Calcio Storico, le confessioni dei calcianti nel film “Quattro Colori”

Calcio Storico, le confessioni dei calcianti nel film “Quattro Colori”

“Troppo piccolo per essere una guerra, ma troppo crudele per essere un gioco”. E’ racchiuso tutto in questa frase il senso del nuovo film sul Calcio Storico “Quattro Colori”, del fotografo irlandese Donal Moloney. In prima visione italiana martedì 23 giugno, alle 21.30 all’Arena di Marte

Un film originale, che non segue soltanto le azioni sul sabbione di Santa Croce, ma si concentra soprattutto sull’intimità e l’identità di quattro calcianti, uno per ciascun Colore, a partire da un mese prima della partita, intervistandoli al di fuori di luoghi comuni, seguendoli passo passo nella loro vita quotidiana e nel loro lavoro e intervistando le loro famiglie, le loro mogli, le loro fidanzate, le loro madri, le loro figlie, che tremano insieme a loro ogni volta che si avvicina il torneo, per l’emozione della partita ma anche per la paura che si possa uscire dal campo con gravi infortuni.

Un documentario di 73 minuti in cui, attraverso un rapporto viscerale con la città di Firenze, c’è soprattutto quello che scorre dentro l’anima dei calcianti, come si preparano alle partite, cosa significa per loro disputare il torneo, il valore che ricopre e l’orgoglio di appartenere a questa tradizione. “In un mondo dove imperversa la globalizzazione – è spiegato dai produttori del film – Quattro Colori sposta il quadro generale al microscopio di uomini, persone e quartieri, ognuno dei quali è affiatato e disposto a lottare per la propria vita”. I quattro calcianti sono Emanuele Nannucci dei Verdi, Raffaele D’Eligio dei Bianchi, Luigi Ferraro degli Azzurri e Marco Casamassima dei Rossi.

Alla proiezione interverranno l’assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci, il presidente del Calcio Storico Michele Pierguidi e lo storico Luciano Artusi.

GUARDA IL TRAILER:

L'articolo Calcio Storico, le confessioni dei calcianti nel film “Quattro Colori” proviene da www.controradio.it.

Calcio storico: sorteggiate partite, speranza di giocare in autunno

Calcio storico: sorteggiate partite, speranza di giocare in autunno

La prima gara sarà tra i Verdi di San Giovanni contro gli Azzurri di Santa Croce, l’altra semifinale vedrà sfidarsi i Rossi di Santa Maria Novella contro i Bianchi di Santo Spirito.

Questo il responso del sorteggio per il Calcio storico svoltosi nel salone dei 500 in Palazzo Vecchio causa l’emergenza Coronavirus che ha già fatto slittare il torneo: non sarà a giugno, come di consueto, l’amministrazione comunale spera di poter recuperare l’appuntamento in autunno.
Al sorteggio hanno presenziato l’assessore comunale alle tradizioni popolari Andrea Vannucci, il presidente del Calcio storico fiorentino Michele Pierguidi, il direttore del Corteo
storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli e i quattro capitani dei Quartieri Storici di Firenze. “Firenze c’è e la sua tradizione rimane. La speranza – ha sottolineato
Vannucci – è di poter tornare presto alla normalità e di poter vivere, se le condizioni ce lo consentiranno, un torneo con grande partecipazione di pubblico”. “I fiorentini non mollano –
ha aggiunto Pierguidi – e ringrazio tutto il mondo del Calcio Storico che è, comunque, presente anche quest’anno”.

L'articolo Calcio storico: sorteggiate partite, speranza di giocare in autunno proviene da www.controradio.it.

Calcio Storico Fiorentino verso rinvio

Calcio Storico Fiorentino verso rinvio

Firenze, il rinvio del Calcio Storico Fiorentino, a causa dell’emergenza Coronavirus, “è molto probabile” anche se ancora “non è” una decisone presa in via ufficiale.

