Coronavirus, Azione NCC: “I nostri mezzi a disposizione per l’emergenza”

Coronavirus, Azione NCC: “I nostri mezzi a disposizione per l’emergenza”


Il presidente Dell’Artino: “Ognuno deve fare la sua parte. La nostra rete e i nostri servizi per aiutare chi ha bisogno in tutta Toscana”

Gli Ncc della Toscana mettono a disposizione i loro mezzi nell’emergenza sanitaria da coronavirus. Lo annuncia il presidente di Azione Ncc, Giorgio Dell’Artino. “Una situazione drammatica, che ha messo in ginocchio tutti e che ci lascia con gravi incertezze per il futuro, ma oggi è tempo di intervenire e di dare una mano ognuno come può. Noi ci occupiamo di trasporto e siamo pronti a supportare con la nostra rete e i nostri servizi le istituzioni, le associazioni o anche i privati che avessero necessità e urgenza su tutto il territorio regionale ”.
Chi volesse mettersi in contatto con l’associazione e chiedere un aiuto, può farlo scrivendo una mail a segreteria@azionencc.it.

“Mai come oggi è importante garantire trasporti in urgenza – continua il presidente Dell’Artino –  e vogliamo dire a tutta la Toscana che ci siamo e mettiamo a disposizione i nostri mezzi e i nostri autisti. In questa situazione fino a pochi giorni fa inimmaginabile è necessario offrire il proprio contributo, prima di tutto restando a casa e poi, per chi può,  intervenire dove c’è più bisogno, sempre rispettando le regole di sicurezza”.

L'articolo Coronavirus, Azione NCC: “I nostri mezzi a disposizione per l’emergenza” proviene da www.controradio.it.

Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi”

Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi”

“Nel Chianti il lavoro per gli Ncc sarebbe in calo del 30% a causa della concorrenza sleale degli autisti abusivi”: la denuncia di Azione Ncc secondo cui “le scuole di cucina e di sommelier del territorio, organizzerebbero dei veri e propri tour, mascherandoli da finti servizi di trasporto”.

La denuncia arriva da Azione Ncc, che avrebbe visto gli affari andare a picco. “Sono tutti autisti abusivi che vengono chiamati dai tour operator, agenti di viaggio o direttamente dalle scuole per organizzare viaggi nel Chianti” – segnala il segretario di Azione Ncc, Stefano Giusti – “Gite che dovrebbero avere uno scopo didattico, sulla carta, ma che sono veri e propri tour. Tutti servizi che, durante i dovuti controlli su strada, sostengono di essere solo trasporto di cortesia mentre sappiamo bene che il trasporto viene garantito e pagato all’interno di un pacchetto turistico.  Tutti hanno diritto di lavorare, ma nel rispetto delle regole e con le autorizzazioni necessarie anche per garantire la sicurezza di tutti. Oggi viviamo una confusione totale dove gli abusivi ci sguazzano comodamente e noi falliamo”

Azione Ncc ritiene che il problema sia riscontrabile in “un vuoto normativo che sta causando seri danni agli autisti regolari che subiscono la concorrenza di chi, non rispettando alcun obbligo, può offrire prezzi molto concorrenziali”.

“Chiediamo l’intervento del Governo – continua Giusti –  Rivedere la nuova normativa e intensificare i controlli. Ora la lotta sembra sia solo tra noi e i taxi, ma il clamore rischia di distogliere l’attenzione su problemi anche più gravi. Per gli Ncc gli abusivi sono i maggiori concorrenti. E’ qui che dobbiamo concentrare buona parte delle nostre forze. Abbiamo visto che se i controlli diventano più puntuali i risultati si ottengono”. Come è accaduto a Prato, dove operava l’app cinese: “Ora i grossi tour operator cinesi hanno riscontrato seri problemi e si rivolgono agli Ncc regolari. Se si vuole, si può”

L'articolo Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi” proviene da www.controradio.it.

Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi”

Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi”

“Nel Chianti il lavoro per gli Ncc sarebbe in calo del 30% a causa della concorrenza sleale degli autisti abusivi”: la denuncia di Azione Ncc secondo cui “le scuole di cucina e di sommelier del territorio, organizzerebbero dei veri e propri tour, mascherandoli da finti servizi di trasporto”.

