Biblioteca nazionale Firenze: carenza di organico

Biblioteca nazionale Firenze: carenza di organico

Leonardo Bieber: “L’attuale carenza di organico potrebbe mettere in ginocchio la nostra biblioteca”.

L’allerta arriva dal consigliere Pd Bieber: “Con i governi Renzi e Gentiloni, la Biblioteca Nazionale ha beneficiato di importanti finanziamenti che sono stati in grado di garantire il funzionamento corrente ed una progettualità a breve-medio termine e nuovi spazi, con la riqualificazione dei locali dell’ex caserma Curtatone che permetteranno di trasferirvi il materiale librario finora conservato al Forte Belvedere, spazi che potranno quindi essere sfruttati dal Comune a cui verranno conferiti. Adesso, la sfida riguarda il personale: l’attuale carenza di organico infatti potrebbe mettere in ginocchio la nostra biblioteca con il rischio di dover rinunciare nell’arco di qualche anno ad alcune delle proprie attivita’ e servizi”.

Leonardo Bieber, presidente della commissione urbanistica, nel passato mandato amministrativo, da presidente della commissione Cultura, si era a lungo occupato della vicenda. Importante la salvaguatrdia e la garanzia dell’efficienza della biblioteca, essendo questa l’unica Nazionale inseme a quella di Roma.

“Occorre intervenire sul turn over”, chiarisce Bieber “che attualmente, a fronte di 5 persone che vanno in pensione, permette l’assunzione di sole 2 persone. Di questo passo, la biblioteca non sarà più gestibile. Per questo ci appelliamo all’attuale governo, ed in particolare al ministro Bonisoli, rilanciando l’appello del direttore Bellingeri, perché il lavoro cominciato con i governi PD possa proseguire, per il bene della nostra biblioteca”.

“Il governo Conte segua l’esempio dei suoi predecessori e aiuti la Biblioteca Nazionale” conclude il consigliere.

L'articolo Biblioteca nazionale Firenze: carenza di organico proviene da www.controradio.it.