Versilia: adescavano e rapinavano uomini, tre arresti

Versilia: adescavano e rapinavano uomini, tre arresti

Sono stati identificati due uomini e una donna autori di una rapina in Versilia grazie alla targa del mezzo usato per fuggire dopo il colpo

Due uomini ed una donna sono stati arrestati dai carabinieri di Viareggio (Lucca) per rapina aggravata in concorso. Si tratta di un uomo di 19 anni, accusato anche di resistenza e danneggiamento, un 27enne, ed una ragazza di 23 anni. Gli uomini sono in carcere, mentre la donna ha l’obbligo di dimora in una comunità terapeutica in Lombardia.

I tre alla fine di giugno avevano rapinato un 32enne di Prato a Marina di Torre del Lago (Lucca). L’uomo era stato adescato dalla ragazza all’interno dei un locale che l’aveva indotto a seguirla in spiaggia dopo ad attenderli c’erano i suoi complici. Qui i tre con la minaccia lo hanno rapinato del portafoglio del telefono cellulare, per poi fuggire con l’auto della giovane. Attraverso la targa del mezzo che è stata presa da alcuni testimoni i militari sono arrivati all’identificazione dei tre.

La sera seguente la rapina, sempre a Torre del Lago, la vittima aveva riconosciuto i tre, che erano in un altro locale, ed avvertito i carabinieri. Il terzetto aveva tentato di rapinare un altro uomo, un 33enne di Pistoia, che però era riuscito a metterli in fuga. Sono in corso indagini da parte dei militari per verificare se i tre abbiano commesso altri reati simili ma che non sono stati denunciati. Uno di loro è stato trovato in possesso anche di una pistola giocattolo priva del tappo rosso.

L'articolo Versilia: adescavano e rapinavano uomini, tre arresti proviene da www.controradio.it.

Firenze: aggredisce vicina di casa e minaccia carabinieri con katana, arrestato

Firenze: aggredisce vicina di casa e minaccia carabinieri con katana, arrestato

Un 37enne originario di Lucca è stata arrestato ieri sera a Stabbia di Cerreto Guidi (Firenze) dopo aver aggredito la vicina di casa prima e i carabinieri poi

I militari, arrivati sul posto dopo la chiamata della vicina di casa, si sono trovati di fronte vasi di terracotta distrutti, danni ad auto in sosta e un litigio ancora in corso. Il 37enne, secondo quanto si apprende, si era accanito su di lei e il fratello per problemi legati alla gestione dei cani.

Successivamente l’uomo si è scagliato contro i carabinieri brandendo una katana e minacciando di tagliare loro la gola. A quel punto è stato bloccato e arrestato per minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. La donna ha riportato lievi lesioni dopo essere stata colpita da una busta della spesa. L’arrestato ha passato la notte in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima.

L'articolo Firenze: aggredisce vicina di casa e minaccia carabinieri con katana, arrestato proviene da www.controradio.it.

Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana

Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana

Sta per concludersi, nelle diverse Scuole dell’Arma dei Carabinieri dislocate nel territorio nazionale, il corso formativo dei giovani Carabinieri selezionati per le file dell’Arma lo scorso anno

Tra questi, 177 Carabinieri saranno destinati alla Legione “Toscana” e saranno destinati esclusivamente alle Stazioni Carabinieri, con lo scopo di potenziare, già dal mese di novembre, il controllo del territorio di tutta la Regione.

Inoltre, ulteriori 30 Carabinieri, prima di essere destinati ai Reparti dell’Organizzazione Mobile e Speciale per poter svolgere servizio nel 6° Battaglione Toscana di Firenze e nel Reggimento “Tuscania” di Livorno, rinforzeranno le Stazioni delle città di Firenze, Pisa e Livorno.

L‘assegnazione di 207 giovani Carabinieri, in totale, destinati alle Stazioni Carabinieri della Toscana si inquadra nell’ambito delle iniziative tese a rendere sempre più aderente la risposta dell’Arma, attraverso il dispositivo di prevenzione posto in essere dalle Stazioni Carabinieri, alle richieste di sicurezza della cittadinanza (come si legge nella nota).

L'articolo Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana proviene da www.controradio.it.

