Piero Pelù omaggia Anthony Bourdain

Piero Pelù omaggia Anthony Bourdain

Firenze, Piero Pelù ha voluto ricordare Anthony Bourdain, postando sulla sua pagina ufficiale Facebook, un selfie che lo ritrae in un noto ristorante del centro fiorentino in compagnia di Anthony Bourdain, morto suicida venerdì mattina in Francia, e della sua amica Asia Argento.

Lo scatto risale a circa due settimane fa, quando Bourdain si trovava a Firenze per girare una puntata del suo programma tv di cucina.

“Lacio drom ToNY BOURDAIN, – si legge sul post – parlare a tavola con te ed ASIA di ottima e semplice cucina, di pessima politica, di Botticelli e di Iggy Pop è stato un piacere ed un onore che mai potrò dimenticare. Che la tua anima sia felice nel Nirvana dei gusti e dei sensi”.

Anthony Bourdain, ‘American celebrity chef and television personality’ si è suicidato a 61 anni in Francia dove si trovava per un episodio del programma tv che conduceva sulla Cnn.

A trovarlo morto nella sua camera d’albergo è stato il suo amico Eric Ripert, uno chef francese.

“E’ con estrema tristezza che confermiamo la morte del nostro amico e collega, Anthony Bourdain”, si legge in una nota della Cnn per cui conduceva ‘Parts Unknown’, programma tv sulle cucine e i ristoranti del mondo e in onda anche in Italia con il titolo di ‘Cucine segrete’.

“La morte di Anthony Bourdain – ha commentato Donald Trump – è molto triste”.

Tra gli ospiti di Bourdain, anche l’ex presidente degli Usa, Barack Obama, che cenò con lui in un ristorante di Hanoi. “Il suo amore per le grandi avventure, nuovi amici buon cibo e vino e le straordinarie storie del mondo lo hanno reso un narratore unico, i suoi talenti non hanno mai smesso di stupirci e ci mancherà moltissimo. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la figlia e la famiglia in questo momento incredibilmente difficile”, conclude la nota.

Bourdain era diventato particolarmente famoso nel 2000, dopo la pubblicazione di Kitchen Confidential, il libro divenuto un cult in cui svela i segreti nelle cucine di famosi ristoranti americani, compreso l’uso di droghe e superalcolici per reggere i folli ritmi imposti dagli chef. In Italia è conosciuto anche per “Anthony Bourdain: viaggio di un cuoco”, un viaggio, appunto, in giro per il mondo alla ricerca di nuove ricette.

L'articolo Piero Pelù omaggia Anthony Bourdain proviene da www.controradio.it.