Concerto gratuito al Museo Novecento

Domani 8 agosto concerto gratuito al Museo Novecento “Arie liriche e da camera. Da Puccini a Prokofiev” – L’arte incontra la musica nel chiostro dell’antico Spedale delle Leopoldine.

Musica e arte si fondono grazie ad artisti di fama internazionale: il Museo Novecento ospita un concerto lirico gratuito per voci e pianoforte a cura di Studio Lirico, proponendo arie di autori italiani e stranieri del 1900, tra cui Puccini, Leonacavallo, Berg, Prokofiev, Cilea,Giordano, R.Strauss. L’appuntamento è per domani, venerdì 8 agosto, alle ore 18.30, nell’antico chiostro dello Spedale delle Leopoldine.  Studio Lirico è un progetto internazionale di alto perfezionamento per cantanti lirici già avviati alla professione, diretto dal maestro Paolo De Napoli. Dopo aver fatto tappa a Praga, Tallinn e San Pietroburgo, quest’anno il corso tiene luogo alla Rufina, dove ha riferimenti permanenti.
La prestigiosa sede di Villa Poggio Reale nel Comune di Rufina, vede dunque la prima masterclass italiana di Studio Lirico, che darà vita a 5 concerti nella provincia di Firenze.
Il concerto al Museo Novecento vedrà protagonisti alcuni dei migliori cantanti del progetto, giunti da tutto il mondo: Giappone, Germania, Paesi Baltici, Bieloroussia, Russia e, ovviamente, Italia. Unico pianista del concerto sarà  Marco Borroni, dell’Accademia del Teatro alla Scala.
Museo Novecento,piazza Santa Maria Novella, 10 venerdì 8 agosto 2014, ore 18.30 Ingresso libero.
Info:
Tel. 055-2768224
info@muse.comune.fi.it
www.museonovecento.it

Romanze e cene barocche a Casa Martelli

Romanze e cene barocche a Casa Martelli,si susseguono gli appuntamenti del giovedì a Casa Martelli, che spaziano tra diversi temi legati all’arte.
Giovedì 22 maggio il museo di via Zannetti 8, a Firenze, ospiterà alle ore 16 la tavola rotonda e la presentazione del volumeMusica e immagine nelle “romanze” del XIX secolo. Francesco Masini e Ciro Pinsuti tra Parigi e Londraa cura di Biancamaria Brumana, edito dalla Società Bibliografica Toscana. Francesco Masini e Ciro Pinsuti furono due compositori toscani dell’Ottocento, attivi a Parigi e a Londra rispettivamente.

Giovedì 29 maggio, alle ore 19, il Museo di Casa Martelli ospiterà “1692: Rinfresco a Casa Martelli Cena barocca e messa in scena della tavola di Niccolò Martelli”, a cura della Delegazione di Firenze del Club del Fornello di Rivalta e l’incontro con Giovanna Giusti che parlerà sul tema “Dalla pittura alla mensa: lettura storico artistica e gastronomica del dipinto di Bonaventura Gandi”. Si tratta della messa in scena di un rinfresco barocco con la presentazione della tavola imbandita e di piatti della tradizione secentesca eseguiti secondo le indicazioni dei più famosi cuochi del tempo. Il dipinto di Bonaventura Gandi datato 1692, e presente nella quadreria del museo, è stato lo spunto per proporre una ricostruzione effimera della tavola e di una cena a palazzo secondo i piatti della tradizione presenti sulla tavola del signore in età tardo barocca: pasticci, cappon magro, piedini, ciambelle, pan pepato, selvaggina, verdure, erbette e formaggi. A concludere dolci mostaccioli, bonnet, torte, cotognato e colorati “geli” di frutta. Si tratta di un’occasione particolare ed unica realizzata nelle sale del museo dove si parlerà di arte e cucina e si assaggeranno leccornie in una cornice resa unica dalla ricostruzione di un vero e proprio tableau vivant. L’invito è riservato ai soci o a chi si associa nell’occasione (tessera valida per la sola manifestazione € 5). Posti limitati prenotazione obbligatoria entro il 23 maggio con pagamento di € 30 da effettuarsi presso il punto informativo di Casa Martelli (martedì, giovedì e venerdì ore 10-12). Info 055/216287 – 216725; info@amicidavanzatimartelli.it

