Biotestamento: a Firenze il primo ambulatorio per presentarlo

Biotestamento: a Firenze il primo ambulatorio per presentarlo

Ordine medici: “Traguardo etico e deontologico”. L’ambulatorio a cui la cittadinanza per esperimere la propria volonta per il biotestamento è formato da un team multiprofessionale e multidisciplinare

Aperto all’ospedale di Ponte a Niccheri a Firenze un ambulatorio per depositare il proprio biotestamento ed effettuare la stesura di piani condivisi di cura. A darne notizia è l’ordine dei medici della Toscana il cui presidente Pietro Dattolo commenta: “E’ un traguardo importante dal punto di vista etico e deontologico”.

“Dopo la legge 219 del 2017 (la cosiddetta legge sul biotestamento) – prosegue Dattolo -, la nostra commissione etica si è attivata per sensibilizzare la popolazione a dare le loro disposizioni anticipate di trattamento e a fare i piani condivisi di cura, e questo ambulatorio è il primo frutto di quell’intenso lavoro”.

Il servizio, il primo della Asl Toscana Centro, è accolto con plauso dall’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Firenze.

L’ambulatorio è formato da un team multiprofessionale e multidisciplinare, composto da uno psicologo clinico esperto in bioetica, un nefrologo esperto in bioetica e problematiche di fine vita, un palliativista e un infermiere, più eventuali altre figure professionali, mediche e non mediche. Attualmente è aperto una volta al mese, il venerdì mattina, dalle 9 alle 12 ma l’intenzione, spiega sempre l’Ordine dei medici, è di estendere progressivamente l’apertura.

 

L'articolo Biotestamento: a Firenze il primo ambulatorio per presentarlo proviene da www.controradio.it.