Capodanno fiorentino

Festa in piazza a Firenze e Scandicci per salutare il 2014 e dare il benvenuto al 2015 con concerti gratuiti come succede ormai da sei anni a questa parte: Mario Biondi al piazzale del Re al Parco delle Cascine, l’Orchestra nazionale jazz giovani talenti in piazza del Carmine, Trini Massie & The Sound of Gospel Singers in piazza Santissima Annunziata, l’Orchestra Filarmonica del Teatro dell’Opera di Rousse diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta in piazza della Signoria e Bobo Rondelli e l’Orchestrino a Scandicci in piazza della Resistenza e via Pascoli. Questo il Capodanno 2015 presentato oggi a Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella, dal sindaco di Scandicci Sandro Fallani e da Alessandro Bellucci delle Nozze di Figaro a cui è affidata, come negli anni scorsi, l’organizzazione. Presenti anche tra gli altri gli sponsor, la storica cantante dei Dirotta su Cuba Simona Bencini e il bassista Stefano De Donato e il cantautore pratese lanciato dall’ultima edizione di ‘The Voice’ Francesco Guasti.

Piazzale del Re / Parco delle Cascine
THE VENKMANS (ore 21) – I Depeche Mode e i Thompson Twins, i Franz Ferdinand e la cassa in quattro quarti dei Subsonica. Li ritroviamo tutti in questa band fiorentina balzata agli onori con l’album “Good morning sun”. Il nuovo lavoro uscirà nelle prossime settimane, anticipato dal singolo “Critical”.
FRANCESCO GUASTI (ore 22) – Il cantautore pratese lanciato dall’ultima edizione di “The Voice”, sotto la guida di coach Pier Pelù, che lo ha voluto come supporter in molte date dell’ultimo tour. Con il brano “Scintilla Contro Scintilla” ha partecipato alle selezioni di Sanremo Giovani 2014.
MARIO BIONDI (ore 23) – Dalla vetta delle classifiche – dove staziona da settimane il suo cd/dvd “A Very Special Mario Christmas” dedicato alla tradizione natalizia – al Capodanno fiorentino 2015, di cui Mario Biondi è l’ospite speciale insieme alla sua band. La carica, l’energia, il groove di un artista che da anni ammalia le platee di mezzo mondo con un sound che la critica ha definito “la via italiana al soul e alla black music”.
Molto particolare, se non unico, lo spettacolo che il vocalist ha in serbo per il grande evento fiorentino. Ci saranno ovviamente “Last Christmas”, “Let it snow”, “Have yourself, “Merry Little Christmas” e tutti i classici contenuti nel recente cofanetto cd/dvd. Ma la calda e inconfondibile voce di Mario Biondi ci condurrà anche tra le perle del precedente album “Sun” (disco d’oro in Italia, e pubblicato in tutta Europa, in Giappone e negli USA) e altri capisaldi del passato. Uno show ritmato, un buon anno in musica insieme ad uno degli artisti italiani più amati e apprezzati a livello internazionale. A lui l’onore del fatidico count-down.
SMOKEOUT BAND (ore 24,30) – Un live tutto da ballare. Il concerto della band toscana è un viaggio nella storia della musica dai ’70 ad oggi: dal rock al pop, dalla dance all’hip hop. E oltre.
DON PASTA (ore 2) – Dj set speziato di sonorità del mondo intero, tra il funk, il reggae, il Sud America e la Londra meticcia, profumi di cioccolata e caldo soul. Il tutto insieme a Don Pasta, cuoco poeta ed ecologista stralunato. Nel suo Food Sound System usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e minipimer per frullare musica e veloutés. Una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200 si sporcano a vicenda con buone vibes e farina. Con lui sul palco il dj Andrea Mi.

