Isolotto: antifascisti in piazza contro Fratelli d’Italia

Isolotto: antifascisti in piazza contro Fratelli d’Italia

E’ in programma per domani all’Isolotto in risposta alla manifestazione organizzata – alle 17 – nello stesso luogo da Fratelli d’Italia. Il presidio si troverà nei pressi della Bibiliotecanova, in via Canova.

Il presidio antifascista è organizzato da ‘Firenze Antifascista’ che in una nota sottolinea come la presenza di Fdi sia “in chiave elettorale”. E’ il tentativo di “strumentalizzare”, spiega ‘Firenze Antifascista’, un litigio tra ragazzini da parte di alcune mamme “che si spacciano come gruppo” e “da anni cercano, con l’ausilio di Fratelli d’Italia e Casapound, di soffiare sul fuoco in particolare riguardo ovviamente la presenza dei rom”. Gli organizzatori, che chiamano a raccolta il quartiere, rammentano come gli stessi movimenti di destra “cercarono e non riuscirono a strumentalizzare la morte di Duccio Dini“, grazie “alla dignità della famiglia”, e che la biblioteca viene attaccata perchè è quella che “ospitò la Balzerani”.

L’Anpi del quartiere ha invece organizzato per il giorno successivo, giovedì 23 maggio, un’assemblea pubblica alle 17:30.

L'articolo Isolotto: antifascisti in piazza contro Fratelli d’Italia proviene da www.controradio.it.

Quartiere 4 Firenze, “Aprile Resistente 2019” in memoria di Pillo

Quartiere 4 Firenze, “Aprile Resistente 2019” in memoria di Pillo

Il Quartiere 4, l’Archivio Movimento di Quartiere Firenze e l’Anpi Isolotto ‘Circolo Sergio Rusich’ presentano l’edizione 2019 di “Aprile Resistente”, che si terrà dal 12 al 25 aprile.

“Aprile Resistente 2019 ha una novità importante, La Mappa dei Partigiani, che sarà presentata il primo giorno – dice il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – e dove abbiamo ora a disposizione della nostra intelligenza e voglia di conoscere uno strumento di grande rilievo, che, calandoci in concreto in vie e piazze del quartiere, porta con sé il valore della documentazione storica e della testimonianza. Ma l’intero programma di manifestazioni è caratterizzato da una grande varietà di eventi, che rende conto della ricchezza di idee che nasce dalla Resistenza e dalla Lotta di Liberazione: cultura, diffusione fra i giovani e nelle scuole, commemorazioni e passeggiate per vedere di persona e toccare con mano i luoghi e le memorie che essi trasmettono. Il ricordo di chi non c’è più, partigiani e civili caduti nel 1944, che, in questa primavera in cui il bisogno di antifascismo si avverte sempre più forte, ci farà emozionare al pensiero di Silvano Sarti, maestro di vita e libertà che ci ha lasciati da poco. Partecipiamo numerosi ad Aprile Resistente, perché la storia siamo noi!”.

Programma:

Venerdì 12 aprile, ore 17, BiblioteCaNova Isolotto (via Chiusi): “La Mappa dei Partigiani”, Antifascismo e Resistenza nel Quartiere 4: luoghi, eventi, personaggi. Presentazione a scuole, associazioni e cittadini della mappa e della guida ai percorsi. Con: Franco Quercioli, coordinatore del progetto; Giuseppe Matulli, presidente Istituto Storico della Resistenza; Vania Bagno, presidente Anpi Firenze. Intermezzi a cura dei prof. Mirko Carroli e Iacopo Rugiadi, sez. musicale I.C. Pirandello.

A seguire “Il treno della memoria”. Gli studenti di Liceo Rodolico, Isis Galilei e Istituto Agrario, insieme ai loro insegnanti, raccontano Auschwitz. Coordina Silvia Rusich, Aned Firenze, con i prof. Alessandro Paoli, Silvia Cosimi e Mariassunta Pirillo.

Nel corso della serata sarà inaugurata la mostra di disegni di Roberto Fiordiponti sui luoghi partigiani di Mantignano e Ugnano;

Lunedì 15 aprile, ore 9.30, I.C. Pirandello/Scuola Ambrosoli: “4 Agosto 1944: i luoghi della memoria”, incontro con insegnanti e alunni, dal Giardino dei caduti agli eventi di Mantignano e Ugnano. Percorso didattico a cura di Maurizio Dell’Agnello, con riferimento ai disegni di Roberto Fiordiponti;

