Livorno brinda al nuovo Museo della Città

Livorno brinda al nuovo Museo della Città

Lunedì prossimo 30 aprile apre a Livorno, nell’antico edificio dei Bottini dell’Olio (nel cuore del quartiere La Venezia), il Museo della Città, o più propriamente il Museo delle collezioni cittadine, un ampio percorso espositivo che attraverso opere d’arte, fotografie, cimeli e reperti archeologici, racconta l’evoluzione storica e culturale di Livorno, dalle sue origini fino all’epoca attuale.

Come evento di grande importanza per il futuro della città e dei suoi cittadini, l’apertura del museo, prevista per le ore 17.30, sarà accompagnata da una festa di musica, danza e teatro; un’unica azione scenica interpretata da linguaggi diversi ma mossa da un’unica fonte d’ispirazione: l”amore per la città. L’Amministrazione Comunale ha voluto salutare l’apertura di questo nuovo spazio pieno di meraviglie con tante persone, proprio a sottolineare il ruolo che il museo riveste nel contesto cittadino: un bene che appartiene all’intera comunità.

Ci saranno i bambini dei laboratori del teatro Goldoni e del Nuovo teatro delle Commedie, che si esibiranno in una performance urbana ispirata ai concetti di accoglienza e condivisione propri della storia di Livorno, ma anche le corali liriche cittadine al gran completo e i cori gospel, che hanno accettato con slancio e passione, la sfida di cantare brani lontani dalla loro tradizione vocale. Gli uni e gli altri si cimenteranno infatti in pubblico per la prima volta in un brano della Cavalleria Rusticana e in una canzone di Piero Ciampi. Insieme a loro un interprete livornese di grande talento, Bobo Rondelli. E poi in una festa dedicata a Livorno, alla sua storia e al suo futuro non potevano mancare i versi del grande Giorgio Caproni e di Giorgio Fontanelli affidati alle voci degli attori del centro Artistico ”Il Grattacielo”.

Tutto questo si svolgerà nello spazio antistante l’ingresso del Museo, in piazza del Luogo Pio . Alle ore 18 il saluto delle autorità e il taglio del nastro. La festa proseguirà all’interno dove è prevista una performance di danza site specific a cura della Compagnia Virgilio Sieni e l’esibizione musicale del Quasibarocco Ensemble dell”Istituto Musicale. Ad accogliere la cittadinanza nell’area reception dei Bottini dell”Olio una grande installazione floreale a cura del Garden Club Livorno.

L'articolo Livorno brinda al nuovo Museo della Città proviene da www.controradio.it.

La Liberazione in Toscana tra memoria, cultura e stare insieme

La Liberazione in Toscana tra memoria, cultura e stare insieme

Realtà che fanno rete e promuovono eventi comuni, piazze che diventano tavolate e cielo aperto, tanta musica resistente ed eventi per i più piccoli. Vi proponiamo una selezione dei principali eventi in programma in Toscana per il 25 aprile 2018 e Buona Liberazione a tutti/e!

Non può mancare la tradizionale tavolata  in piazza Poggi sotto la Torre di San Niccolò a Firenze. Inizio ore 13. Durante il pranzo saranno raccolte le firme per la campagna nazionale “Mai più fascismi”. E sarà accompagnata da musica e balli. Con il coro “Terra canto memoria”, il gruppo di musica popolare “L’Italica” e la Milonga solidale e antirazzista. Per i più piccoli: animazione gestita da Eupist. E facoltativa la raccolta fondi per la famiglia di Idy Diene, il senegalese ucciso su ponte Vespucci. La giornata in piazza Poggi è organizzata da ANPI Firenze insieme ad ARCI, circolo “Url San Niccolò”, CGIL, Studenti di Sinistra, Udu, Studenti Medi e il patrocinio del Comune di Firenze. Info e menù su Facebook Pranzo Antifascista. Prenotazioni solo per vegetariani: pranzoresistente25@gmail.com. Il pranzo costa 13 euro a persona.

Sempre a Firenze, dalle 15 gli eventi di Firenze Antifascista in piazza Santo Spirito con musica, interventi, cibo e corteo dalle 17 per le vie del quartiere. Alle 17.30 l’Arengario di Palazzo Vecchio ospiterà invece  il Concerto della Filarmonica Gioacchino Rossini.

Fornacette in provincia di Pisa torna “Stazioni Lunari”, anche questo un appuntamento che si ripete da 14 edizioni. Sul palco la padrona di casa Ginevra di Marco si alternerà con Nada Malanima, Bobo Rondelli, Cristina Donà, Gianni Maroccolo, Massimo Zamboni. A partire dalle 19, ingresso libero.

A Pistoia nel quartiere di Porta al Borgo pranzo in strada a cura del circolo Arci Hochiminh, a partire dalle 13. Dalle 15,30 concerti con Manolo Strimpelli Nait Orkestra, La Fascia del Cotone, Monkey Ranch, mostre e djset fino a sera.

In Valibona il Centro Sociale Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio commemora la ricorrenza con la consueta camminata. Ritrovo alle 7:45 al K100 Fuegos (Via Chiella 4 Campi Bisenzio), ore 10 a Valibona. Ore 11:00 Recital Concerto “AZAD – Libertà” di e con Marco Rovelli e Sherat Akbal tratto dal romanzo “La guerriera dagli occhi verdi” sulla lotta del popolo Curdo. Deposizione corona al ceppo commemorativo. Interventi e banchetti informativi. Ore 13 pranzo con panini e vino.

A Livorno ritrovo ore 9:30, per una camminata che raggiungerà il luogo del X° Distaccamento “O. Chiesa”, presso le “Grotte dei Banditi” in località Quarrata. Sarà una camminata attraverso i luoghi percorsi dai partigiani con un percorso di circa due ore e mezzo/tre (andata e ritorno) di cammino attraverso i sentieri e il bosco del Parco delle Colline Livornesi. Dalle 13 pranzo popolare con brace, panini, primi veg, dolci. Animazione per bambini. Dalle 16 musica live.

Infine a Prato c’è  Bomba Libera Tutti, l’evento in Piazza dell’Università organizzato da Alp, Anpi, Urban Blackout, Meltinpo, Leftlab in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Prato e della Regione Toscana. Concerti, “incontri resistenti”, letture e musica, dal primo pomeriggio fino a tarda notte.

 

L'articolo La Liberazione in Toscana tra memoria, cultura e stare insieme proviene da www.controradio.it.