A/1: Tir sbanda e va in fiamme, morto autista

A/1: Tir sbanda e va in fiamme, morto autista

E’ morto sull’A/1 tra Calenzano e Firenze Nord il conducente di un Tir che ha sbandato e ha preso fuoco dopo essersi ribaltato in un incidente avvenuto verso le 2.30. La vittima è un cinquantenne di Gragnano (Napoli), Paolo Schettino.

Secondo una prima ricostruzione della Polstrada, l’autista è rimasto incastrato ed è probabile che il decesso sia avvenuto già dopo il forte impatto contro la barriera centrale ‘new jersey’ e il conseguente rovesciamento del mezzo in un terrapieno dopo aver sfondato il guard rail dalla parte opposta. Riguardo alle cause, al momento si ipotizza come verosimile il malore o un colpo di sonno. Gli accertamenti proseguono.

A causa dell’incidente, che è avvenuto su un rettilineo in carreggiata sud, l’A/1 è stata chiusa, con uscite obbligatorie, per circa un’ora, poi è stata riaperta la sola corsia di sorpasso. L’incendio intorno alle 6.30 non era ancora completamente spento.

Il traffico in direzione Firenze, come spiega anche Autostrade, viaggia ora su tutte le corsie disponibili.

L'articolo A/1: Tir sbanda e va in fiamme, morto autista proviene da www.controradio.it.

Nuova variante alle Cascine del Riccio

Nuova variante alle Cascine del Riccio ervento
Il cantiere del by pass di Cascine del Riccio, si avvia verso la conclusione. È stata infatti completata la terza fase del progetto, ovvero la variante che consente di ribaltare il cantiere sulla seconda parte della rotatoria su via delle Cave di Monteripaldi e quindi terminare le opere presso il ponte sull’Ema nel mese di dicembre.

La nuova viabilità è scattata oggi con un impianto semaforico provvisorio che consente di mantenere l’accesso al nucleo urbano di Cascine del Riccio anche ai mezzi diretti alla zona artigianale di Ponte a Iozzi e alla linea 36 di Ataf.

Tutta la strada è dotata di marciapiede pedonale con attraversamenti. In corrispondenza del nucleo abitato di Cascine del Riccio è prevista la realizzazione di una barriera acustica di circa 100 metri. Particolare attenzione è stata posta ai tappeti stradali che sono stati realizzati con miscele bituminose ad alta resistenza e con coefficienti di abbattimento acustico.

La nuova carreggiata è stata inoltre dotata di impianto di smaltimento delle acque di piattaforma e per il tratto dall’abitato di Cascine del Riccio alla nuova rotatoria, di nuovi sottoservizi (acquedotto, gas, fognatura, telefonia). Inoltre l’intera tratta è dotata di impianto di illuminazione con corpi illuminanti a led per il risparmio energetico. L’intervento, finanziato completamente da parte di Autostrade per l’Italia nell’ambito dei lavori della Terza Corsia, ha un costo totale complessivo di 5 milioni di euro