Martedì 16 aprile, ore 9.30, Cimitero di Soffiano: “La Terrazza dei Partigiani, la Spoon River di Soffiano”, letture a cura di studenti e insegnanti del Liceo Rodolico. Le letture sono il risultato di un lavoro con la classe III F. I testi, che si ispirano alle tombe dei caduti, partigiani e civili, sono stati elaborati dagli studenti in un lavoro di gruppo, coordinato da Franco Quercioli, con i docenti: Francesco Bini Carrara, Cristiana Felici Puccetti, Sibilla Mischi;

Mercoledì 24 aprile, ore 17, Circolo Arci P. Pampaloni, via Maccari 104: Inaugurazione Mostra Fotografica “La Liberazione di Firenze”, a cura del Club Idea Fotografica. Omaggio a Red Giorgetti, fotografo. La mostra sarà aperta fino a domenica 28 aprile (negli orari di apertura del Circolo);

Giovedì 25 aprile, ore 15.30: “Il percorso dei partigiani”, dalla Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia alle chiese di Mantignano e Ugnano, lungo i luoghi che videro protagonisti i partigiani della I Zona dei Distaccamenti Sap di San Bartolo, Mantignano e Ugnano nei primi giorni dell’agosto 1944.

Ritrovo alla Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia. Ore 17: merenda sociale alla Casa del Popolo “Ruggero Taddei”. Musica, letture e video “La Mappa dei Partigiani”. Il percorso di andata misura circa 3 km ed è praticamente pianeggiante. Si consiglia di indossare abiti comodi e scarpe da trekking e di portare una bottiglia d’acqua.

L’ingresso alle iniziative è libero. “Aprile Resistente” è realizzato in collaborazione con ‘La Bottega della Memoria” – BiblioteCaNova Isolotto.

Info:

055 2767101

cultura4@comune.fi.it.

L'articolo Quartiere 4 Firenze, “Aprile Resistente 2019” in memoria di Pillo proviene da www.controradio.it.

Firenze: “Marzo Donna” al Quartiere 4

Firenze: “Marzo Donna” al Quartiere 4

In occasione della Festa della Donna dell’8 Marzo, il Quartiere 4 ripropone anche per il 2019 l’ormai tradizionale appuntamento con la manifestazione “Marzo Donna”. Mostre, recital, concerti, podismo, teatro e… le donne inventrici. Mirko Dormentoni: “Uno sguardo a tutto tondo sull’universo femminile che attraversa l’intero mese”

“Sarà un Marzo Donna indimenticabile quello del 2019 – dichiara il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – grazie alla propositività e alla capacità di fare rete delle realtà culturali del nostro territorio e alla forza attrattiva delle prestigiose sedi espositive e spettacolari di cui disponiamo, la nostra manifestazione tradizionalmente dedicata all’universo femminile offrirà quest’anno uno sguardo a 360°, in grado di interessare, interagire e far riflettere l’intera comunità sulle tematiche dei diritti e della libertà delle donne. Un argomento sul quale l’attenzione e l’approfondimento a più livelli non devono mai mancare. La civiltà segue naturalmente un percorso evolutivo che procede verso il futuro: sta a noi, alle idee, alla cultura, allo sport sano e partecipativo, sostenere in maniera insieme intelligente e gratificante dal punto di vista artistico, creativo ed umano questo viaggio. Il Marzo Donna del Quartiere 4 vi aspetta, con il suo ricco calendario di eventi, tutti a ingresso libero”.

Programma:

Fino a domenica 10 marzo, presso la Limonaia e il Chiostro di Villa Vogel, in via delle Torri 23, Toscana Cultura propone la mostra “Donne nell’Arte in Toscana”, aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19. Venerdì 8 marzo, alle 17: recital del Menestrello Fiorentino Beltrando, a seguire l’attrice Mery Nacci interpreterà alcuni brani da “La primavera delle donne”.

Sabato 2 marzo, alle 21, presso la Limonaia di Villa Strozzi, in via Pisana 77, O.M.E.G.A. (Orchestra Musica Europea e Gruppi Associati) presenta il concerto “Le Donne di Verdi e di Puccini”, con ensemble di archi e arpa, soprano Olivera Mercurio.

Domenica 3 marzo, alle 15.30, presso la Limonaia di Villa Strozzi, in via Pisana 77, Cori Ensemble presenta la rassegna corale “Articolo Femminile: La Musica e l’Amicizia”, secondo incontro fra Cori e Direttori (P. Mugnai, B. Calamai, G. Menestrina, A. Zucchelli, F. Buono).

Sabato 9 marzo, alle 16, presso l’impianto sportivo comunale “B. Betti”, di via del Filarete, prenderà il via la 34a edizione di “Rosamimosa”, gara podistica di km 7,8 e ludico-motoria di km 5. Il tema principale di quest’anno sarà “Le pari opportunità nel mondo del lavoro”.

