Diga Montedoglio: entro settembre il via ai lavori per il rifacimento dei nuovi conci

FIRENZE – Entro settembre dovrebbero partire i lavori per il rifacimento dei nuovi conci della diga di Montedoglio.

E' quanto è merso questa mattina nel corso della riunione che si è tenuta nell'ufficio del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, presenti gli assessori all'ambiente e al governo del territorio, Federica Fratoni e Vincenzo Ceccarelli, insieme ai dirigenti regionali e al presidente e ai componenti del consiglio di amministrazione dell'Ente acque umbro toscano che gestisce, oltre ad altre opere, la diga (sul Tevere) di Montedoglio situata nei comuni di Sansepolcro e Anghiari.

Non appena la Magistratura ha dissequestrato i conci crollati, l'Ente si è attivato per procedere ad una gara per il ripristino della piena funzionalità della diga tramite il rifacimento di nuovi conci in sostituzione di quelli crollati.

Proprio oggi è stato pubblicato il bando, per un importo di circa 6 milioni di euro. Il tempo previsto per completare i lavori è di 12 mesi, ma verrà premiato chi, oltre a presentare l'offerta più vantaggiosa, si impegnerà a realizzare l'opera in un tempo inferiore. In ogni caso entro il 2020 la diga dovrebbe tornare alla sua piena funzionalità, garantendo un incremento potenziale della capacità dell'invaso pari a circa 50 milioni di metri cubi aggiuntivi. 

In vista di questo nuovo scenario il presidente Rossi ha chiesto che si proceda in tempi brevi con un aggiornamento del Piano irriguo, allo scopo di tenere conto del fabbisogno idrico dei territori toscani ed umbri che ricadono nelle vicinanze dell'invaso. 

Diga Montedoglio: entro settembre il via ai lavori per il rifacimento dei nuovi conci

FIRENZE – Entro settembre dovrebbero partire i lavori per il rifacimento dei nuovi conci della diga di Montedoglio.

E' quanto è merso questa mattina nel corso della riunione che si è tenuta nell'ufficio del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, presenti gli assessori all'ambiente e al governo del territorio, Federica Fratoni e Vincenzo Ceccarelli, insieme ai dirigenti regionali e al presidente e ai componenti del consiglio di amministrazione dell'Ente acque umbro toscano che gestisce, oltre ad altre opere, la diga (sul Tevere) di Montedoglio situata nei comuni di Sansepolcro e Anghiari.

Non appena la Magistratura ha dissequestrato i conci crollati, l'Ente si è attivato per procedere ad una gara per il ripristino della piena funzionalità della diga tramite il rifacimento di nuovi conci in sostituzione di quelli crollati.

Proprio oggi è stato pubblicato il bando, per un importo di circa 6 milioni di euro. Il tempo previsto per completare i lavori è di 12 mesi, ma verrà premiato chi, oltre a presentare l'offerta più vantaggiosa, si impegnerà a realizzare l'opera in un tempo inferiore. In ogni caso entro il 2020 la diga dovrebbe tornare alla sua piena funzionalità, garantendo un incremento potenziale della capacità dell'invaso pari a circa 50 milioni di metri cubi aggiuntivi. 

In vista di questo nuovo scenario il presidente Rossi ha chiesto che si proceda in tempi brevi con un aggiornamento del Piano irriguo, allo scopo di tenere conto del fabbisogno idrico dei territori toscani ed umbri che ricadono nelle vicinanze dell'invaso. 

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze ‘plastic-free’. Nardella propone l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi.

I punti del piano per Firenze ‘plastic-free’, come l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi, “sono primi atti concreti che poi dovranno svilupparsi anche attraverso l’eliminazione dal circuito della grande distribuzione, del commercio”. Lo ha affermato il sindaco Dario Nardella, parlando a margine della presentazione della mostra ‘La Collezione San Patrignano. Work in progress’.

“Questo ultimo obiettivo certamente più ambizioso – ha aggiunto – lo vogliamo condividere insieme ai protagonisti, quindi ai commercianti, ai ristoratori, ai rappresentanti della grande distribuzione, perché questo tema della plastica diventi un obiettivo comune e non soltanto uno slogan di facciata. Firenze ci crede davvero, noi lo dobbiamo ai nostri ragazzi perché vogliamo contribuire concretamente a salvare il mondo”.

Oltre all’eliminazione della plastica monouso dai bandi di acquisto del Comune, il piano di Palazzo Vecchio prevede una direttiva nello stesso senso rivolta alle società partecipate e alle istituzioni culturali, e iniziative per eliminare i prodotti di plastica dalle manifestazioni pubbliche che hanno patrocinio, adesione o contributo da parte del Comune.

L'articolo Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso” proviene da www.controradio.it.

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze ‘plastic-free’. Nardella propone l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi.

I punti del piano per Firenze ‘plastic-free’, come l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi, “sono primi atti concreti che poi dovranno svilupparsi anche attraverso l’eliminazione dal circuito della grande distribuzione, del commercio”. Lo ha affermato il sindaco Dario Nardella, parlando a margine della presentazione della mostra ‘La Collezione San Patrignano. Work in progress’.

“Questo ultimo obiettivo certamente più ambizioso – ha aggiunto – lo vogliamo condividere insieme ai protagonisti, quindi ai commercianti, ai ristoratori, ai rappresentanti della grande distribuzione, perché questo tema della plastica diventi un obiettivo comune e non soltanto uno slogan di facciata. Firenze ci crede davvero, noi lo dobbiamo ai nostri ragazzi perché vogliamo contribuire concretamente a salvare il mondo”.

Oltre all’eliminazione della plastica monouso dai bandi di acquisto del Comune, il piano di Palazzo Vecchio prevede una direttiva nello stesso senso rivolta alle società partecipate e alle istituzioni culturali, e iniziative per eliminare i prodotti di plastica dalle manifestazioni pubbliche che hanno patrocinio, adesione o contributo da parte del Comune.

L'articolo Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso” proviene da www.controradio.it.

Maltempo: Toscana, codice giallo per vento fino a domani

Maltempo: Toscana, codice giallo per vento fino a domani

Allerta per vento, con codice giallo dalla mezzanotte di stasera fino alla stessa ora di domani, martedì 19 marzo, sull’area metropolitana di Firenze, Prato e Pistoia, Valdarno, Valdera e Mugello.

Lo stato di vigilanza per il vento  è stato deciso dopo il bollettino emesso dal centro funzionale regionale. Saranno possibili fenomeni occasionalmente pericolosi, spiega una nota, per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale come isolate rotture di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole e cornicioni, localizzati danni alle strutture provvisorie, con trasporto di materiale vario.
Possibili anche locali problemi alla circolazione in particolare su viadotti e ponti, con temporanee interruzioni della viabilità e conseguenti disagi dovuti a ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi. Infine, possibili occasionali problemi alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con temporanee interruzioni dei servizi.

L'articolo Maltempo: Toscana, codice giallo per vento fino a domani proviene da www.controradio.it.