Livorno: M5S, Nogarin non va in Europa e il Comune va al ballottaggio senza Sorgente

Livorno: M5S, Nogarin non va in Europa e il Comune va al ballottaggio senza Sorgente

Il Movimento 5 stelle ha perso il Comune di Livorno, che aveva conquistato nel 2014 strappandolo per la prima volta alla sinistra. Per conoscere conoscere il nome del nuovo sindaco, che succederà al pentastellato Filippo Nogarin, bisognerà attendere gli esiti del ballottaggio previsto per domenica 9 giugno.

Al primo turno, infatti, nessuno dei candidati ha ottenuto il 50% più uno dei voti. E al ballottaggio non ci sarà il candidato M5S, la vice sindaca uscente Stella Sorgente. Vanno al ballottaggio Luca Salvetti, candidato della coalizione di centro sinistra, che ha ottenuto intorno al 34% delle preferenze, e Andrea Romiti, della coalizione di centro destra icol 26,64% dei voti (risultati riferiti a 164 seggi su 172, alle ore 20.30 di stasera). Per le elezioni comunali l’affluenza è stata del 62,74% (il 63,87% dei maschi e il 61,72% delle femmine), essendo andati a votare 85.728 elettori su 136.622 iscritti.

“Noi si vincerà, perché dobbiamo continuare quel cambiamento che era cominciato nel 2014 e che non si è concluso”. Lo ha detto Andrea Romiti, il candidato FdI a sindaco di Livorno per il centrodestra commentando l’esito delle comunali in riferimento al ballottaggio che si contenderà con Luca Salvetti, candidato del centrosinistra. “E” una grande emozione, una data storica – ha proseguito Romiti – noi rappresentiamo il vero cambiamento che non è arrivato. Tanti livornesi nel 2014 avevano sperato che il M5s riuscisse a rompere tutte le clientele che bloccano la nostra città. Purtroppo non ci sono riusciti. Adesso è il nostro turno, noi saremo all’altezza di dare il cambiamento a questa città di liberare tutte le energie che ha questa città. Perché questa Livorno ha un porto, tutte le città portuali italiane hanno il reddito pro capite più alto della regione Livorno invece ha quello più basso. Non è colpa dei lavoratori livornesi né degli imprenditori, ma delle clientele delle cricche e di cooperative che fanno solo gli interessi di pochi. ecco noi vogliamo rompere queste clientele”. “A chi chiediamo il voto? Lo chiediamo a quelli che non sono garantiti, a quelli che purtroppo devono cercare lavoro, a quelli che vogliono far crescere la propria azienda, a quelli che sono costretti a veder i loro figli andare via da Livorno per trovare lavoro”, ha concluso Romiti.

Sentiamo invece Luca Salvetti intervistato da Domenico Guarino.

Non ce l’ha fatto ad essere eletto al Parlamento europeo Filippo Nogarin, l’ex sindaco di Livorno del Movimento Cinquestelle che per candidarsi aveva deciso di non correre per il secondo mandato come sindaco. Per i Pentastellati non è infatti scattato il terzo eletto nella circoscrizione Centro e quindi l’ex sindaco Nogarin è rimasto fuori.

L'articolo Livorno: M5S, Nogarin non va in Europa e il Comune va al ballottaggio senza Sorgente proviene da www.controradio.it.

Prato e Livorno: verso ballottaggio c.sinistra-c.destra

Prato e Livorno: verso ballottaggio c.sinistra-c.destra

100 su 179 le sezioni scrutinate a Prato; 58 sezioni su 172 a Livorno. In entrambi i casi si profila il ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra.

A Prato se la giocano il sindaco uscente Matteo Biffoni del centrosinistra, a quota 47,35%, e il candidato del centrodestra unito Daniele Spada al 35,31%. Staccato il candidato del Movimento 5 Stelle Carmine Maioriello che è stabilizzato sul 7%.

Per quanto riguarda la costa, a Livorno si profila il ballottaggio tra il candidato del centrosinistra (sostenuto da Pd, Mdp e da due liste civiche) Luca Salvetti, al 33,23%, e quello del centrodestra unito (Lega, Fi, Fdi e lista civica Livorno in Movimento) Andrea Romiti al 26,92%. Al terzo posto la candidata M5s Stella Sorgente con il 16,47% delle preferenze e al quarto Marco Bruciati sostenuto dalla civica Bella Livorno e da Potere al Popolo.

Sembra così confermata la frenata del M5s anche per le amministrative a Livorno, città dove i pentastellati hanno governato gli ultimi 5 anni con il sindaco Filippo Nogarin che non si è presentato per il secondo mandato ma ha optato per le europee.
“Questo è un risultato che ci riempie d’orgoglio – ha commentato a caldo Salvetti – ma è solo un punto di partenza: siamo già concentrati sul ballottaggio, per il quale ci confronteremo con tutte le forze democratiche presenti in città, con la volontà di battere le destre con la loro tradizione politica che poco ha a che fare con Livorno. Già da stasera per questo cominceremo a lavorare per crescere ancora”.

 

L'articolo Prato e Livorno: verso ballottaggio c.sinistra-c.destra proviene da www.controradio.it.

Fdi: Marcheschi e Romiti migliori per unire

Fdi:  Marcheschi e Romiti migliori per unire

Lo dichiarano il deputato di Fratelli d’Italia e responsabile organizzazione del partito Giovanni Donzelli e il coordinatore regionale Francesco Torselli, in vista delle elezioni amministrative per Firenze e livorno. Intanto  il presidente Unitalsi Firenze si candida con Nardella

“Noi di Fratelli d’Italia le elezioni amministrative in Toscana le vogliamo vincere. E con un centrodestra unito, forte e competitivo. Per mandare a casa la sinistra vera o mascherata da cinque stelle in Toscana siamo pronti a ragionare di tutto, ma in attesa di tavoli nazionali o dei teatrini della politica che non ci appassionano andiamo avanti con coloro che riteniamo i migliori in campo: Paolo Marcheschi a Firenze e Andrea Romiti a Livorno”. E’ quanto affermano il deputato di Fratelli d’Italia e responsabile organizzazione del partito Giovanni Donzelli e il coordinatore regionale Francesco Torselli.
“Continuiamo con loro a parlare ai toscani di infrastrutture come l’aeroporto di Firenze e il porto di Livorno – sottolineano Donzelli e Torselli – di economia, di turismo, di cultura e di lavoro da creare e liberare dalle mafie vere e camuffate da lobby rosse. Continuiamo a denunciare i disastri della sinistra e a batterci per la sicurezza e la legalità. Come da anni abbiamo sempre fatto: strada per strada, delibera per delibera.
Fratelli d’Italia resta sempre dalla parte dei cittadini”.

“Grazie a Leonardo Gestri presidente di Unitalsi Firenze per la generosità e disponibilità a candidarsi nella mia lista civica per viver insieme la sfida delle prossime elezioni amministrative”. Lo ha scritto, su Twitter, il sindaco di Firenze Dario Nardella che ha postato un video insieme a Gestri.”Sono molto felice che Leonardo abbia accettato”, ha detto Nardella. “Grazie di avermi chiamato, è un onore”, ha affermato Gestri.
Nel centrodestra, intanto, si continua a discutere sull’eventuale candidatura a sindaco di Ubaldo Bocci che è presidente nazionale della Fondazione Unitalsi.

 

L'articolo Fdi: Marcheschi e Romiti migliori per unire proviene da www.controradio.it.