Museo degli Innocenti, open day per festeggiare seicentenario

Museo degli Innocenti, open day per festeggiare seicentenario

In occasione del Seicentenario, sabato 8 giugno dalle 10 alle 19 si rinnova l’appuntamento con l’open day al Museo degli Innocenti: per l’occasione saranno aperti gratuitamente i cortili dell’Istituto degli Innocenti.

Sempre sabato 8 giugno, alle 16.30, è in programma una visita guidata al percorso architettonico e alla pinacoteca, che al suo interno contiene una collezione d’arte che spazia fra le opere di Domenico Ghirlandaio, Piero di Cosimo, Neri di Bicci e Sandro Botticelli. La visita guidata, studiata appositamente per coinvolgere grandi e piccoli, è gratuita, si accede con il solo biglietto di ingresso al Museo.

L’Open day, come tutte le attività proposte in occasione del Seicentenario, ha il sostegno di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini (special supporter), partner della proposta educativa del Museo degli Innocenti e de La Bottega dei Ragazzi, e di Mukki supporter delle attività.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.museodeglinnocenti.it

L'articolo Museo degli Innocenti, open day per festeggiare seicentenario proviene da www.controradio.it.

Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze

Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze

Firenze, Bari, Napoli, Roma, Milano e Venezia rappresentate sulla bottiglia Coca-cola. Oguna delle città si mostrerà nelle fattezze di un personaggio che ne racchiude le caratteristiche. Si chiama “Face of the city”, un’edizione limitata illustrata da Noma Bar.

Firenze (nell’immagine primo volto da sinistra) rappresenta da una giovane donna che nei dettagli dell’abbigliamento rivela gli elementi simbolo del capoluogo. Milano è un hipster dalla barba che ha il profilo dello skyline meneghino e indossa una maglia decorata con i classici tram, mentre Napoli è una donna con al collo un Vesuvio che sbuffa e porta un cappello di pizza.

Ad interpretare il volto delle 6 città italiane è l’ispirazione dall’illustratore israeliano Noma Bar che racconta: “Ho cercato di catturare la vera anima di ogni città e di esprimerla attraverso la creazione diun personaggio”. “Guardando i volti delle persone – continua l’artista – è possibile riconoscere i simboli della città, l’architettura, il cibo e i paesaggi, ma è solo con uno sguardo più attento che si scorgono gli elementi distintivi di Coca-Cola”.

La direttrice marketing Coca-Cola Italia Giuliana Mantovano ha spiegato che “sei città, sei volti che raccontano una storia e celebrano il legame che da oltre novanta anni unisce Coca-Cola all’Italia”.

L'articolo Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze proviene da www.controradio.it.

Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze

Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze

Firenze, Bari, Napoli, Roma, Milano e Venezia rappresentate sulla bottiglia Coca-cola. Oguna delle città si mostrerà nelle fattezze di un personaggio che ne racchiude le caratteristiche. Si chiama “Face of the city”, un’edizione limitata illustrata da Noma Bar.

Firenze (nell’immagine primo volto da sinistra) rappresenta da una giovane donna che nei dettagli dell’abbigliamento rivela gli elementi simbolo del capoluogo. Milano è un hipster dalla barba che ha il profilo dello skyline meneghino e indossa una maglia decorata con i classici tram, mentre Napoli è una donna con al collo un Vesuvio che sbuffa e porta un cappello di pizza.

Ad interpretare il volto delle 6 città italiane è l’ispirazione dall’illustratore israeliano Noma Bar che racconta: “Ho cercato di catturare la vera anima di ogni città e di esprimerla attraverso la creazione diun personaggio”. “Guardando i volti delle persone – continua l’artista – è possibile riconoscere i simboli della città, l’architettura, il cibo e i paesaggi, ma è solo con uno sguardo più attento che si scorgono gli elementi distintivi di Coca-Cola”.

La direttrice marketing Coca-Cola Italia Giuliana Mantovano ha spiegato che “sei città, sei volti che raccontano una storia e celebrano il legame che da oltre novanta anni unisce Coca-Cola all’Italia”.

L'articolo Coca-cola: arriva bottiglia dedicata a Fiernze proviene da www.controradio.it.

Uffizi: apertura gratuita per Festa della Repubblica

Uffizi: apertura gratuita per Festa della Repubblica

Apertura gratuita straordinaria alla Galleria degli Uffizi di Firenze domenica 2 di giugno, in occasione della Festa della Repubblica. Grazie a questa iniziativa i visitatori potranno visitare le nuove sale del ‘500 fiorentino e veneziano ad appena tre giorni dalla loro inaugurazione ufficiale.

Per tutta la giornata di domenica 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, grazie a un’iniziativa decisa dalla direzione del museo sulla base di un piano generale varato dal Ministero dei Beni culturali, la Galleria degli Uffizi sarà gratuitamente aperta al pubblico.

Gli spazi al primo piano della galleria, appena restituiti al pubblico, accolgono 105 opere, tra le quali spiccano la Venere di Urbino di Tiziano, la Madonna del Popolo di Federico Barocci (che torna in esposizione dopo 10 anni in deposito), la Caduta degli Angeli ribelli di Andrea Commodi, oltre a dipinti di Tintoretto, Padovanino, Bronzino, Vasari e molti altri
maestri.

Il 2 di giugno sarà tra l’altro l’ultimo giorno per visitare la mostra per commemorare le vittime della Strage dei Georgofili del 27 di maggio 1993: la Sala del Camino, sempre al primo piano della Galleria, accoglie due grandi tele del pittore fiorentino del ‘600 Bartolomeo Manfredi non esposte ordinariamente, il Concerto e i Giocatori di Carte. Entrambe furono gravemente danneggiate dalla bomba di 26 anni fa, ma sono state “riportate in vita” grazie a complessi interventi di restauro che hanno consentito di ricomporre in parte le loro superfici quasi completamente disintegrate dall’esplosione
dell’ordigno.

L'articolo Uffizi: apertura gratuita per Festa della Repubblica proviene da www.controradio.it.

Pisa: il fumettista Gipi protagonista dell’estate a Palazzo Blu

Pisa: il fumettista Gipi protagonista dell’estate a Palazzo Blu

La mostra estiva di Palazzo Blu, il museo di arte contemporanea che si trova nel centro storico di Pisa, vedrà come protagonista il fumettista, scrittore, illustratore e regista pisano Gipi, al secolo Gian Alfonso Pacinotti.

La mostra, intitolata “Gipi. Storie d’artista”, resterà aperta dal 15 giugno al 13 ottobre e proporrà un’ampia selezione di tavole originali (più di 90 disegni) da alcuni dei maggiori successi del fumettista pisano: “Esterno notte”, “La terra dei figli”, “Appunti per una storia di guerra”.

Una selezione di opere, curata da Giorgio Bacci, che permette di entrare nel mondo creativo dell’artista, in un susseguirsi appassionante di tecniche e stili differenti. Gipi è un fumettista, ma è anche scrittore, illustratore e regista. Nel corso degli anni ha ricevuto numerosi premi in prestigiosi concorsi letterari e artistici di caratura internazionale.

“Sfogliando i suoi libri – dice Bacci – a colpire il lettore o l’osservatore sono prima di tutto la qualità grafica e la capacità narrativa dell’artista, capace di sviluppare un’ampia e delicata tastiera stilistica: dall’acquerello al gesso, dalla matita al pennarello, dall’olio all’acrilico, impiegando formati e supporti diversi”.

L'articolo Pisa: il fumettista Gipi protagonista dell’estate a Palazzo Blu proviene da www.controradio.it.