Finge acquisto villa e la occupa, livornese denunciato per truffa

Finge acquisto villa e la occupa, livornese denunciato per truffa

Livornese denunciato per truffa dai carabinieri di Luni, dopo aver finto l’acquisto di una villa ed averla successivamente occupata

Truffava i proprietari di villette che fingeva di acquistare, andando anche ad abitarci ma non pagando mai il prezzo pattuito. Un uomo di 59 anni, originario di Livorno, è stato denunciato per truffa dai carabinieri di Luni chiamati dal proprietario di un immobile.

Il livornese ha accampato scuse per due mesi per non pagare i 400 mila euro relativi all’acquisto della villetta a Luni (La Spezia), inventando di essere un facoltoso imprenditore e di attendere il denaro dalla banca, riuscendo inizialmente anche a convincere il proprietario a fargli firmare l’atto di acquisto e a fargli avere le chiavi.

Così l’uomo era entrato nella casa, occupandola. Spazientito però il proprietario si è rivolto a un legale e poi ai carabinieri i quali, dagli accertamenti, hanno appurato che aveva già utilizzato lo stesso stratagemma per truffare proprietari di case in molte località della provincia di Livorno. La villetta è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

L'articolo Finge acquisto villa e la occupa, livornese denunciato per truffa proviene da www.controradio.it.

Aeroporto, Toccafondi: “Bloccano lo sviluppo del Vespucci per punire Firenze. ”

Aeroporto, Toccafondi: “Bloccano lo sviluppo del Vespucci per punire Firenze. ”

Sulla questione aeroporto il deputato ha affermato: “Assurdo che il ministro al Turismo voglia diminuire presenza dei turisti. Con il No della nuova Lega buttati 20 anni di programmi del centrodestra”

Hanno gettato la maschera, il loro vero obiettivo è punire Firenze e i fiorentini bloccandone lo sviluppo e la modernizzazione infrastrutturalecosì il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi commenta lo stop annunciato dal ministro al Turismo Gian Marco Centinaio (in una intervista a Repubblica Firenze) alla nuova pista per l’aeroporto Vespucci. “Assurdo che il NO del Governo alla nuova pista e alla chiusura dell’attuale venga da un esponente del centrodestra. Questo significa buttare 20 anni di programmi e di battaglie del centrodestra fiorentino e toscano. Questo vuol dire che quello che era il centrodestra non c’è più ed esiste una destra guidata dalla nuova Lega che sa dire solo di No e anche in maniera arrogante chiudendo la bocca a chi dissente al suo interno ” dice il deputato fiorentino.

Per Toccafondi però l’aspetto “più assurdo” del No di Centinaio allo sviluppo di Peretola sta nella motivazione. “E’ incredibile che il ministro al Turismo si ponga come primo obiettivo quello di far diminuire i turisti. Ma come, ho una perla come Firenze ammirata in tutto il mondo e che tutto il mondo vorrebbe visitare almeno una volta nella propria vita e mi lamento? Che ministro del turismo può mai essere quel ministro che punta a far diminuire i turisti? Casomai dovrebbe pensare a come far allargare la domanda e quindi l’offerta turistica al resto della Toscana e dell’Italia proprio utilizzando Firenze come calamita aiutando la città e i fiorentini a realizzare le infrastrutture necessarie per mettere a frutto un volano di crescita come il turismo”.

E’ evidente – conclude Toccafondi – che per il Governo Firenze è diventata una cavia da sperimentazione elettorale. Dato che a Palazzo Vecchio loro sono opposizione devono legarle mani e piedi, per poi provare ad andare a lucrare nella prossima campagna per le elezioni comunali. Da qui lo stop alle opere pubbliche, a cominciare dalla nuova pista di Peretola, lo stop ai finanziamenti già stanziati, ad esempio i 18 milioni del Piano Periferie, lo stop alle richieste di maggiore sicurezza, come per i 250 agenti che mancano a Carabinieri e Guardia di Finanza, ma che non vengono rimpiazzati”.

L'articolo Aeroporto, Toccafondi: “Bloccano lo sviluppo del Vespucci per punire Firenze. ” proviene da www.controradio.it.