Bagno a Ripoli “copre” agevolazioni asili nido nonostante tagli governo

Bagno a Ripoli “copre” agevolazioni asili nido nonostante tagli governo

Bagno a Ripoli, l’amministrazione comunale garantirà sgravi e potenziamento del servizio per l’anno educativo in corso nonostante la diminuzione dei fondi in arrivo dal Ministero.

Sono stati confermati infatti da parte del Comune di Bagno a Ripoli, gli sconti fino a 80 euro al mese per le fasce Isee più basse, il prolungamento dei nidi fino alla terza settimana di luglio, l’estensione dell’orario fino alle 16.30 e la sezione sperimentale con uscita alle 17

Secondo un comunicato dell’amministrazione, i tagli del governo prevedono un calo di risorse di circa il 6%, da 86mila a 80mila euro. “Poche migliaia di euro – dice il sindaco Francesco Casini – ma sufficienti a mettere in crisi il servizio dei nidi che lo scorso anno abbiamo deciso di potenziare incontrando il riscontro favorevole della comunità. Per questo abbiamo deciso di impegnarci direttamente e mettere una pezza all’ammanco del governo con risorse comunali. Un aiuto concreto alle famiglie che in questo modo potranno contare anche per l’anno educativo in corso su un pacchetto di agevolazioni fiscali che alleggeriscono la tariffa e un servizio prolungato, più capillare e più efficiente. Un investimento per il futuro dei nostri bambini, con il rafforzamento di un servizio educativo che ricopre un ruolo fondamentale nel percorso formativo dei più piccoli”.

Nel dettaglio, grazie alle risorse comunali, verranno mantenute le agevolazioni sulle rette fino a ottanta euro al mese per le fasce Isee più basse. Garantita inoltre l’apertura dei nidi “Chicco di Grano” a Grassina e “Arabam” di Osteria Nuova fino alla terza settimana di luglio (prima il servizio a luglio si svolgeva solo all'”Arabam” e terminava la seconda settimana del mese), il prolungamento dell’orario di apertura fino alle 16.30 in tutte le strutture (contro l’uscita alle 16 prevista precedentemente) e l’attivazione di una sezione sperimentale al nido “Arabam” con uscita posticipata alle 17. L’estensione del servizio, avviato all’inizio del 2018, ha inoltre comportato l’avvio dei nidi nella prima settimana di settembre.

L'articolo Bagno a Ripoli “copre” agevolazioni asili nido nonostante tagli governo proviene da www.controradio.it.

Villa Mondeggi di Bagno a Ripoli, va all’asta

Villa Mondeggi di Bagno a Ripoli, va all’asta

Firenze, la Città Metropolitana mette all’asta Villa Mondeggi di Bagno a Ripoli, il pubblico incanto si terrà l’1 marzo 2019 alle ore 10.

Così, riferisce un comunicato, l’avviso di asta pubblica per la vendita della tenuta di Villa Mondeggi, che è di proprietà dell’ente, nella sede della stessa Metrocittà, in Sala Oriana Fallaci, via dei Ginori 8 a Firenze.

L’asta, viene inoltre spiegato, avrà luogo “per la vendita a corpo e non a misura, in un unico lotto dei beni immobili, costituenti la cosiddetta ‘Tenuta di Villa Mondeggi’, costituita da villa padronale, con ampio giardino arricchito da numerose fontane e da fabbricati pertinenziali, il tutto circondato da quasi 170 ettari di terreni suddivisi in cinque poderi agricoli con le relative case coloniche”.

La tenuta è nel Comune di Bagno a Ripoli nei pressi dell’abitato di Capannuccia, su una collina a una quota di circa 200 metri sul mare, facilmente raggiungibile sia dall’abitato di Bagno a Ripoli che dal vicino casello autostradale di Firenze Sud.

La strada comunale di Pulizzano, che si congiunge alla S.P. 56 in prossimità della frazione Capannuccia, conduce alla Villa di Mondeggi e alle case coloniche dei vari poderi.

Ad oggi i terreni e i fabbricati di proprietà si estendono per oltre 170 ettari e sono distribuiti a monte della valle del torrente Ema, in località Capannuccia nel comune di Bagno a Ripoli, oltre ad alcuni terreni a bosco nel comune di Figline e Incisa Valdarno.

L'articolo Villa Mondeggi di Bagno a Ripoli, va all’asta proviene da www.controradio.it.

Tramvia sud, firmato l’atto che destina 80 milioni alla tratta per Bagno a Ripoli

Tramvia sud, firmato l’atto che destina 80 milioni alla tratta per Bagno a Ripoli

E’ stato firmato questa mattina a Palazzo Strozzi un atto che destina 80 milioni di euro, all’estensione della tramvia.

I fondi, provenienti da finanziamenti europei POR FESR 2014-2020, andranno a supportare l’espansione del sistema tramviario in direzione sud. Erano presenti alla firma l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, l’assessore fiorentino Stefano Giorgetti, il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, il sindaco di Scandicci Sandro Fallani e l’assessore ai lavori pubblici di Sesto Fiorentino Massimiliano Kalmeta.

