Massa: approvato bilancio consolidato, assunzioni da marzo.

Massa: approvato bilancio consolidato, assunzioni da marzo.

Dopo quattro sedute a vuoto il consiglio comunale di Massa ha approvato il bilancio consolidato 2016. Sbloccate, a partire da marzo, assunzioni a tempo determinato.

Il consiglio comunale di Massa (Massa Carrara), convocato stamani dopo quattro sedute andate a vuoto per mancanza del numero legale, ha approvato il bilancio consolidato 2016, nonostante la maggioranza risicata del sindaco Pd Alessandro Volpi.

Hanno votato a favore solo 12 dei 23 consiglieri di maggioranza, 13 gli astenuti tra maggioranza e opposizione, due voti contrari dei consiglieri di centrodestra mentre i 5 Stelle hanno lasciato l’aula senza partecipare al voto.

L’approvazione del bilancio consolidato permetterà da questo momento al Comune di effettuare assunzioni, ma soltanto attraverso contratti a tempo determinato, utili alla sostituzione di malattie e maternità, o a chiamata tramite agenzie interinali a seconda delle necessità della pubblica amministrazione. Non è più a rischio, dunque, il servizio degli scuolabus (che si avvale di cinque autisti interinali).

Invece, il Comune dovrà attendere l’approvazione del bilancio di previsione 2018, non prima di marzo, riguardo le cinque assunzioni previste a tempo indeterminato, che dovevano essere confermate entro il 31 dicembre 2017 e poi saltate non essendo appunto l’amministrazione riuscita ad approvare il bilancio entro l’anno per problemi politici legati alla maggioranza del sindaco. Si tratta di 5 figure professionali: una assistente sociale e quattro farmacisti, di cui due si sono licenziati dal posto nel privato, per poter accedere al posto in una farmacia comunale, e sono al momento senza lavoro.(ANSA).

L'articolo Massa: approvato bilancio consolidato, assunzioni da marzo. proviene da www.controradio.it.

Firenze, presentato in Consiglio Comunale Bilancio preventivo 2018

Firenze, presentato in Consiglio Comunale Bilancio preventivo 2018

Nel DUP (Documento Unico di Programmazione), non sono previsti aumenti di tasse e canoni, aumenta l’imposta di soggiorno per i turisti e l’investimento per la viabilità, e vengono confermati gli impegni per garantire i servizi già attivi

Questa mattina il Consiglio Comunale di Firenze si è riunito per l’approvazione del DUP, il Documento Unico di Programmazione che serve das Bilancio Preventivo per il biennio 2018-2020. In un lungo intervento, il Sindaco Dario Nardella ha trattato diversi punti.

Riguardo alla situazione del nuovo stadio della Fiorentinas il sindaco ha esordito: “Con Diego Della Valle ci siamo sentiti alla vigilia di Natale, come sempre confermando i rapporti molto buoni e di stima reciproca ed anche gli impegni che ciascuno di noi deve e vuole portare avanti sullo stadio”.

Il sindaco ha anche detto, in proposito, che “ieri è arrivata una voluminosa documentazione dalla Fiorentina che dovrà essere visionata: anzi, è già in corso di esame da parte dei nostri uffici che sono da ieri sera pancia a terra a lavorare per valutare lo stato di avanzamento della progettazione. Quindi di sicuro si tratta di documenti ulteriori sulla progettazione. Sullo stato di avanzamento noi aspettiamo quello che sarà il verdetto degli uffici tecnici, e sulla base di questo in giunta decideremo sulla richiesta di proroga”.

Nardella poi ha toccato il delicato punto delle multe in città, dicendo che “L’ 85% multe, dalla violazione della ztl, porte telematiche o autovelox, arriva da non residenti e non fiorentini: dunque sveliamo la bufala che il bilancio del Comune sia pagato togliendo soldi di tasca ai fiorentini con le multe. Al contrario, con questo dato i fiorentini dimostrano al contrario di conoscere la città e le sue regole”. Nella previsione di bilancio, la somma attesa per le casse comunali da questa voce è di 66 milioni di euro. Il sindaco ha sottolineato che nel bilancio “non ci saranno aumenti di tasse” e che la ‘manovra’ consente di mantenere “Firenze prima tra le grandi città per la pressione fiscale più bassa” quanto ai tributi locali.

Nardella ha anche detto che quello che verrà approvato nella giornata di oggi è “il primo bilancio preventivo del nostro mandato varato entro la fine dell’anno solare: questo ci consentirà di lavorare per i cittadini tutto l’anno prossimo sapendo già quali spese possiamo fare”. Rispetto a come influirà, sulle politiche di bilancio, la legge di stabilità approvata pochi giorni fa in Parlamento, Nardella ha spiegato che la norma “migliorerà ulteriormente il quadro per Firenze: già a partire dall’inizio dell’anno faremo un assestamento di bilancio che ci consentirà di avere ulteriori risorse sia per investimenti che per spesa corrente, e fin da ora ho già anticipato che ci concentreremo in particolare sul sociale”.

L'articolo Firenze, presentato in Consiglio Comunale Bilancio preventivo 2018 proviene da www.controradio.it.