Sabato 16 marzo, alle 17.30, presso la BiblioteCaNova Isolotto,4 in via Chiusi, La Rosa e il violino presenta “La Diva e la Donna. Maria Callas”, spettacolo teatrale-musicale di Elisa Belli che ripercorre la vita di Maria Callas.

Venerdì 29 marzo, alle 18, presso la Sala Consiliare “Tosca Bucarelli” di Villa Vogel, in via delle Torri 23, S.A.F. (Società Astronomica Fiorentina Onlus) presenta “Le sorelle di Archimede Pitagorico”, relazione di Elena Corna sulle donne inventrici.

INFO:

055 2767101

 quartiere4@comune.fi.it

 cultura4@comune.fi.it

L'articolo Firenze: “Marzo Donna” al Quartiere 4 proviene da www.controradio.it.

“Un muro per Sofia”: Voa Voa presenta graffito di sensibilizzazione

“Un muro per Sofia”: Voa Voa presenta graffito di sensibilizzazione

Venerdì 30 marzo alle ore 12 sarà inaugurato, presso la BiblioteCaNova, il nuovo progetto di sensibilizzazione di Voa Voa Onlus Amici di Sofia, un graffito dall’aspetto delicato che esprime un significato forte sul tema delle malattie rare pediatriche.

L’opera d’arte raffigurerà una bambina nell’atto di disegnare una farfalla mentre scrive “Rari non invisibili” in alto di fronte a sé.

In accordo con le autorità cittadine e regionali, tra cui il Consiglio Regionale della Toscana col Presidente Eugenio Giani, e in particolare con l’amministrazione comunale di Firenze e i responsabili dei cinque Quartieri dell’area cittadina, Voa Voa Onlus realizzerà l’opera artistica, di oltre 4 metri e mezzo di altezza, che verrà realizzata negli appositi spazi dedicati ai murales, presenti in ciascun Quartiere. Il primo ad offrire “il proprio muro” alla causa è stato il Quartiere Quattro, grazie al consenso del Presidente Mirko Dormentoni, con il muro situato in Viale Canova, presso il Centro Culturale dell’Isolotto. Anche Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana.

Il presidente di Voa Voa Onlus Guido de Barros spiega che «si tratta di un progetto che ha subito raccolto il plauso dell’Assessore alle Politiche giovanili Andrea Vannucci, dell’Assessora alle Pari opportunità Sara Funaro e dei responsabili di Quartiere, nel territorio fiorentino, finalizzato ad un triplice scopo: sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle patologie orfane di cura, ad un mese esatto dalla Giornata Mondiale delle Malattie Rare; far sentire – aggiunge De Barros –  alle famiglie rare il supporto e l’appoggio delle istituzioni comunali e di quartiere, che s’impegnano a mettere a disposizione muri su cui realizzare il graffito; onorare la memoria di nostra figlia Sofia, come bimba simbolo della lotta alle patologie incurabili, che è venuta a mancare lo scorso 30 dicembre 2017».

“Un muro per Sofia” è un progetto che nasce da lontano. Era infatti l’inverno del 2013 quando due artisti anonimi realizzarono un graffito ritraente una bambina che scriveva “Aiutate Sofia” sul muro degli Spedali Civili di Brescia. «Al tempo portavamo avanti la drammatica battaglia per il diritto alle cure compassionevoli, destinate a malati terminali privi di qualsiasi terapia, com’era appunto nostra figlia –spiega il padre di Sofia-. Le cure venivano somministrate negli Spedali Civili di Brescia e il diritto a proseguirle era stato negato a Sofia per via di una lunga vicenda legale che non sto a ripercorrere in questa sede, ma che molti probabilmente ricorderanno. Ovviamente il graffito venne oscurato nel giro di poche settimane, ma quel gesto di spontanea solidarietà commosse profondamente me e Caterina, tanto che a distanza di anni –quando ormai la nostra Onlus dedicata alle famiglie con bimbi neuro degenerativi era stata fondata ed era divenuta una realtà consolidata- decisi di utilizzare il mezzo dei social network per tentare di rintracciare gli anonimi artisti. Feci un post su Facebook chiedendo di farsi vivi, magari contattandomi in privato; e così fu, con mia grande gioia perché avrei almeno finalmente potuto ringraziarli. Ci incontrammo a Firenze e nacque un’amicizia e una stima che continuano tutt’ora. Pur nel rispetto della loro volontà di restare anonimi, pensai però che dal loro gesto di solidarietà avrebbe comunque potuto nascere un progetto di sensibilizzazione a favore dei nostri bambini speciali, che certamente avrebbe provocato un profondo impatto emotivo nelle persone».

L'articolo “Un muro per Sofia”: Voa Voa presenta graffito di sensibilizzazione proviene da www.controradio.it.