Il cantuccino di Prato in una bottega-museo per i 160 anni della Mattei

Il cantuccino di Prato in una bottega-museo per i 160 anni della Mattei

Una boutique-museo per il celebre cantuccino di Prato nel centro storico di Firenze. Per i suoi 160 anni il Biscottificio Antonino Mattei, famoso anche per le sue confezioni in pacchetti blu, apre il 3 maggio un nuovo negozio in via Porta Rossa, nel salotto del capoluogo toscano: una “finestra” di storia pratese, si spiega, nel cuore della città del giglio.

La piccola bottega vuole anche raccontare il percorso della famiglia Pandolfini, alla guida del biscottificio dal 1904: per questo uno spazio è dedicato alla storia dell’azienda e del famoso biscotto secco di Prato, attraverso pannelli e grafiche, documenti, premi ed onorificenze, immagini storiche, grazie alla collaborazione con Archivi Alinari, e strumenti di lavoro, con le confezioni storiche e più attuali che tracciano l’evoluzione del packaging Blu Mattei negli anni. Disegnato dall’architetto Carlo Achilli, il ”Piccolo museo-bottega Antonio Mattei” ha per insegna una replica fedele dell’originale logo Mattei del 1881, il cui restyling è a cura di Neolab Firenze e la decorazione nelle mani dell’artista fiorentino Tommaso De Carlo, e all’interno è rivestito in boiserie e scaffalature in legno e vetro.

Vi si potranno acquistare e degustare tutti i prodotti tradizionali del Biscottificio, oltre a quelli freschi che fino ad oggi si potevano trovare solo a Prato o sullo shop online Mattei come il filone candito, la torta mantovana, i brutti buoni, le brioches ed i pan di ramerino. Ci sarà anche un piccolo angolo caffetteria, nato dalla collaborazione con un artigiano del caffè, l’Antica torrefazione Padovani di Prato mentre a garantire il noto connubio ”biscottini e vin santo”, ci sarà una selezione di vini dolci dei Marchesi Antinori, storico partner di Mattei da oltre 50 anni.

L'articolo Il cantuccino di Prato in una bottega-museo per i 160 anni della Mattei proviene da www.controradio.it.