Nello specifico, l’intero sistema tramviario dell’area metropolitana prevede:

-Linea 1 da Scandicci a Firenze-Careggi, operativa;

-Linea 2 da Aeroporto a Piazza Libertà, in attesa dell’avvio del servizio;

-Linea 3.2 da Piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, progettazione preliminare approvata;

-Linea 4 da Leopolda a Le Piagge, progettazione preliminare in fase di conclusione;

-Estensione linea 2 Aeroporto-Sesto Fiorentino (Polo Scientifico), in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica;

-Estensione linea 4 Le Piagge-Campi Bisenzio, in corso di redazione la progettazione di fattibilità tecnico-economica.

La progettazione esecutiva della nuova linea Piazza Libertà-Bagno a Ripoli costerà 3,31 milioni di euro, dei quali 2,5 milioni finanziati dalla Regione Toscana, 690.000 euro dal Comune di Firenze e 120.000 euro dal Comune di Bagno a Ripoli.  Il Comune di Firenze farà da stazione appaltante e soggetto attuatore per l’intera opera (su delega del Comune di Bagno a Ripoli, che mantiene per sè soltanto le procedure urbanistiche, approvative e di acquisizione delle aree relative al proprio territorio). Il valore complessivo degli interventi necessari per la realizzazione della nuova linea è stato stimato in 220 milioni di euro. Per le estensioni Aeroporto-Polo Scientifico (Est. Linea 2) e Leopolda-Piaggie (Est. Linea 4) sono stati calcolati rispettivamente 154,2 e 166 milioni di euro ed è prevista la messa in esercizio a partire dal 2024.

Il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini intervistato da Chiara Brilli

L'articolo Tramvia sud, firmato l’atto che destina 80 milioni alla tratta per Bagno a Ripoli proviene da www.controradio.it.

Tramvia linea per Bagno a Ripoli nel 2023

Tramvia linea per Bagno a Ripoli nel 2023

Firenze, la Tramvia da piazza della Libertà a Firenze a via Granacci a Bagno a Ripoli passando per i viali di circonvallazione fino a piazza Piave e poi sui lungarni fino al ponte da Verrazzano, per raggiungere il viale Europa e poi proseguire sul territorio ripolese per circa un chilometro.

Questo il progetto della linea 3.2 della tramvia di Firenze, illustrato dai sindaci di Bagno a Ripoli e Firenze Francesco Casini e Dario Nardella, dall’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, e dai tecnici di Tram spa, durante un’assemblea pubblica svoltasi giovedì a Bagno a Ripoli.

L’obiettivo è l’entrata in esercizio della linea nel 2023, come spiega una nota del Comune di Bagno a Ripoli, a servizio della linea, precisa la stessa nota, saranno realizzati un parcheggio scambiatore di circa 400 posti lungo il viale Europa in prossimità del capolinea, su terreni in parte incolti da tempo e l’area di deposito in prossimità del cimitero del Pino in posizione defilata rispetto alla visuale principale della piana di Ripoli.

Entrambe le opere saranno inserite in un contesto ‘verde’ ottenuto attraverso la piantumazione di numerose alberature ad alto fusto e a basso impatto paesaggistico. A fianco al capolinea del tram verrà posizionato anche il capolinea degli autobus urbani 24, 48 e 49.

L'articolo Tramvia linea per Bagno a Ripoli nel 2023 proviene da www.controradio.it.

Firenze, scuola: ampliato il Gobetti-Volta

Firenze, scuola: ampliato il Gobetti-Volta

Il sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella ha incontrato stamani gli studenti dell’Istituto Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli, compiendo un sopralluogo nei nuovi locali realizzati grazie a un intervento di ampliamento condotto dalla Metrocittà.

L’ampliamento dell’Isitituto olta-Gobetti, prevede 10 nuove aule, nuovo ingresso, nuovi locali portineria, nuovi gruppi di servizi igienici, ai quali in corso d’opera si è aggiunto un nuovo archivio. Con i lavori realizzati la superficie scolastica è aumentata di 480 mq. L’importo complessivo dell’intervento è stato di 942mila euro di cui 706mila per lavori. Il cantiere è stato chiuso nei tempi contrattuali previsti, consentendo il regolare inizio dell’anno scolastico così come da accordi con la scuola stessa

“Quello di Bagno a Ripoli – ha affermato Nardella – è uno dei poli scolastici più importanti del territorio, frequentato da studenti che vengono da tutta l’area della Città Metropolitana.
Siamo contenti che il risultato degli investimenti fatti sia molto positivo. Siamo impegnati nel migliorare ulteriormente la struttura. Gli studenti hanno chiesto l’allestimento di un impianto fotovoltaico ed è una proposta che prendiamo in considerazione”.

 

L'articolo Firenze, scuola: ampliato il Gobetti-Volta proviene da www.controradio.it.