A dirlo il presidente del Calcio Storico Fiorentino, Michele Pierguidi, in riferimento al torneo che si svolge ogni anno in piazza Santa Croce e si conclude il 24 giugno, per la festa di San Giovanni Battista, patrono della città. Pierguidi ha detto che una “decisione definitiva” sarà presa “la settimana prossima” ma che appunto si va verso il rinvio.

Se effettivamente il Calcio Storico verrà annullato, seguirebbe l’annullamento dell’altro grande evento storico fiorentino, lo Scoppio delm Carro, il volo della ‘Colombina’ infatti, quest’anno non si farà. Il tradizionale ‘Scoppio del Carro’ che si svolge il giorno di Pasqua è stato annullato in via eccezionale a causa della pandemia da Covid-19. Lo aveva annunciato giorni fa il sindaco Dario Nardella in accordo con il Cardinale Betori intervenendo in consiglio comunale, riunito in via telematica. “Devolveremo le risorse risparmiate – aveva detto il sindaco – ovvero circa 50 mila euro, in progetti sociali legati all’emergenza Coronavirus”.

L'articolo Calcio Storico Fiorentino verso rinvio proviene da www.controradio.it.

Calcio Storico, Valleri in terapia intensiva

Calcio Storico, Valleri in terapia intensiva

Fabrizio Valleri detto il ‘Vallero’, bandiera dei calcianti Bianchi di Santo Spirito e candidato sindaco alle ultime elezioni amministrative con la lista civica Libera Firenze, da lunedì sera è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Ponte a Niccheri a causa alle gravi conseguenze riportate durante un’azione di gioco nel sabbione di Santa Croce.

“Non è in pericolo di vita, ma bisogna tenerlo sotto controllo. Per ora è stato intubato per non sforzare i polmoni”. Queste le parole dei medici che da lunedì sera hanno in cura Fabrizio Valleri, che nello scontro con un calciante dei Rossi durante una partita del Calcio Storico ha riportato la rottura della clavicola e di cinque costole con perforazione della pleura.

Secondo quanto ricostruito, Valleri è stato colpito da un avversario a circa 20 minuti dalla fine dell’incontro, in un momento in cui non avrebbe avuto modo di difendersi: è stato colpito allo sterno per poi essere gettato a terra e preso a calci mentre cercava di superare la difesa dei Rossi. Il direttore di gara si è reso conto del fallo avvenuto e ha punito il calciante di Santa Maria Novella con l’espulsione immediata dal campo.

Nonostante le rotture e la perforazione del polmone, ‘Vallero’ ha continuato a giocare fino alla fine della partita e solo allora è stato portato in ospedale.

“Fabrizio è in ospedale ed è ancora sottoposto a cure intensive, ma non sarà per molto. Grazie di cuore a tutti per l’interessamento e scusateci se non possiamo rispondere a tutti i messaggi personali che ci stanno arrivando”. Così la famiglia di Valleri ha ringraziato e rassicurato gli amici e i tifosi del Calcio Storico che per giorni hanno inondato le pagine social di dediche e messaggi in cui chiedevano aggiornamenti sullo stato di salute dell’atleta.

Nella giornata di ieri Michele Pierguidi, presidente del Calcio Storico, e Andrea Vannucci, assessore alle tradizioni popolari, hanno contattato i parenti di Valleri e poi Marco Baldesi, presidente dei Bianchi: “Abbiamo saputo di Fabrizio solo questa mattina (ieri, ndr) e non appena starà meglio andremo a trovarlo – dice Pierguidi – Abbiamo saputo che non corre rischi e questa cosa ci solleva. Per rispetto di Valleri non commenteremo questa edizione del Calcio Storico fino a quando non sarà uscito dall’ospedale”. In merito all’incidente, Pierguidi ha inoltre affermato che “se dalle immagini individueremo delle responsabilità, faremo scattare le squalifiche”.

L'articolo Calcio Storico, Valleri in terapia intensiva proviene da www.controradio.it.