Firenze: Ataf richiede modifica urgente mobilità Piazza Stazione

Firenze: Ataf richiede modifica urgente mobilità Piazza Stazione

Rischiesta con urgenza una modifica alla viabilità tra la Stazione di Santa Maria Novella e Piazza Unità.

In particolare, Ataf, ha indicato la segnaletica orizzontale nel tratto nei pressi nel sottopasso angolo Via degli Avelli-Via de’ Cerretani.

 

Richiesta anche la verifica sull’accessibilità e sicurezza della fermata provvisoria posta all’inizio di via Panzani.

 

L'articolo Firenze: Ataf richiede modifica urgente mobilità Piazza Stazione proviene da www.controradio.it.

Autista bus colpito con un pugno al volto

Autista bus colpito con un pugno al volto

Colpito con un pugno al volto da un automobilista durante una lite per motivi stradali. Vittima dell’episodio, avvenuto ieri mattina intorno alle 9 in via Orti Oricellari nel centro di Firenze, l’autista di un bus di linea.

Secondo quanto ricostruito, l’aggressore, infastidito dalle sue proteste per un manovra azzardata, sarebbe sceso dalla vettura e lo avrebbe colpito con un pugno attraverso il finestrino, poi sarebbe risalito in auto e si sarebbe allontanato. Il conducente del bus ha riportato lievi lesioni. Sul posto è intervenuta la polizia.

L'articolo Autista bus colpito con un pugno al volto proviene da www.controradio.it.

Autista bus colpito con un pugno al volto

Autista bus colpito con un pugno al volto

Colpito con un pugno al volto da un automobilista durante una lite per motivi stradali. Vittima dell’episodio, avvenuto ieri mattina intorno alle 9 in via Orti Oricellari nel centro di Firenze, l’autista di un bus di linea.

Secondo quanto ricostruito, l’aggressore, infastidito dalle sue proteste per un manovra azzardata, sarebbe sceso dalla vettura e lo avrebbe colpito con un pugno attraverso il finestrino, poi sarebbe risalito in auto e si sarebbe allontanato. Il conducente del bus ha riportato lievi lesioni. Sul posto è intervenuta la polizia.

L'articolo Autista bus colpito con un pugno al volto proviene da www.controradio.it.

Nuove telecamere per le busvie di Firenze

Nuove telecamere per le busvie di Firenze

Entro la fine del 2018 verranno attivati altri 24 dispositivi a controllo delle preferenziali, oltre ai 9 già presenti.

Nel 2017 sono state oltre 100 mila le sanzioni scattate ai varchi delle corsie per il trasporto pubblico locale. Oltre agli occhi elettronici, per disincentivare la violazione saranno posti anche i cordoli per impedire i salti di corsia. Obiettivo comune: rendere più fluida la circolazione del mezzo pubblico.

Questa mattina, Chiara Brilli e Gimmy Tranquillo ne hanno parlato con l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti.

L'articolo Nuove telecamere per le busvie di Firenze proviene da www.controradio.it.

Ataf e Carta Unica, Verdi (Frs): “sempre la cittadinanza vittima del disservizio”

Ataf e Carta Unica, Verdi (Frs): “sempre la cittadinanza vittima del disservizio”

Risulta anche che la carta elettronica per gli abbonamenti deve essere vidimata ogni volta, pur essendo stata pagata regolarmente in anticipo ed avendo un inizio e un termine, e si rischia una multa da 10 a 60 euro se si dimentica di vidimarla, pur non trattandosi di un pagamento a scalare.

Ci sono state anche le scuse di ATAF e persino l’arrabbiatura del Sindaco, che è stato tempestato di proteste da parte della cittadinanza per la situazione che ha trovato andando a rinnovare gli abbonamenti e avere il diritto allo sconto nell’imminenza dell’apertura dell’anno scolastico.

Pare quindi che l’aumento dei costi, le modalità di accesso agli sconti e l’obbligo della Carta Unica abbiano creato un afflusso maggiore presso gli sportelli ATAF, soprattutto nell’imminenza dell’apertura delle scuole.

ATAF, per rimediare al disservizio provocato, ha detto che è sufficiente, in questa prima fare, presentare la richiesta della Carta Unica fatta via web e la gratuità della stessa fino a fine dicembre.

Questo però sarebbe soltanto il minimo sindacale… e che non attenua in alcun modo il disagio e il disservizio procurato, senza dare una adeguata informazione alla cittadinanza. Anche sabato scorso c’è chi ha fatto fino a sei ore di coda, mentre qualcuno è dovuto tornare più volte a causa della documentazione incompleta.

Quasi inutile è risultata anche la semplice procedura on-line, dato che molti che avevano optato per questa possibilità sono dovuti comunque andare all’ufficio della Stazione.

Insomma, il minimo, dopo l’entrata in vigore delle nuove tariffe e delle nuove modalità, ci sarebbe dovuto essere una maggiore informazione, una migliore qualità e quantità comunicativa, come la messa a disposizione di più sportelli almeno per rispondere, se non per risolvere, in modo, almeno decente agli utenti, perché era evidente che vi sarebbe stato un afflusso massiccio in questo periodo.

Si cambiano le modalità, si aumentano le tariffe, c’è l’obbligo di avere la Carta Unica ma non ci si attrezza – conclude Donella Verdi – e si organizza in modo adeguato il servizio agli sportelli per permettere alla popolazione di mettersi in regola e rispettare le nuove procedure senza far diventare anche questo un’odissea”.

L'articolo Ataf e Carta Unica, Verdi (Frs): “sempre la cittadinanza vittima del disservizio” proviene da www.controradio.it.