Il Mercatale in piazza Santa Maria Novella

Il Mercatale in piazza Santa Maria Novella. Il prossimo 7 Giugno, come ogni primo Sabato del mese, torna “Il Mercatale”, dalle 8.30 alle 19.30, che dallo scorso aprile si tiene in piazza Santa Maria Novella.


Un appuntamento fisso con i fiorentini dove, a seconda della stagionalità, è possibile acquistare vino, olio, verdure, frutta, cereali, legumi, polli ed eccellenze toscane come lo zafferano, i tartufi, il fagiolo zolfino, il cecino rosa, la cipolla di Certaldo, il pollo del Valdarno e i marroni; oltre a prodotti trasformati comei miele, salumi, formaggi, farine e biscotti. Tutti rigorosamentea filiera corta e tutti di altissima qualità, per riscoprire la stagionalità della frutta e della verdura ed avere la certezza della loro provenienza, con la garanzia che siano veramente “toscani” dalla fase della coltivazione alla trasformazione. “ll Mercatale” è un progetto promosso dal Comune di Firenze (tramite gli assessorati all’Ambiente e allo Sviluppo economico) con il contributo della Regione Toscana, al quale aderiscono organizzazioni di categoria e associazioni dei produttori, insieme per promuovere e valorizzare l’agricoltura del nostro territorio, valore fondamentale per la nostra economia e per la nostra identità culturale.

La Fierucola di maggio

Domenica 18 maggio 2014, dalle ore 9.00 alle 19.00, in piazza Santo Spirito a Firenze si svolgerà  la “Fierucola”, la fiera dei prodotti dell’agricoltura biologica su piccola scala, dell’artigianato manuale e della vita vernacolare.


Questo evento, che si svolgeva da tempi immemorabili, venne abolito nell’800 dal Granduca. Nel settembre 1984, dopo oltre 150 anni dalla fine del mercato contadino, si è svolta a Firenze, in Piazza SS.Annunziata, la prima Fierucola che è stata riservata alle produzioni ecologiche. La Fierucola dagli anni ’90 si è aperta per i piccoli agricoltori familiari, locali, artigiani, non imprenditori, come fondamento della rinascita della ruralità italiana. La Fierucola è nata sull’ipotesi che l’agricoltura industriale non è agricoltura, ma industria che non può garantire la qualità degli alimenti e che il lavoro manuale, con la competenza necessaria, è l’elemento fondamentale e non può essere in nessun modo sostituito. Oggi, la Fierucola del Pane è considerata la festa madre dell’associazione: vengono spese forze ed energie per organizzare al meglio incontri e dibattiti, per favorire scambi di esperienze tra varie realtà contadine, per divulgare l’amore per le nostre origini rurali.

Lungoungiorno+Fierucola

Laboratori, mostre, piatti tipici e prodotti biologici: l’incontro tra l’artigianato artistico e lo storico mercato della Fierucola con i suoi agricoltori e i suoi artigiani torna al Vecchio Conventino domenica 9 marzo 2014 per la nuova edizione di “Lungoungiorno+Fierucola”.


Apertura straordinaria dunque per tutte le botteghe artigiane, mentre il chiostro si animerà dei banchi dei fierucolanti e nelle stanze interne si svolgeranno mostre, incontri e tanti diversi laboratori di artigianato, per grandi e piccini. Per chi vuole, è a disposizione un servizio di ristorazione che, com’è nello spirito della manifestazione, propone piatti della tradizione toscana cucinati con prodotti biologici e a chilometro zero. In primo piano la Fierucolina dei semi, con approfondimenti e incontri su come realizzare l’orto in terrazza, laboratori su pane e dolci con la pasta madre, e la carta, protagonista di diverse lavorazioni artistiche aperte al pubblico. E sono proprio i laboratori di tecniche artistiche a scandire il ritmo di Lungoungiorno, con incontri da 30 minuti, 60 minuti o 120 minuti rivolti sia ai grandi che ai più piccini. Per partecipare è sufficiente prenotarsi con una email a laboratori@fondazioneartigianato.it o telefonando allo 055/2322269; i laboratori sono a pagamento (5/10/12 euro) con una formula promozionale: più ne fai, meno spendi. I laboratori si svolgono in turni dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. Da seguire l’incontro su “Idee per un nuovo modello di laboratorio scuola”, con artigiani e giovani a confronto su uno dei temi più caldi della formazione sui Mestieri d’arte.  Ad arricchire una proposta ormai consolidata nel panorama fiorentino tante novità, a cominciare dalle rubriche fisse in ogni edizione che approfondiranno temi legati alla salute e alla corretta alimentazione, la coltivazione degli orti familiari, e un angolo dedicato alle conserve e alle marmellate di ogni mese.
L’ingresso a Lungoungiorno+Fierucola è libero e gratuito, dalle 10 alle 19. Il Vecchio Conventino si trova a Firenze, in via Giano della Bella 20/1, in zona Porta Romana, a 200 m da piazza Tasso.

Fiera delle lane di S.Martino

fiera_lane__firenze

Fiera delle lane di S.Martino, in Piazza SS.Annunziata, il 2 e 3 novembre-Mostra mercato di prodotti tessili, con filati nelle gradazioni naturali del vello, tinti con pigmenti naturali, tessuti e cuciti artigianalmente. Fiera dell’agricoltura biologica e dell’artigianato tradizionale privo di inquinanti.La Fiera di San Martino ripropone l’omonima fiera in cui, nel Trecento, era fatto smercio delle lane e dei panni, tinti e tessuti entro le mura della città. Questa Fiera è dedicata alle lane locali, con colorazioni naturali, ai lavori tessili e alla sartoria artigianale. Esporranno tessitori, cardatori, filatori, feltrai da tutt’Italia e dalle Alpi francesi.
Saranno presenti prodotti dell’agricoltura biologica e dell’artigianato tradizionale.