Fanghi, Fratoni: “No a polemiche controproducenti, la Regione impegnata al massimo”

FIRENZE – "Che i fanghi siano un'emergenza toscana è fuori di dubbio, tanto che è stata emanata un'apposita ordinanza dal presidente Rossi. Che ci siano invece una sottovalutazione e un temporeggiamento da parte dell'assessore è una fandonia bella e buona". Replica così l'assessore all'ambiente Federica Fratoni al rappresentante degli  spurghisti che oggi ha esternato sulla stampa locale.

"Già nelle scorse settimane – prosegue Fratoni - ho avuto modo di incontrare alcuni  spurghisti rappresentativi del settore, mentre l'incontro con CNA è già fissato per la prossima settimana nonostante la richiesta sia pervenuta solo ieri mattina. Credo – dice l'assessore - che indugiare oltre nelle polemiche sia controproducente e non serva a risolvere il problema. Chiedo a tutti collaborazione su un'emergenza che, ricordo, si è creata per la mancanza di una normativa nazionale aggiornata alla quale il governo ancora non sta lavorando".

"Dai primi giorni di agosto – precisa Fratoni - la struttura regionale è quotidianamente impegnata. E' stato costituito un apposito gruppo tecnico che sistematicamente si riunisce e lavora. E già venerdì ho convocato nuovamente il tavolo con tutti i gestori e gli operatori del settore, inclusa CNA, per provare a risolvere le criticità sopraggiunte. Comprendo la difficoltà delle ditte di autospurgo che ho personalmente rappresentato ai gestori del servizio idrico in più occasioni. Ma confido - conclude - che i prossimi appuntamenti ci consentano di superare questa fase di crisi".

Fanghi, Fratoni: “No a polemiche controproducenti, la Regione impegnata al massimo”

FIRENZE – "Che i fanghi siano un'emergenza toscana è fuori di dubbio, tanto che è stata emanata un'apposita ordinanza dal presidente Rossi. Che ci siano invece una sottovalutazione e un temporeggiamento da parte dell'assessore è una fandonia bella e buona". Replica così l'assessore all'ambiente Federica Fratoni al rappresentante degli  spurghisti che oggi ha esternato sulla stampa locale.

"Già nelle scorse settimane – prosegue Fratoni - ho avuto modo di incontrare alcuni  spurghisti rappresentativi del settore, mentre l'incontro con CNA è già fissato per la prossima settimana nonostante la richiesta sia pervenuta solo ieri mattina. Credo – dice l'assessore - che indugiare oltre nelle polemiche sia controproducente e non serva a risolvere il problema. Chiedo a tutti collaborazione su un'emergenza che, ricordo, si è creata per la mancanza di una normativa nazionale aggiornata alla quale il governo ancora non sta lavorando".

"Dai primi giorni di agosto – precisa Fratoni - la struttura regionale è quotidianamente impegnata. E' stato costituito un apposito gruppo tecnico che sistematicamente si riunisce e lavora. E già venerdì ho convocato nuovamente il tavolo con tutti i gestori e gli operatori del settore, inclusa CNA, per provare a risolvere le criticità sopraggiunte. Comprendo la difficoltà delle ditte di autospurgo che ho personalmente rappresentato ai gestori del servizio idrico in più occasioni. Ma confido - conclude - che i prossimi appuntamenti ci consentano di superare questa fase di crisi".

Disperso in Appennino tosco-emiliano, riprese le ricerche

Disperso in Appennino tosco-emiliano, riprese le ricerche

Sono riprese, sul lato reggiano del Passo del Lagastrello, le ricerche di un runner neozelandese di 65 anni disperso in un canalone sul crinale tosco-emiliano dal tardo pomeriggio di domenica.

Le condizioni meteo, che ieri hanno ostacolato le operazioni del soccorso alpino e dei vigili del fuoco, continuano a essere avverse: cinque gradi, pioggia e raffiche di vento forte con nebbia che limita la visibilità a 20-30 metri. Il contatto telefonico con il disperso è interrotto da oltre 24 ore.

L'articolo Disperso in Appennino tosco-emiliano, riprese le ricerche proviene da www.controradio.it.