Amorosa presenza a Rifredi

Venerdì 21 febbraio alle ore 21 al Teatro di Rifredi, per la rassegna IL PIACERE DELLA LETTURA,va in scena AMOROSA PRESENZA dal romanzo di VINCENZO CERAMI,lettura scenica a cura di ANGELO SAVELLI con MARCO COCCI e AISHA CERAMI.

amorosa.jpg

Pier Paolo Pasolini, che era stato professore di Vincenzo Cerami alle scuole medie di Ciampino, stava per scrivere l’introduzione al romanzo d’esordio del suo allievo, “Un borghese piccolo piccolo”, quando venne barbaramente ucciso. Fu quindi Italo Calvino nel 1976 a battezzare quel bel libro destinato ad un successo strepitoso, anche grazie alla successiva trasposizione filmica di Monicelli e Sordi. Nel 1978 Cerami spedì a Calvino il suo secondo romanzo Amorosa presenza. Gli piacque molto. Si meravigliò per la singolarità del racconto e per lo stile così diverso dal primo, e così claustrofobico. Gli scrisse che, al contrario di come pensano i più, un vero scrittore inventa uno stile per ogni romanzo, cambia pelle di volta in volta. E, naturalmente, aveva ragione.

Scrittori d’Italia al Gabinetto Viesseux

E’ iniziato al Gabinetto Viesseux mercoledì 23 ottobre  il ciclo  “Scrittori d’Italia” con una lezione di Alessandro Duranti dedicata a Giovanni Boccaccio.
In occasione del ‘Year of Italian Culture in the United States’, il Gabinetto Vieusseux, con la collaborazione del Centro Studi Aldo Palazzeschi e la Syracuse University in Florence, propone una serie di lezioni su alcuni grandi autori della letteratura italiana espressamente concepite per il pubblico degli studenti delle Università americane che hanno sede nella città di Firenze.
Il Gabinetto Vieusseux è un’istituzione che vanta fin dai suoi inizi molti speciali contatti con la  cultura degli Stati Uniti, dalla tempestiva disponibilità in biblioteca dei libri americani, alla frequentazione di scrittori come Mark Twain, Nathaniel Hawthorne, Henry James durante i loro soggiorni in Italia.
Questo ciclo di lezioni ambisce così a dare continuità a una tradizione di relazioni fra il Gabinetto Vieusseux e una realtà culturale ampia e vivace come quella delle niversità americane che svolgono la loro attività nel territorio fiorentino.
Le lezioni saranno tenute in italiano nella prestigiosa Sala Ferri di Palazzo Strozzi, ognuna verrà concepita in modo interattivo con l’ausilio di immagini e letture di brani, grazie alla collaborazione di docenti universitari e studiosi con specifica esperienza di insegnamento con allievi americani.
La Syracuse University in Florence è “onorata di collaborare con il Gabinetto Vieusseux nell’importante missione della divulgazione scientifico-letteraria della cultura senza
confini”. Queste le parole non d’occasione ma di grande apprezzamento per il Gabinetto Vieusseux della direttrice della SUF , Sasha Perugini. La proposta del Gabinetto Vieusseux ha trovato completa adesione da parte della Syracuse University e in particolar modo del Dipartimento di Italiano coordinato dalla Prof. Loredana
Tarini che ha reso possibile la realizzazione del progetto.

Il programma , dopo la lezione inaugurale su Boccacio, prevede lezioni il 13 novembre su Calvino,il 4 dicembre su Machiavelli,il 13 marzo su Palazzeschi, il 3 aprile sulle Scrittrici italiane del Novecento

8 maggio
Pasolini
Franco Zabagli