La denuncia arriva da Azione Ncc, che avrebbe visto gli affari andare a picco. “Sono tutti autisti abusivi che vengono chiamati dai tour operator, agenti di viaggio o direttamente dalle scuole per organizzare viaggi nel Chianti” – segnala il segretario di Azione Ncc, Stefano Giusti – “Gite che dovrebbero avere uno scopo didattico, sulla carta, ma che sono veri e propri tour. Tutti servizi che, durante i dovuti controlli su strada, sostengono di essere solo trasporto di cortesia mentre sappiamo bene che il trasporto viene garantito e pagato all’interno di un pacchetto turistico.  Tutti hanno diritto di lavorare, ma nel rispetto delle regole e con le autorizzazioni necessarie anche per garantire la sicurezza di tutti. Oggi viviamo una confusione totale dove gli abusivi ci sguazzano comodamente e noi falliamo”

Azione Ncc ritiene che il problema sia riscontrabile in “un vuoto normativo che sta causando seri danni agli autisti regolari che subiscono la concorrenza di chi, non rispettando alcun obbligo, può offrire prezzi molto concorrenziali”.

“Chiediamo l’intervento del Governo – continua Giusti –  Rivedere la nuova normativa e intensificare i controlli. Ora la lotta sembra sia solo tra noi e i taxi, ma il clamore rischia di distogliere l’attenzione su problemi anche più gravi. Per gli Ncc gli abusivi sono i maggiori concorrenti. E’ qui che dobbiamo concentrare buona parte delle nostre forze. Abbiamo visto che se i controlli diventano più puntuali i risultati si ottengono”. Come è accaduto a Prato, dove operava l’app cinese: “Ora i grossi tour operator cinesi hanno riscontrato seri problemi e si rivolgono agli Ncc regolari. Se si vuole, si può”

L'articolo Ncc contro scuole cucina: “Nel Chianti organizzano tour con autisti abusivi” proviene da www.controradio.it.

Azione NCC: “Socio minacciato da due tassisti”

Azione NCC: “Socio minacciato da due tassisti”

Firenze, Azione NCC, sigla di categoria che rappresenta ditte di Noleggio con conducente, denuncia che la notte scorsa un suo socio è stato “minacciato e insultato” da due tassisti mentre aspettava i clienti davanti a un hotel in centro.

Le dichiarazioni sono del presidente dell’associazione Azione NCC, Giorgio Dell’Artino, che in una nota parla “di fatti gravissimi” spiegando che “un nostro associato stava aspettando con il suo mezzo otto clienti già prenotati davanti all’Hotel Baglioni quando un tassista lo ha assaltato chiedendogli prima di fargli vedere, non si sa a quale titolo, i documenti e la prenotazione e poi iniziandolo a fotografare”.

Il “tassista – prosegue – è stato raggiunto da un altro tassista, evidentemente avvisato, e insieme, due contro uno, prima hanno minacciato e insultato il driver Ncc poi hanno bloccare il suo mezzo con le loro auto.

Una vera aggressione avvenuta con le otto persone a bordo del van molto spaventate”. “Abbiamo dato mandato al nostro studio legale di valutare se ci sono gli estremi per denunciare gli aggressori”, conclude.

Giorgio Dell’Artino chiede inoltre che la categoria possa “lavorare senza subire continue intimidazioni e minacce” e afferma che “quello che ora dobbiamo evitare è che questa spirale di violenza nei nostri confronti prenda il sopravvento e quindi chiediamo formalmente al sindaco di Firenze Dario Nardella e al prefetto Laura Lega di intervenire per far rispettare la legge e i nostri diritti di imprenditori”.

Secondo Dell’Artino “le associazioni sindacali dei tassisti dovrebbero richiamare all’ordine la categoria e farebbero bene a ricordare ai propri associati cosa si rischia a tenere certi comportamenti. E’ onestamente una situazione che non può andare avanti così e chi ha responsabilità di governo della cosa pubblica deve agire immediatamente per impedire altre e ulteriori violenze ai nostri danni”.

L'articolo Azione NCC: “Socio minacciato da due tassisti” proviene da www.controradio.it.