Concorso cardiochirurgia a Firenze: chiesto il rinvio a giudizio per nove persone

Concorso cardiochirurgia a Firenze: chiesto il rinvio a giudizio per nove persone

La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per nove persone, tra cui il rettore dell’Università Luigi Dei, nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nella procedura di selezione per la chiamata di un professore associato di cardiochirurgia del dipartimento di medicina sperimentale dell’Università di Firenze.

Secondo quanto riportato oggi da ‘Il fatto quotidiano’, il procuratore aggiunto Luca Tescaroli e la pm Angela Pietroiusti hanno chiesto il processo, oltre che per il rettore, per l’allora direttrice generale dell’Azienda ospedaliera universitaria di Careggi Monica Calamai e per sette docenti universitari tra cui il professor Pierluigi Stefano al quale è stata assegnata la cattedra.

In base alle indagini, Calamai e Dei, ai quali viene contestata l’accusa di abuso d’ufficio, avrebbero fatto pressioni perchè il posto di professore associato fosse assegnato a Stefano, già direttore della Sod complessa di cardiochirurgia dell’Aou di Careggi, al fine di riunire nella sua persona la cardiochirurgia universitaria e quella ospedaliera.

Chiusa inoltre dalla procura, sempre come riportato da Il Fatto, l’inchiesta sugli altri presunti concorsi truccati alla facoltà di medicina di Firenze, che vede indagate 13 persone. Le indagini sono relative a una presunta turbativa dei procedimenti di programmazione dei concorsi per professore ordinario, che sarebbe avvenuta privilegiando alcuni settori rispetto ad altri che invece avrebbero dovuto avere la priorità, individuando i vincitori ancora prima del concorso.

L'articolo Concorso cardiochirurgia a Firenze: chiesto il rinvio a giudizio per nove persone proviene da www.controradio.it.