mitologia, dell’Amore e della fabula sei opere liriche, di cui cinque nuove produzioni: Orphée et Eurydice di Christopher Willibald Gluck, Roméo et Juliette di Charles Gounod, I due Foscari di Giuseppe Verdi, Ariadne auf Naxos di Richard Strauss, Acis et Galatée, di Giovan Battista Lulli e una ripresa, lo storico allestimento di Le Nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart per la regia di Jonathan Miller e otto appuntamenti sinfonici in abbonamento più il Concerto per Firenze diretto da Zubin Mehta in Cavea e il recupero del concerto diretto da Manfred Honeck, e un titolo per i bambini Ayda e l’amore fatale.

Di questo programma ben quattro opere rappresentano un inedito assoluto per il Maggio e per Firenze: Orphée et Eurydice, mai eseguita nella versione francese; Roméo et Juliette, I due Foscari, Acis et Galatée, mai messe in scena al Maggio. Con il Coro e l’Orchestra del Maggio, tre mesi di programmazione che vedono impegnati sul podio e sul palcoscenico alcuni dei più grandi nomi della scena lirica e sinfonico-concertistica internazionale a partire ovviamente da Zubin Mehta, direttore emerito a vita e, da questo Festival, di Daniele Gatti come direttore musicale del Maggio al quale sono affidate l’inaugurazione operistica del 12 aprile e quella sinfonica del 26.

Le opere del Festival saranno presentate in una serie di conferenze dal titolo “Prima le parole, poi la musica” tenute da Nicola Cattò, Alberto Mattioli, Maurizio Biondi, Giuseppe Rossi, Giangiorgio Satragni e Giovanni Vitali che vedranno la partecipazione dei cantanti e dei pianisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino.

L'articolo 🎧 Festival del Maggio Musicale Fiorentino: 84ma edizione da www.controradio.it.

Maggio musicale: inaugurazione con Mattarella per la nuova sala

Maggio musicale: inaugurazione con Mattarella per la nuova sala

Maggio musicale fiorentino: sarà inaugurata alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la sua ultima uscita pubblica da Capo dello Stato fuori da Roma, la nuova sala del Teatro, il 21 dicembre a Firenze.

Tra i molti ospiti della serata anche la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, i ministri della Cultura Dario Franceschini e dell’Interno Luciana Lamorgese, e il leader Iv Matteo Renzi. Il nuovo auditorium intitolato al maestro Mehta è realizzato per assicurare la migliore percezione acustica e poliedricità d’uso (il palcoscenico può trasformarsi in buca d’orchestra, dall’alto è possibile far calare sipario e arlecchino, lo spazio del coro può essere trasformato in posti per il pubblico e può ospitare dai concerti da camera alle opere liriche alle conferenze). Costruito in 900 giorni di lavoro potrà accogliere 1100 spettatori.

L’appuntamento cade a 10 anni dall’inaugurazione della prima sala del teatro fiorentino che vide un concerto diretto dallo stesso Mehta alla presenza dell’allora Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Anche stavolta il Maestro sarà sul podio per l’esecuzione della Messa a quattro voci di Giacomo Puccini e la settima sinfonia di Beethoven. Per il sindaco di Firenze e presidente della Fondazione del Maggio Dario Nardella “è un investimento importante che va a completare l’intera operazione del nuovo teatro per un investimento complessivo di 260 milioni. L’ultima volta che è stata realizzata un’opera del genere in Italia era 30 anni fa con il Parco della musica di Roma. Sono poche le città che in Europa riescono a realizzare certe opere, Firenze dimostra così di essere una grande città e in questo momento è al vertice della cultura internazionale”. Il sovrintendente del Maggio Alexander Pereira “dopo il concerto di apertura, il 22 vi sarà una replica aperta al pubblico e il 23 la nuova sala ospiterà la prima opera con il Fidelio. Ringrazio i fiorentini e il mondo per la tanta generosità nei confronti del Maggio, arriveremo a 7,5 milioni di euro raccolti, è la cifra più alta mai raggiunta”. In quest’ottica il foyer del teatro è stato intitolato alla filantropa italo americana, e fiorentina di nascita, Maria Manetti Shrem. (ANSA).

L'articolo Maggio musicale: inaugurazione con Mattarella per la nuova sala da www.controradio.it.