Beach rugby sull’Arno

Beach rugby sull’Arno. Oggi 4 settembre alle 18 è in programma Summer Sunset, il primo torneo cittadino di Beach rugby presso lo spazio estivo Easy Living, tra Lungarno Serristori e terrazza Poggi. All’appuntamento sarà presente anche Andrea Vannucci, assessore allo Sport.

Saranno impegnate le squadra beach femminile “Le Moleste” e i “Ribolliti” Old, entrambe compagini del Firenze Rugby 1931 che organizza l’evento. Il campo da gara (30 per 20 metri), come già per altre specialità, è stato studiato e realizzato per l’occasione. Si gioca scalzi, cinque contro cinque, in partite di 10 minuti su due tempi, con cambi volanti. A seguire aperitivo. Informazioni su www.firenzerugby1931.it

Casa dell’Arno

Mercoledì 2 aprile, dalle ore 11.00, verrà inaugurata la Casa dell’Arno all’interno del Centro Visite del Parco delle Cascine (piazzale delle Cascine, 7 – Firenze).La Casa dell’Arno funzionerà come un circuito d’informazione-promozione-educazione che costruisce il “racconto dell’Arno” attraverso esperienze diversificate che si basano su modalità di comunicazione per promuovere l’immagine del fiume all’interno del tessuto insediativo di Firenze e per costruire un ritratto in progress dell’Arno, tra memoria e innovazione, Allo scopo di favorire una cultura dell’acqua come preziosa risorsa, Casa dell’Arno dedica una mostra alla conoscenza del servizio idrico integrato che garantisce acqua di qualità ai cittadini e acqua sicura da restituire all’ambiente. Il corso del fiume costituisce la colonna vertebrale su cui si snodano le principali infrastrutture dell’acquedotto. La Casa dell’Arno è stata pensata come luogo di informazione e di conoscenza della cultura dell’acqua come risorsa preziosa e ci conduce alla scoperta di una nuova cultura del fiume Arno, inteso non solo come corso d’acqua, ma soprattutto come significativa risorsa ambientale del territorio su cui si situa.L’iniziativa è frutto della collaborazione tra Publiacqua, Autorità Idrica Toscana, e il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze  insieme al Comune di Firenze.

Fiumi sotto controllo

Continua il monitoraggio della Protezione civile. Fiumi sotto controllo. Stanotte chiusi il ponte Bailey al Barco per la piena del Mugnone e le rampe del Viadotto dell’Indiano per allagamenti.


Notte di lavoro per i tecnici e i volontari della Protezione civile comunale e per la Polizia Municipale. Questa notte sono stati numerosi gli interventi effettuati a seguito di allagamenti causati dalle piogge che per l’intera giornata hanno interessato la città. La situazione è stata comunque sempre sotto controllo.
Intorno alle 22.30 il Mugnone ha raggiunto il primo livello di guardia e quindi è stato chiuso per precauzione il ponte bailey del Barco. Il ponte non è stato ancora riaperto per effettuare le verifiche da parte dei tecnici della mobilità. Sempre ieri sera è stato chiuso per allagamento sottopasso via del Loretino/via di Montalbano nella zona del Gignoro/via Aretina già riaperto. Sono invece ancora chiuse le rampe del Viadotto dell’Indiano di uscita su via Canova, di accesso da via Simone Martini e di accesso da Argingrosso per allagamento: le idrovore sono ancora in funzione per eliminare l’acqua. I veicoli diretti verso Scandicci devono quindi uscire a Ponte a Greve, quelli in direzione dell’autostrada su via Pistoiese-viale Gori. Rimanendo in zona, è stata già riaperta via di San Bartolo a Cintoia chiusa stamani tra vias Simone Martini e il ponte Mantignano per allagamento.Per quanto riguarda il livello dei fiumi, stamani i corsi d’acqua minori sono tornati sotto il livello di guardia e anche l’Arno ha iniziato a calare. La situazione dovrebbe migliorare: le previsioni meteorologiche indicano infatti un miglioramento del tempo a partire da stasera con schiarite che continueranno anche domani.

Arno in piena

Arno in piena a Pisa, ma anche al rilevamento di Firenze-Uffizi è sopra il livello di allerta 1.La foto testimonia la situazione dell’Arno delle ore  11 a Piazza Ognissanti a Firenze.

Live webcam Florence - Hotel room with a view over the Arno river and Ponte Vecchio

Il meteo  per Firenze prevede pioggia o pioggia debole praticamente per tutto il fine settimana

Arno:iniziate le prime demolizioni

Stamani sono iniziate  le prime demolizioni in riva sinistra d’Arno. Sul posto era presente anche il sindaco Matteo Renzi che ha effettuato un sopralluogo per verificare l’andamento dei lavori. Si tratta di interventi di portata limitata e riguardano strutture precarie che, in caso di piena, potrebbero essere portate via. Successivamente saranno effettuate le demolizioni più importanti sulla base di un progetto di riqualificazione complessivo concordato tra Comune, Provincia, Soprintendenza ai beni ambientali e architettonici.


Gli interventi iniziati questa mattina e che, condizioni meteorologiche permettendo dovrebbero terminare in 3-4 giorni, riguardano la copertura metallica della terrazza dell’ex ristorante La Greppia, le vasche di voga con relativa tettoia dei Canottieri Comunali e la terrazza a sbalzo realizzata con tubi innocenti del centro anziani. Queste strutture saranno quindi smontate e, nel caso delle vasche di voga, verranno effettuati anche gli interventi di ripristino dell’argine a seguito della demolizione delle vasche in cemento armato.
Le demolizioni avviate questa mattina sono propedeutiche al progetto complessivo che riguarda la riva sinistra attualmente allo studio da parte di Provincia e Comune. Questo progetto non prevede soltanto la rimozione di strutture, nella fattispecie dell’ex Teatro Lido, ma la riqualificazione generale dell’area con interventi di rifacimento degli argini e di collocazione di piante. Nell’occasione saranno anche realizzate le rampe di accesso all’argine necessarie per effettuare le opere di pulizia e manutenzione.