A casa con l’arte per i bambini di ogni età

A casa con l’arte per i bambini di ogni età

Tutti a casa per le misure sempre più strette contro il dilagare del Coronavirus. “Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia…” Ricordate come finiva?

Finiva così:”…Tu mi sembri una badia”. Dobbiamo chiuderci in casa? E allora usiamo bene tutto il tempo che adesso abbiamo. Fondamentale è non perdersi d’animo, nonostante tutto. E focalizzarsi sulle cose positive aiuta. Se è vero che ognuno di noi deve capire quali queste siano nella propria vita, per tutti c’è l’arte. Che consola e nutre. Allora ecco delle segnalazioni di progetti che instillano amore per l’arte e tengono occupati i bambini – di ogni età – costretti a casa.

Il primo è The Colouring Book.  Un album virtuale di disegni da colorare realizzati da 131 artisti italiani di diverse generazioni.  Come segnala Finestre sull’Arte, l’idea è di Rossella Farinotti e Gianmaria Biancuzzi, ed è promossa in collaborazione conLara Facco P&C.

Di cosa si tratta? Di un album di disegni in bianco e nero veramente molto bellino. Da sfogliare su smartphone, tablet, o dal computer di casa per poi stampare il disegno scelto su fogli A4. E poi colorare come si vuole.

Ogni giorno arrivano disegni nuovi, sempre in bianco e nero, da colorare. Poi, e questo rende il progetto ancora più divertente e contemporanea, l’idea è quella di condividere le opere dei bambini sui social network. Ricordatevi di taggare il nome dell’artista e @milanoartguide.

Il tutto è semplicissimo:
– scarica i disegni dal sito www.milanoartguide.com
– condividi su Instagram i disegni coloratii e tagga gli artisti e @milanoartguide
– ricordati gli hashtag #MilanoArtGuide #TheColouringBook #iorestoacasa #laculturanonsiferma

 

Rimaniamo a casa ma la mente vola libera. Allora un altro progetto è quello di visitare tante piazze d’Italia in real time. E come??  esclameranno i miei piccoli lettori. Facile: con le web cam.

Qui trovate web cam puntate su decine e decine di luoghi in Italia. E nel mondo.

Si può volare alle Maldive, per esempio. Ma forse è più divertente esplorare l’Italia, in preparazione di gite da fare quando questo flagello sarà passato.

E allora: Piazza di Spagna a Roma, Tropea in Calabria,  il cratere dell’Etna!, Ischia, Venezia, Camogli, piste da sci sulle Dolomiti e sulle Alpi…tu chiamale se vuoi emozioni.

Oppure si può fare un giretto anche “solo” in Piazza Signoria.Insomma, come passare ore divertenti volando da casa in mille luoghi. Il mio consiglio: esplorare una piazza e farla poi disegnare dai bambini – sempre di ogni età, naturalmente.

Ancora: visitate il sito di Manifattura Tabacchi Home Edition se volete vedere cosa succede dentro un alveare. O per fare un pò di yoga nel salotto di casa.

L’arte di stare a casa con arte continua con altre idee.

Margherita Abbozzo (4, continua)

L’immagine di copertina è di Marzia Migliora per The Colouring Book

L'articolo A casa con l’arte per i bambini di ogni età proviene da www.controradio.it.

Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020!

Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020!

Le proposte che trovate in queste pagine del sito, sui nostri social e in radio sono interventi di noti personaggi/amici dell’arte, della cultura e dello spettacolo che da casa hanno deciso di tener viva l’attenzione su ciò che era e che presto, di nuovo, sarà.

