Cultura, sport e spettacolo per denunciare la violenza contro le donne

Cultura, sport e spettacolo per denunciare la violenza contro le donne

Per tutto il mese iniziative a Castelfiorentino in occasione della Giornata Internazionale sula violenza contro le donne (25 novembre). Rassegna cinematografica presso “La Stanza rossa” fino a marzo 2019

Cultura, sport e spettacolo per ribadire in modo unitario il proprio No alla violenza sulle donne. Per tutto il mese di novembre sono in programma a Castelfiorentino numerose iniziative in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne (che ricorre il 25) e nel contempo sensibilizzare la popolazione su un fenomeno che purtroppo continua a ripetersi nei fatti di cronaca, attraverso episodi di stupro, molestie, stalking e omicidi, dentro e fuori dalle mura di casa.

Il nutrito programma, che vede il coinvolgimento di numerose associazioni coordinate dallo SPI CGIL e gode del patrocinio del Comune, contempla per sabato 17 novembre (ore 18.00, Pala ABC di via XXV Aprile) il Trofeo Lilith, torneo di dodgeball femminile a sostegno del Centro Aiuto Donna Lilith (ingresso gratuito).  Venerdì 23 novembre al Ridotto del Teatro del Popolo (ore 16.30) “Storia di Vanessa”, testimonianza di Maria Grazia Forlì e riflessioni sull’applicabilità del rito abbreviato al femminicidio: interventi del Sindaco, Alessio Falorni, del Vicesindaco, Claudia Centi, dell’on. Laura Cantini e dell’avv. Veronica Vettori. A seguire (18.30) inaugurazione della “Panchina rossa”, che dovrà rappresentare un simbolo quotidiano dell’impegno e della lotta contro la violenza sulle donne (piazza Gramsci, di fronte al Caffè del Teatro).

Venerdì 30 novembre (ore 21.00) al Teatro del Popolo una serata interamente dedicata al Centro Lilith con danza libera per tutti (Kineses Centro Studi Danza e Movimento) e Teatro Zero con Emanuele Ginori. Costo del biglietto 10 euro (prevendita biglietteria del Teatro dal 23 novembre).

Ma non è finita. Il circolo del Cinema “Angelo Azzurro” organizza infatti fino alla primavera 2019 una rassegna cinematografica dal titolo “No alla violenza maschilista che uccide le donne”, presso “La Stanza rossa” in via IV Novembre 2/d.

Queste le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del programma, promosso dallo SPI CGIL e dal Coordinamento Donne SPI CGIL di Castelfiorentino: Auser Filo d’Argento, Avis, Sezione soci Coop Gruppo fotografico Giglio Rosso, Circolo del Cinema “Angelo Azzurro”, gruppo amatoriale “Knit Café”, Prociv Arci, ANPI, Fili in Allegria.

L'articolo Cultura, sport e spettacolo per denunciare la violenza contro le donne proviene da www.controradio.it.

Incidente: donna muore quattro giorni dopo

Incidente: donna muore quattro giorni dopo

Morta nel pomeriggio di ieri a Careggi la donna che aveva riportato gravissimi traumi nell’incidente in cui era stata coinvolta il 29 agosto. La 64enne era una volontaria dell’Avis.

E’ morta nel pomeriggio di ieri, all’ospedale fiorentino di Careggi, a donna ferrarese di 64 anni dove era stata trasportata in codice rosso, poichè aveva riportato gravissimi traumi nell’incidente in cui era rimasta coinvolta mercoledì 29 agosto ad Olmo nell’immediata periferia di Arezzo.

Si chiamava Maria Teresa Malacarne, aveva 64 anni e abitava a Mezzogoro (Ferrara). Il marito, 68 anni, dopo l’incidente è stato, invece, trasportato alle Scotte di Siena. Lo scontro era avvenuto con un camion e sulla dinamica hanno svolto accertamenti gli uomini della polizia locale di Arezzo.

La famiglia ha acconsentito all’espianto degli organi. La 64enne era una volontaria dell’Avis e in passato aveva ricoperto il ruolo di presidente.

L'articolo Incidente: donna muore quattro giorni dopo proviene da www.controradio.it.