Bullismo: Lucca, graffi e lividi a scuola elementare a bimbo

Bullismo: Lucca, graffi e lividi a scuola elementare a bimbo

Bullismo a Lucca in scuola elementare. Bambino portato al pronto soccorso per lividi e graffi provati dai compagni

Un bambino di 7 anni è stato refertato al pronto soccorso per alcuni lividi e graffi che sarebbero stati provocati da compagni di scuola durante un atto di bullismo a Lucca.

L’episodio sarebbe avvenuto alcuni giorni fa in un istituto di Lucca durante la ricreazione e di cui riportano i giornali locali. Stando al racconto dei genitori mentre due bambini di poco più grandi lo tenevano un terzo lo avrebbe afferrato per il collo. A segnalare quanto accaduto alla scuola i genitori del bimbo più piccolo.

La dirigente scolastica, dopo alcuni approfondimenti interni e un tentativo di mediazione, ha preferito informare le forze dell’ordine cui toccherà far luce sull’accaduto. Le maestre che sorvegliavano la ricreazione avrebbero infatti riferito l’episodio in maniera diversa, segnalando alla preside un litigio tra bambini durante il quale sarebbero partiti calci e sputi e per il quale gli alunni sono stati fatti mettere a sedere per calmarsi.

Risale al 31 gennaio un altro episodio di bullismo denunciato a Firenze. La vittima è una 13enne che frequenta una scuola media di Firenze, già presa di mira più volte dalla stessa studentessa, che è solo di un anno più grande di lei e non frequenterebbe la stessa scuola. Dopo le botte e le offese anche l’umiliazione di veder pubblicato online il filmato delle botte, che dura tre minuti e 26 secondi.

L'articolo Bullismo: Lucca, graffi e lividi a scuola elementare a bimbo proviene da www.controradio.it.

Cyberbullismo, Toscana: da Pd proposta legge per prevenzione

Cyberbullismo, Toscana: da Pd proposta legge per prevenzione

Una proposta di legge per contrastare bullismo e cyberbullismo con azioni di prevenzione e sensibilizzazione: a presentarla i consiglieri regionali del Pd Ilaria Giovannetti, prima firmataria, e Stefano Scaramelli, presidente della commissione sanità insieme all’assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli.

Il testo, che dovrebbe andare in commissione sanità il 30 ottobre, prevede che la Regione finanzi interventi rivolti alle scuole, ai luoghi di aggregazione giovanile, anche di ambito sportivo, volti alla realizzazione di campagne di sensibilizzazione e di informazione rivolte agli studenti e alle loro famiglie; all’organizzazione di corsi di formazione rivolti a gruppi di studenti finalizzati alla creazione di occasioni di ascolto e confronto e programmi di formazione per il personale scolastico ed educativo. La proposta di legge prevede anche l’istituzione di un ‘Comitato regionale per la lotta al bullismo e al cyberbullismo’, con funzioni propositive nei confronti della giunta toscana.

“Questa proposta – ha spiegato Ilaria Giovannetti – nasce proprio dai giovani che, attraverso il Parlamento regionale degli studenti ci hanno posto qualche tempo fa il problema di arrivare a una normativa toscana. L’aspetto più importante – ha aggiunto Giovannetti – è forse quello dell’istituzione del Comitato che assumerà il compito di elaborare progetti e coordinare le azioni”. Per Scaramelli “la sfida è essenzialmente di carattere culturale. Vuol dire aprire una breccia dentro un tema che molte volte non si vuole affrontare, e farlo con una legge in una regione come questa è importante”. Bugli ha ricordato che “la Regione Toscana ha già proprie azioni di contrasto al bullismo e al cyberbullismo. Ma non vi è dubbio che il fenomeno ha assunto una tale dimensione che vi è il bisogno di dotarci di una norma a livello regionale”.

L'articolo Cyberbullismo, Toscana: da Pd proposta legge per prevenzione proviene da www.controradio.it.