Firenze, inchiesta mense scolastiche, 6 avvisi di chiusura indagini

Firenze, inchiesta mense scolastiche, 6 avvisi di chiusura indagini

Indagati vertici della società partecipata ‘Qualità e servizi spa’ e quattro imprenditori per abuso d’ufficio, peculato e concussione

Notificati sei avvisi di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta della procura di Firenze sulla ‘Qualità e servizi spa’, la società partecipata dai Comuni di Signa, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio che gestisce le mense scolastiche negli stessi territori distribuendo giornalmente circa 6.800 pasti. Indagati l’amministratore unico e la direttrice generale della società, per i reati di abuso d’ufficio, peculato e concussione, e quattro imprenditori.

Le presunte irregolarità emerse nel corso delle indagini, condotte dalla guardia di finanza e coordinate dai pm Luca Turco e Leopoldo De Gregorio, sarebbero state commesse a partire dal 2007 fino al 2017. Secondo quanto accertato dalla gdf, i due dirigenti della società avrebbero assegnato rilevanti forniture di beni e servizi senza adottare le previste procedure pubbliche. Da qui l’accusa di abuso d’ufficio, in concorso con due imprenditori.

Sono inoltre accusati di peculato poiché avrebbero usato auto della società per fini privati, intascando oltre 150mila euro per fittizie indennità di trasferta, chilometri e di rimborsi spesa. Il reato di concussione viene contestato loro in concorso con altri due imprenditori, poiché avrebbero costretto i vari ‘padroncini’, incaricati del servizio di trasporto dei pasti dal centro di cottura di Calenzano alle mense, ad accettare per il loro servizio un prezzo inferiore mediamente del 30% rispetto a quello precedentemente percepito.

L'articolo Firenze, inchiesta mense scolastiche, 6 avvisi di chiusura indagini proviene da www.controradio.it.

Evacuazione al centro commerciale i Gigli

Evacuazione al centro commerciale i Gigli

Campi Bisenzio, il centro commerciale I Gigli di è stato brevemente fatto evacuare intorno alle 16:40 sembra a causa della rottura di un vetro antincendio.

Si è subito pensato ad un allarme bomba, ma secondo quanto spiegato dall’ufficio stampa del Centro I Gigli, sarebbe stato un bimbo a rompere inavvertitamente il vetro dell’allarme antincendio all’interno del negozio Zara.

Sta di fatto che tutti i visitatori sono stati invitati attraverso gli altoparlanti a lasciare il centro commerciale e centinaia di persone spaventate si sono riversate all’esterno.

Dopo l’allarme si sono immediatamente create lunghe code di auto all’uscita del parcheggio del centro commerciale e nella corsa verso l’uscita una donna è caduta rimanendo contusa.

Dopo poco però, un secondo messaggio è partito dagli altoparlanti del centro, con il quale si spiegava che si era trattato di un falso allarme e che la situazione era sotto controllo.

Per i soccorsi è arrivata un’ambulanza della Misericordia e, per chiarire i fatti e riportare la calma, sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Signa.

Passato lo spavento in molti sono rientrati all’interno del Centro commerciale, per continuare lo shopping natalizio.

L'articolo Evacuazione al centro commerciale i Gigli proviene da www.controradio.it.

Sindaci Piana scrivono a prefetture : ‘contrastare abbandono rifiuti’

Sindaci Piana scrivono a prefetture :  ‘contrastare abbandono rifiuti’

Lo hanno chiesto, all’incontro che si è tenuto a Firenze tra le prefetture di Firenze, Prato e Pistoia e i comuni dell’area vasta dedicato
all’abbandono e al traffico irregolare di rifiuti sul territorio, il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, di Calenzano, Alessio Biagioli, e l’assessore all’Ambiente del Comune di Signa, Federico La
Placa.

“Maggiore sforzo nel contrasto all’abbandono dei rifiuti e al traffico di rifiuti speciali, nella stragrande maggioranza dei casi provenienti dal pratese, e
dispersi o smaltiti irregolarmente nei nostri territori, fenomeno che carica le nostre comunità di maggiori costi e che scoraggia l’affermazione delle buone pratiche. Lo hanno chiesto, all’incontro che si è tenuto a Firenze tra le prefetture di Firenze, Prato e Pistoia e i comuni dell’area vasta dedicato
all’abbandono e al traffico irregolare di rifiuti sul territorio, il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, di Calenzano, Alessio Biagioli, e l’assessore all’Ambiente del Comune di Signa, Federico La
Placa. “È altresì importante che venga posta la dovuta attenzione all’individuazione dell’origine dei rifiuti, anche perché l’attività repressiva e di controllo, per quanto importante, non può essere efficace se il traffico non viene stroncato alla fonte – hanno detto ancora gli amministratori della Piana – È fondamentale essere riusciti ad aprire un confronto con tutta l’area vasta Firenze-Prato-Pistoia, poiché il problema non riguarda soltanto i singoli comuni e la soluzione non può che nascere dal coordinamento e dal lavoro collettivo tra i diversi enti coinvolti”. (ANSA).

Y2G-FBB
27-LUG-17 17:24 NNNN

L'articolo Sindaci Piana scrivono a prefetture : ‘contrastare abbandono rifiuti’ proviene da www.controradio.it.

Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno

Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno

Pochi giorni fa un precedente, a Firenze infranto vetro bus. allora si era pensato ad uno sparo

Tre biglie di ferro sono state lanciate questa mattina contro la facciata di un palazzo, in via Donizetti a Campi Bisenzio (Firenze). Sul posto sono intervenuti i carabinieri, allertati da alcuni residenti che sono accorsi
fuori dopo aver sentito degli strani rumori. Le biglie, recuperate dai militari, non hanno provocato danni. Il 23 luglio scorso, in via Baracca a Firenze, una biglia lanciata contro un bus in transito aveva provocato la rottura di uno dei vetri del mezzo.

L'articolo Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno proviene da www.controradio.it.

Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno

Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno

Pochi giorni fa un precedente, a Firenze infranto vetro bus. allora si era pensato ad uno sparo

Tre biglie di ferro sono state lanciate questa mattina contro la facciata di un palazzo, in via Donizetti a Campi Bisenzio (Firenze). Sul posto sono intervenuti i carabinieri, allertati da alcuni residenti che sono accorsi
fuori dopo aver sentito degli strani rumori. Le biglie, recuperate dai militari, non hanno provocato danni. Il 23 luglio scorso, in via Baracca a Firenze, una biglia lanciata contro un bus in transito aveva provocato la rottura di uno dei vetri del mezzo.

L'articolo Campi B.: biglie contro facciata palazzo, nessun danno proviene da www.controradio.it.