Artigianato e Palazzo

Da oggi Giovedì 15 a Domenica 18 Maggio si festeggerà il Ventennale di “Artigianato e Palazzo”, la manifestazione che vede coinvolti arti, mestieri ed artigiani in prima persona, tra i viali fioriti, le limonaie e la Loggia del Buontalenti di Giardino Corsini (orario continuato dalle 10.00 alle 21.00 – entrata via della Scala 115).

http://www.artigianatoepalazzo.it/wp-content/uploads/2014/05/programma-2014_def-copia.jpg

Novantuno gli artigiani che metteranno il proprio talento a disposizione della città e dello sguardo curioso dei suoi cittadini, di cui trentasette nuovi espositori che affiancheranno i “fedelissimi”. Il tutto per un totale di quarantasei mestieri rappresentati. Una selezione difficile perché tanta è la creatività e grande il desiderio di essere presenti. Tanta continuità, ma numerose anche le sorprese di quest’anno, a cominciare dal catalogo, la cui copertina riunisce tutti i colori utilizzati per le precedenti, e dal riconoscimento dell’artigianato come valore culturale da parte del Ministero della Cultura, come ha precisato Giorgiana Corsini. Ma la novità più rilevante è forse quella di un occhio proiettato non solo verso il grande passato di questi mestieri, ma anche verso prospettive future della mostra e del mondo professionale. Un orizzonte che ha portato al coinvolgimento dei vincitori del contest “Blogs&Crafts”, realizzato in collaborazione con La Nazione. Un’apposita giuria ha infatti selezionato dieci artigiani under trentacinque  e dieci tra i giovani blogger più promettenti, esperti di artigianato, lifestyle, turismo e moda, che con un esperimento di live blogging, attraverso foto, interviste e video tracceranno le linee guida che hanno segnato il percorso di “Artigianato e Palazzo”  e racconteranno eventi e curiosità di questa edizione. Il 2014 porta con sé anche sapori e profumi, con “Ricette di famiglia”, una sezione nel Giardinetto delle Rose tutta riservata alla cucina e che rimanda alla grandezza delle tradizioni, ma anche all’importanza da essa rivestita nella routine o in occasioni speciali del nostro quotidiano. Gli incontri culinari saranno affidati alla giornalista gastronomica Anna Maria Tossani e sapranno fornire la giusta dose di cibo e lettura, due ingredienti abilmente mixati per creare un gusto vincente: autori di libri sul mondo gastronomico si alterneranno a cuochi esperti e qualificati che presenteranno le proprie ricette. Il tutto preceduto da un solidale preambolo ieri sera alle 18.00, con l’asta a favore di Progetto Itaca Firenze Onlus, che da anni si prende cura di giovani affetti da disturbi della salute mentale, garantendo sostegno anche alle loro famiglie. Un’associazione che grazie a questa mostra ha potuto e può godere di un’importante visibilità per far conoscere a cittadini e non una nobile missione. Immancabile poi l’aspetto pratico, con laboratori a misura di grandi e piccini nell’Orto delle Monache, il settore “più selvatico e naturale”, specifica Giorgiana Corsini, organizzati dall’Associazione OmA (Osservatorio dei Mestieri d’Arte). Una manifestazione all’insegna del talento, della manualità e della bellezza, dove tanti sono i mondi sconosciuti da incontrare. Una mostra che parla di artigianato, ma anche di una vera e propria cultura che dobbiamo con tutte le forze mantenere. Giardino Corsini si presta a servizio di un bene comune, come una grande vetrina dove lasciarsi coinvolgere e rapire dalle meraviglie che la natura ci offre e da quelle che abili mani riescono a creare. Tra le alte mura si rivela così una gemma verde che per l’occasione fiorisce dei mestieri delle arti.
Giovedì alle 10.30 l’inaugurazione ufficiale, a cui sarà presente il vicesindaco del Comune di Firenze, Dario Nardella.