Odeon ospita Seleção de Cinema

Dal 13 al 16 febbraio Odeon ospita Brasil: Seleção de Cinema, il meglio del cinema brasiliano contemporaneo per la prima volta a Firenze. Un’occasione unica per conoscere da vicino i protagonisti di una cinematografia in continua evoluzione. In programma dieci film, di cui nove sono in anteprima italiana. Molti gli ospiti internazionali presenti e le occasioni di confronto sulla realtà brasiliana contemporanea. Ad aprire il festival, giovedì 13 febbraio alle 20.30, sarà il film “Serra Pelada“, di Heitor Dhalia, ospite il grande attore Juliano Cazarré. Il festival è organizzato da Fondazione Sistema Toscana con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile e in collaborazione con l’Osservatorio per l’Arte Contemporanee dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze con COSPE e con l’Istituto IBRA.

http://www.boxol.it/IMG/Evento/IMG/brasil-img_%7B9c53586f-5a23-496c-9d18-ec5002943c1a%7D.jpg

Ecco il programma completo:
Giovedì 13 Febbraio
ore 20.30
Serra Pelada
di Heitor Dhalia, (Brasile 2013 – 100′)
Sarà presente l’attore Juliano Cazarré
Nel 1980, gli amici Juliano e Joaquim apprendono dell’esistenza di Serra Pelada, la più grande miniera a cielo aperto del mondo localizzata nello stato di Parà. I due decidono di lasciare San Paolo per trasferirvisi e tentare di agguantare la ricchezza. Poco dopo il loro arrivo, nelle loro vite cambia ogni cosa: Juliano diventa un gangster mentre Joaquim abbandona i suoi valori.

Venerdì 14 Febbraio
ore 18.00
O Lobo Atrás da Porta (A Wolf at the Door)
di Fernando Coimbra, (Brasile 2013 – 100′)
Saranno presenti gli attori Milhem Cortaz e Juliano Cazarré
Una bambina viene rapita. Alla stazione di polizia, Sylvia e Bernardo, i genitori della vittima, e Rosa, la principale indiziata del rapimento nonchè amante di Bernardo, forniscono testimonianze contraddittorie che rivelano un tenebroso triangolo amoroso fatto di desideri, bugie, e malvagità. Thriller psicologico presentato al TorontoInternational Film Festival 2013 e vincitore del Redentor Thropy al 15° Rio International Film Festival .
ore 20.30
Faroeste Caboclo
di René Sampaio, (Brasile 2013 – 108′)
Sarà presente l’attore Fabrìcio Boliveira
Opera prima di René Sampaio, ispirata a un’omonima canzone di successo, una ballata scritta da Renato Russo nel 1979 e incisa dalla rock band brasiliana Legião Urbana nel 1987. La canzone racconta la tragica storia di João de Santo Cristo, un giovane del Nordest brasiliano che emigra a Brasilia in cerca di riscatto dalla miseria e si trova immischiato nel traffico di droga, finché non incontra l’amore della sua vita.
ore 22.45
O Palhaço
di Selton Mello (Brasile 2012 – 88′)
Fastidio è il figlio di Puro Sangue, due pagliacci del circo itinerante Esperançia, fa questo mestiere da quando è nato e non conosce quasi il mondo esterno. Nel suo girovagare per le campagne brasiliane pian piano si rende conto che forse questa non è la sua vita: si sente sempre meno divertente e così più che un clown triste diventa un clown stanco. L’unico spiraglio è Ana, una ragazza conosciuta in una delle tappe di Esperançia. Candidato come Miglior Film Straniero per il Brasile agli Oscar 2013.

