Firenze: anziani picchiati in casa da rapinatori

Firenze: anziani picchiati in casa da rapinatori

Picchiati da due rapinatori, che sono entrati nella loro abitazione forzando una porta finestra e poi li hanno malmenati facendosi consegnare le chiavi della cassaforte.

E’ accaduto ieri sera intorno alle 22 a una coppia di anziani, 81 anni lui e 78 lei, residenti nella zona dell’Isolotto a Firenze. I due, sotto choc, sono stati soccorsi dai sanitari del 118: hanno riportato entrambi sette giorni di prognosi per traumi al cranio e al torace. Sull’episodio indagano i carabinieri.
Secondo quanto ricostruito dai militari, i malviventi, entrambi a volto coperto, sono entrati danneggiando la porta finestra del terrazzo dell’appartamento, al secondo piano di una palazzina. Hanno sorpreso la donna in cucina e l’hanno aggredita picchiandola e spingendola a terra, intimandole di non urlare. Uno dei due è rimasto con lei, mentre l’altro è entrato nel salotto e ha aggredito il marito, picchiandolo a costringendolo a consegnare le chiavi della cassaforte.
Sempre secondo quanto spiegato dai carabinieri, i rapinatori sarebbero poi fuggiti senza portare via nulla, dopo aver constatato che nella cassaforte non era custodito nulla di prezioso.

L'articolo Firenze: anziani picchiati in casa da rapinatori proviene da www.controradio.it.

Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc

Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc

A Calenzano (Firenze) corpo in terra accanto a un escavatore, stava eseguendo lavori.

Accertamenti in corso nel Fiorentino dopo il ritrovamento del cadavere di un uomo in un terreno agricolo a Calenzano (Firenze). Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, era alla guida di un escavatore per effettuare lavori a una massicciata quando, per cause da stabilire, sarebbe stato sbalzato fuori cadendo a terra con violenza.

Non è chiaro se l’uomo, la cui identità non è ancora stata stabilita con certezza, stesse effettuando lavori in un’area di sua proprietà o per conto di altri. Tuttavia l’intera dinamica è ancora incerta.

L'articolo Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc proviene da www.controradio.it.

Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc

Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc

A Calenzano (Firenze) corpo in terra accanto a un escavatore, stava eseguendo lavori.

Accertamenti in corso nel Fiorentino dopo il ritrovamento del cadavere di un uomo in un terreno agricolo a Calenzano (Firenze). Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, era alla guida di un escavatore per effettuare lavori a una massicciata quando, per cause da stabilire, sarebbe stato sbalzato fuori cadendo a terra con violenza.

Non è chiaro se l’uomo, la cui identità non è ancora stata stabilita con certezza, stesse effettuando lavori in un’area di sua proprietà o per conto di altri. Tuttavia l’intera dinamica è ancora incerta.

L'articolo Firenze, cadavere in terreno agricolo, indagano Cc proviene da www.controradio.it.

Arrestato 38enne per atti persecutori verso ex fidanzata

Arrestato 38enne per atti persecutori verso ex fidanzata

I carabinieri di Firenze sono intervenuti nella tarda serata di ieri, in via Canova, dove una donna aveva segnalato la presenza di un 38enne, con il quale aveva avuto una relazione iniziata a marzo 2018, che l’aveva poco prima aggredita insieme al suo ex marito.

L’autore, già più volte denunciato in passato per condotte analoghe nei confronti della donna, benché successivamente rimesse dalla stessa vittima, non aveva accettato la presenza di ieri sera dell’ex coniuge della malcapitata, che si era recato presso la sua abitazione solo per incontrare il figlio.

Infatti, mentre si stavano salutando, il 38enne si è avvicinato all’uomo intimandogli di non recarsi più a casa dell’ex moglie; la donna si è posta tra i due per dividerli e, mentre l’ex marito si stava allontanando a piedi, il 38enne le ha sferrato uno schiaffo e l’ha spinta ripetutamente verso una ringhiera, facendole battere la testa, prima di scappare in bicicletta essendosi reso conto della presenza di alcuni passanti.

Giunti sul posto ed acquisiti i primi elementi, i carabinieri si sono fatti indicare dalla donna la direzione di fuga, riuscendo poco dopo a rintracciare il fuggitivo ed a bloccarlo nonostante i suoi tentativi di nascondersi nei pressi di un palazzo. L’uomo è stato trovato in possesso di un grosso coltello da cucina, nascosto nel suo zaino, che è stato sequestrato.

I carabinieri, dopo aver ricostruito compiutamente la vicenda, l’hanno dichiarato in stato di arresto per il reato di atti persecutori.

L'articolo Arrestato 38enne per atti persecutori verso ex fidanzata proviene da www.controradio.it.

Toscana: furti seriali in abitazioni, quattro fermi

Toscana: furti seriali in abitazioni, quattro fermi

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Firenze hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto quattro persone, ritenute responsabili di aver messo a segno numerosi furti in abitazione in varie province della Toscana nei primi mesi del 2019. Il provvedimento è stato già convalidato dal gip.

Secondo le indagini, iniziate a gennaio e coordinate dalla procura di Firenze, erano specializzati nel mettere a segno vere e proprie incursioni in zone poco abitate, dove gruppi di case isolate venivano visitate e depredate.
La base logistica della banda era attualmente in due abitazioni a Montecatini Terme (Pistoia), utilizzata anche come magazzino per la refurtiva. I quattro, che cambiavano spesso domicilio per non destare sospetti nei vicini, sono stati bloccati dai carabinieri il 19 marzo scorso proprio mentre stavano progettando di fuggire all’estero.
Di età compresa tra i 31 e i 39 anni, già noti alle forze dell’ordine, sono accusati di 26 furti avvenuti tra gennaio e marzo in Toscana, ma complessivamente sono sospettati di averne messi a segno oltre 40.
Le indagini, coordinate dalla pm Christine Von Borries, sono partite a gennaio dopo un furto messo a segno a Pontassieve (Firenze), durante il quale fu rubata una Mercedes classe B, poi utilizzata per commettere altri 15 colpi, messi a segno tra il 17 e il 19 gennaio a Firenze, Fiesole, Dicomano, Vicchio, Bagno a Ripoli e Borgo San Lorenzo.
Successivamente i malviventi avrebbero utilizzato una ‘nuova’ vettura, una Fiat di colore rosso rubata in un furto in abitazione a San Casciano Val di Pesa (Firenze).
Secondo quanto accertato dagli investigatori, grazie a pedinamenti e all’utilizzo di dispositivi gps, dal 7 al 10 marzo avrebbero messo a segno altri colpi nei comuni di Fiesole, Pontassieve, Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze, a Montescudaio (Pisa), Terricciola (Pisa) e Collesalvetti (Livorno).
Nel corso del fermo, le perquisizioni hanno permesso di recuperare due auto rubate, circa 3mila euro in contanti, monili in oro, prodotti di pelletteria griffati e bottiglie di vino pregiato.
Tre dei malviventi sono stati bloccati a Montecatini Terme (Pistoia), uno a Pisa, dove si era recato per andare a prendere la fidanzata in aeroporto, prima di scappare con lei in Spagna.

L'articolo Toscana: furti seriali in abitazioni, quattro fermi proviene da www.controradio.it.