Firenze rilancia la moda anni ’50: ecco la gonna a ruota

gonna-a-ruota-anni-50Il fascino degli indumenti vintage non lo scopriamo certo oggi: immersi in una società frenetica che cambia faccia di continuo, ritornare per qualche momento al passato è sempre qualcosa di piacevole.

Uno degli indumenti che ha caratterizzato gli anni ’50 e che oggigiorno viene utilizzato dalle donne per creare un look aggraziato e particolarmente femminile è la gonna a ruota. Certo, quando si utilizza un capo d’abbigliamento che ha fatto il suo tempo è impossibile non dare nell’occhio, per questo motivo occorre aver tanto buon gusto nella scelta degli abbinamenti.

In un certo senso, nella moda degli anni ’50 risiedono i pilastri di tantissime tendenze degli ultimi tempi,  perché in fondo la sua peculiarità risiede nell’esaltazione delle forme. Ma perché abbiamo scelto di focalizzare l’attenzione proprio sulla gonna a ruota? Per prima cosa è proprio Firenze, la città della moda, che ripropone lo stile Vintage e questo bellissimo capo d’abbigliamento, poiché soprattutto quella a vita alta grazie alla pressione che esercita sui fianchi e alla grossa scampanatura, consente di snellire la vita e nascondere quei difetti legati a a gambe un po’ troppo robuste e glutei poco scolpiti.

Il tutto restituendo grazia e femminilità in abbondanza. Questo tipo di gonna si adatta particolarmente alle camice in pizzo o anche ad una semplice t-shirt, a patto ovviamente che il colore sia abbinato alla perfezione. Inoltre, grazie alle innumerevoli possibilità che la moda dei giorni nostri offre a chiunque, è possibile indossare sia delle scarpe eleganti con il tacco alto o delle semplicissime sneakers, giocando su un effetto particolare meglio noto come ‘look sporty chic’. Un esempio di scarpa adatta a questo tipo di outfit può essere proprio la scarpa da donna Nero Giardini, lavorata industrialmente ma con fattura di alta qualità paragonabile alla produzione artigianale.

Di gonne a ruota ne esistono di tantissimi tipi e modelli, da quella a mezza ruota alla gonna realizzata in ecopelle, quest’ultima dotata di un fascino decisamente glamour. La lunghezza ideale è quella che arriva alle ginocchia coprendole appena, ma col passare del tempo e col variare dei gusti esistono modelli di tutti i tipi per soddisfare le richieste più disparate. Infatti non mancano nemmeno quelle cortissime o quelle che pur arrivando alle caviglie si aprono delicatamente roteando su se stessi.
Stesso discorso per i colori: dalle versioni monocromatiche a quelle a pois bianchi su sfondo rosso, passando per colorazioni sgargianti o altre decisamente più sobrie. Un abbinamento molto in voga consiste nel portare la gonna a ruota con una felpa, anche larga ma che rimanga corta, in modo da esaltare i fianchi.

Ultimo elemento ma non meno importante è indubbiamente la cinta. Questa deve necessariamente essere alta e stretta: l’ideale è sceglierne una che sia di un colore neutro, come ad esempio il cuoio o il nero. In alternativa va benissimo anche un cinta di un colore attinente alla fantasia della gonna.