Ecco le nostre proposte per questo giovedì 19 marzo. L’angolo del buon umore con la rubrica L’ora d’aria in un minuto” di e con ANDREA MUZZI.  la puntata di oggi alle 11.00 e in replica nel pomeriggio alle 16  si intitola “Balcone” . L’omaggio musicale alle 11.30 è offerto da SIMONE DI MAGGIO (replica ore 15.35)Simone Di Maggio è attualmente considerato uno dei migliori chitarristi Rock’n’Roll europei, è “Membro Onorario della Rockabilly Hall of Fame”, la più importante associazione sulla musica anni 50′ del pianeta. Il saluto viene dalla sua attuale formazione, i Partners in Crime.  Alle 12.00 la rubrica Made in Italy – L’Arte alla Radio Un’opera e un artista al giorno raccontati da SERGIO RISALITI – direttore artistico del Museo 900. Nella puntata di oggi ” Lucio Fontana “Paulette” (in replica alle 17.00). Infine alle ore 12.50 Firenze TV – VINICIO MARCHIONI in “Vita di Eduardo” di Maurizio Giammusso, Minimum Fax. (replica 19.45)

 

L'articolo Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020! proviene da www.controradio.it.

Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020!

Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020!

Le proposte che trovate in queste pagine del sito, sui nostri social e in radio sono interventi di noti personaggi/amici dell’arte, della cultura e dello spettacolo che da casa hanno deciso di tener viva l’attenzione su ciò che era e che presto, di nuovo, sarà.

Ecco le nostre proposte per questo giovedì 19 marzo. L’angolo del buon umore con la rubrica L’ora d’aria in un minuto” di e con ANDREA MUZZI.  la puntata di oggi alle 11.00 e in replica nel pomeriggio alle 16  si intitola “Balcone” . L’omaggio musicale alle 11.30 è offerto da SIMONE DI MAGGIO (replica ore 15.35)Simone Di Maggio è attualmente considerato uno dei migliori chitarristi Rock’n’Roll europei, è “Membro Onorario della Rockabilly Hall of Fame”, la più importante associazione sulla musica anni 50′ del pianeta. Il saluto viene dalla sua attuale formazione, i Partners in Crime.  Alle 12.00 la rubrica Made in Italy – L’Arte alla Radio Un’opera e un artista al giorno raccontati da SERGIO RISALITI – direttore artistico del Museo 900. Nella puntata di oggi ” Lucio Fontana “Paulette” (in replica alle 17.00). Infine alle ore 12.50 Firenze TV – VINICIO MARCHIONI in “Vita di Eduardo” di Maurizio Giammusso, Minimum Fax. (replica 19.45)

 

L'articolo Ecco gli ospiti del palinsesto di giovedì 19 marzo 2020! proviene da www.controradio.it.

Arte, cultura, spettacolo…a casa tua!

Arte, cultura, spettacolo…a casa tua!

In questo periodo di emergenza sanitaria tutte le strutture che promuovono e diffondono l’arte, la cultura e lo spettacolo sono chiuse e le loro attività sospese. I nostri ascoltatori, abituati ad essere informati ed a partecipare alla vita culturale delle loro città, sono dunque orfani di tanta bellezza, ce lo stanno segnalando con mail, WhatsApp, telefonate in diretta. Per questo motivo, senza avere la pretesa di essere esaustivi o capaci di surrogare tutto ciò che fino a qualche settimana fa accadeva, proviamo a “non far sprecare la giornata” degli ascoltatori, come diceva un vecchio jingle di Controradio.

Le proposte che trovate in queste pagine del sito, sui nostri social e in radio sono interventi di noti personaggi/amici dell’arte, della cultura e dello spettacolo che da casa, come è giusto che sia, hanno deciso di tener viva l’attenzione su ciò che era e che presto, di nuovo, sarà. Per la parte musicale di mercoledì 18 marzo vi segnaliamo il contributo di Giò Mannucci. Musicista, cantante e compositore livornese, ha all’attivo 5 album, incisi con The Walrus, Mandrake, e Sinfonico Honolulu oltre ad Acquario, l’album solista d’esordio. QUI la sua personale rivisitazione di “Clinomania”. Un po’ di buon umore con la rubrica L’ora d’aria in un minuto” di e con Andrea Muzzi. La puntata di oggi alle 11.00 e in replica nel pomeriggio alle 16 si intitola “Vocabolario”.  Per la rubrica Made in Italy – L’Arte alla Radio Un’opera e un artista al giorno raccontati da Sergio Risaliti – direttore artistico del Museo 900. Nella puntata di oggi in onda alle 12.00 “Apocalisse” di Scipione, 1930, olio su tavola. (in replica alle 17). Infine alle ore 12.50 Firenze TV Vinicio Marchioni in “Vita di Eduardo” di Maurizio Giammusso, Minimum Fax. (replica 19.45)

L'articolo Arte, cultura, spettacolo…a casa tua! proviene da www.controradio.it.