Sabato 15 Febbraio
ore 16.00
Dois Coelhos (2 Rabbits)
di Afonso Poyart (Brasile 2012 – 101′)
Sarà presente l’attore Caco Ciocler
Il trentenne Edgar è considerato un ragazzo prodigio da sempre per le sue abilità con i computer e l’ingegneria meccanica. Dopo la laurea, non riuscendo ad adattarsi a nessun lavoro, si trasferisce a Miami, dove trascorre due anni. Un terribile incidente però lo costringe a far ritorno nel natio Brasile, dove – come la maggior parte della popolazione – si ritrova a confrontarsi con criminali e impuniti e un sistema politico corrotto. Stanco di sopportare le ingiustizie, pianifica un elaborato piano di vendetta.
ore 18.00
Tropicalia
di Marcelo Machado (Brasile, USA, Gran Bretagna 2012 – 87′) – Doc
Sarà presente il regista Marcelo Machado
Il documentario Tropicalia racconta la storia del movimento culturale omonimo che esplose in Brasile alla fine degli anni ’60. Guidato da musicisti come Caetano Veloso, Gilberto Gil, Tom Zé e Mutantes, il movimento tropicalista ha avuto il suo apogeo nella scena musicale popolare, e fu ampiamente veicolato da televisione, stampa e radio brasiliana. Con interviste rivelatrici, rari filmati d’archivio e le più belle canzoni del periodo, Tropicalia ci da uno sguardo contemporaneo di uno dei movimenti culturali più affascinanti del Brasile. Vincitore del Cinema Brazil Grand Prize 2013 come Miglior Documentario, Miglior Montaggio e Miglior Colonna Sonora.
ore 20.30
Meu Passado me condena
di Julia Rezende (Brasile 2013 – 95′)
Sarà presente la regista Julia Rezende
Quando Fabio e Mia si incontrano, è amore a prima vista. Si sposano dopo appena un mese dal loro prima incontro, e decidono di trascorrere la loro luna di miele in una crociera in Europa. Ma proprio a bordo incontreranno Beto, l’ex fidanzato di Mia, e Laura, un amore platonico di Fabio, anche loro novelli sposi in luna di miele.
ore 22.45
Eu Receberia as Piores Notícias dos seus Lindos Lábios
(I’d receive the worst News from your Beautiful Lips)
di Beto Brant (Brasile 2010 – 100′)
Il fotografo Cauby si reca in una piccola cittadina nella profonda giungla amazzonica. Qui conosce Lavinia, la bella moglie del pastore Ernani affetta da gravi disturbi emotivi. In breve tempo, Cauby e Lavinia finiscono per cedere alla passione mentre Ernani è dedito al suo impegno sociale ed etico contro la prostituzione e la droga. Mentre Cauby prova con tutti i mezzi ad averla tutta per sé, Lavinia non se la sente di lasciare il marito. Quando poi Ernani viene assassinato e Lavinia scompare nel nulla, tutti i sospetti si concentrano inevitabilmente su Cauby. Presentato al Rio International Film Festival.

Domenica 16 Febbraio
ore 18.00
As Melhoras coisas do mundo
di Laís Bodanzky, (Brasile 2010 – 105′)
Versione doppiata in italiano
Tratto dall’omonima serie di libri Mano, scritta da Gilberto Dimenstein ed Eloisa Prieto. Hermano ha 15 anni, è un adolescente come tanti, con un fratello poetico e tormentato e due genitori professori universitari. Un avvenimento in famiglia, però, gli fa capire che non è facile diventare adulti e imparerà presto che crescere significa superare le proprie insicurezze e i propri preconcetti. Il film ha vinto otto riconoscimenti in occasione del Festival di Recife, e molti altri premi in numerosi festival brasiliani.
ore 20.30
O Tempo e O Vento
di Jayme Monjardim (Brasile 2013 – 115′)
Saranno presenti l’attore Thiago Lacerda e la produttrice Rita Buzzar
Basato sull’omonimo capolavoro di Enrico Verissimo, O Tempo e o Vento racconta 150 anni di lotte tra due famiglie, i Terra Cambara gli Amaral. La storia dei loro conflitti attraversa tutto il diciannovesimo secolo.
Tranne dove diversamente indicato tutti i film sono in versione originale in lingua portoghese con sottotitoli in italiano.
INGRESSO
Singolo spettacolo: 5€
Biglietto giornaliero: 8€
Abbonamento intera rassegna: 20€