Cosa faccio dato che #iorestoacasa

#ioresto a casa. E si moltiplicano le iniziative di tante associazioni ed enti culturali per rimanere in contatto, creare rete e raggiungere quante più persone possibili in questo periodo.

Dato che #iorestoacasa, per rimanere positivi e approfittare di questo momento inedito continuo a segnalare inizitive interessanti. Rimaniamo positivi, non abbattiamoci e non abbrutiamoci, ma rendiamo feconda la nostra attuale forzata immobilità.

L’Italia chiamò è stata una maratona organizzata dal Mibact, il Ministero per i beni e le attività culturali, sul suo canale Youtube venerdì scorso, il 13 marzo. Ha raccolto le voci di 100 personaggi del mondo della cultura e della politica in live streaming durante il tempo dell’#iorestoacasa per una grande raccolta di fondi destinati alla Protezione Civile.

Per chi se la sia persa, L’Italia Chiamò è rivedibile su Youtube.  Dà un’idea di cosa mai sia “questa straordinaria comunità che si chiama Italia”. E magari servirà a farvi cantare a squarciagola Fratelli d’Italia insieme a 1020 musicisti (a 3h e 19′).
Va bene che #iorestoacasa, però non sto suggerendo che vi guardiate 11 ore di maratona tutte insieme. Guardatela a pezzettini. E’ piena di spunti, spesso divertenti.  Che servono anche a risvegliare “l’italianesimo o italianismo” come lo chiama Fiorello (arriva poco dopo l’inno). E il nuovo patriottismo è certamente un inedito effetto collaterale di questi giorni.

Comunque oltre a creare un grande racconto diffuso e collettivo dell’ #iorestoacasa, L’Italia chiamò  ha promosso una raccolta fondi per sostenere il grande sforzo di tutti gli addetti del sistema sanitario nazionale. E per la creazione di nuove postazioni presso i reparti di terapia intensiva su tutto il territorio nazionale.

Quindi serve a tutti noi. Anche se la maratona è finita è ancora possibile donare con un versamento. I dati li vedete nell’immagine qui sopra. Il ricavato va ai reparti di terapia intensiva messi a così dura prova dall’emergenza in corso. Una causa santa.

A proposito di terapia intensiva, rendiamo omaggio al grande architetto Vittorio Gregotti, morto ieri, anzianissimo, per complicazioni da Coronavirus. Gregotti, nato nel 1927, ha costruito molto in tutto il mondo.

Dal Teatro degli Arcimboldi di Milano agli stadi di Barcellona e di Genova, al quartiere Zen di Palermo.

E anche l’Acquario Cestoni di Livorno, il teatro lirico di Aix-en-Provence e l’ampliamento del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea dell’Accademia Carrara di Bergamo…

 

Il che mi porta a parlare di arte al tempo dell’ #iorestoacasa. Per mantenersi al corrente delle tante iniziative online in questo campo, Exibart sta facendo un lavoro importante e bello. Cliccate su questa pagina dedicata per orientarvi e trovare spunti interessanti.
Dopo i telegiornali, dato che #iorestoacasa, ci vuole un bel film, magari sull’arte? Finestre sull’Arte ha una lista non banale sull’argomento.
Dato, ancora, che #iorestoacasa, da oggi, lunedì 16 marzo, diventa possibile teletrasportarsi alla Manifattura Tabacchi. Grazie ai canali social di Manifattura Tabacchi [Home Edition] – FacebookInstagramYouTube e Spotify – che raccontano tutto il lavoro stimolante delle residenze d’artista.
In attesa, come dicono loro stessi, “che si torni al più presto a vivere i luoghi per fruire cultura”.
Calma e gesso! #andràtuttobene.
Margherita Abbozzo

L'articolo Cosa faccio dato che #iorestoacasa proviene da www.controradio.it.