Piazza del Carmine
ORCHESTRA NAZIONALE JAZZ GIOVANI TALENTI (ore 22,30) – Brani originali e standard jazz per cominciare i festeggiamenti, e per accompagnarci fino al brindisi di mezzanotte! L’ensemble è composto da 27 tra i migliori studenti dei Conservatori italiani. Al debutto dello scorso ottobre ha fatto seguito un tour che lo ha portato a Bruxelles in occasione del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea. L’orchestra è nata grazie all’impegno del Teatro Puccini e del contrabbassista, violoncellista e compositore Paolo Damiani, direttore artistico e musicale della big band, in collaborazione con Music Pool e Siena Jazz, con il patrocinio del Miur e la collaborazione della conferenza dei Direttori dei Conservatori di Musica, oltre al contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.
DIROTTA SU CUBA (ore 24,30) – Subito dopo la mezzanotte spazio all’acid jazz & funky band guidata dalla voce di Simona Bencini. Un gruppo che ha fatto innamorare, divertire e ballare tutta l’Italia con grandi successi come “Gelosia” (che li lanciò nel 1994), “Liberi”, “Sensibilità”, “Ridere”, “Notti d’estate”, “Bang”, “È andata così” (presentata al Festival di Sanremo)… Il tempo sembra non essere passato per la formazione toscana, tornata insieme di recente dopo quasi 10 anni di assenza dai palchi.

Piazza Santissima Annunziata
TRINI MASSIE & THE SOUND OF GOSPEL SINGERS (ore 22) – Formazione composta da artisti provenienti da varie Chiese Battiste della East Coast, magistralmente preparati dal portentoso Trini Massie, tra le figure più prestigiose del gospel internazionale. Un energia, quella dell’ensemble americano, che unita alle raffinate melodie spiritual e gospel, arriva dritta al cuore.
Minister Trini Massie è compositore, direttore, musicista e predicatore. Un talento fuori dal comune, con le sue 4 ottave di estensione e una magistrale dinamica di direzione.

Piazza della Signoria
ORCHESTRA FILARMONICA DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROUSSE – Direttore Giuseppe Lanzetta (ore 23) – Valzer e polke della tradizione viennese e celebri arie di opere insieme all’Orchestra Filarmonica del Teatro dell’Opera di Rousse diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta. Tra le principali istituzioni musicali della Bulgaria e con un organico composto da ben 50 elementi, l’Orchestra vanta una carriera di oltre mezzo secolo.
Celebri direttori sono saliti sul podio di questo ensemble, tra cui Kurt Masur, Carlo Zecchi, Carlo Maria Giulini, Genady Rozdestvensky, Bruno Bartoletti, Valeri Gergiev. Tra i solisti ospiti impossibile non ricordare Salvatore Accardo, Svetoslav Richter, Franco Petracchi, Yuri Bashmet, Igor Oistrach, Vladimir Spivakov. L’Orchestra ha avuto inoltre l’onore di ospitare per varie stagioni il compositore russo Dimitry Shostakovich. In Italia collabora da tempo con l’Accademia Chigiana di Siena.
Dal 1981 fondatore e direttore stabile dell’Orchestra da Camera Fiorentina, Giuseppe Lanzetta ha diretto, tra gli altri, i Berliner Symphoniker e la Berliner Philarmoniker Chamber Orchestre, l’Orchestra dell’Opera Nazionale Russa, l’Hermitage di San Pietroburgo, la Johannes Strauss di Vienna.

Piazza della Resistenza – Scandicci
Capodanno nella piazza del mondo
ALIOU NDIAYE TAXURAAM (ore 21,30) – E’ un capodanno dedicato ai suoni del mondo quello in programma in piazza della Resistenza a Scandicci, eletta quinta location del capodanno fiorentino grazie alla virtuosa collaborazione tra i Comuni di Scandicci e Firenze. Quattro ore di musica e spettacolo che partono sulle note del vocalist e virtuoso di xalam Aliou Ndiaye, membro dell’Orchestra Nazionale del Senegal. Con Alberto Balia, Aliou Ndiaye ha creato il gruppo sardo-senegalese Chadal, nel segno di una contaminazione sonora e culturale. Con lui sul palco una formazione di percussionisti.
BOBO RONDELLI E L’ORCHESTRINO (ore 22,30) – Cantautore geniale e viscerale, ironico e intimista, con il suo mood dichiaratamente livornese, Bobo Rondelli ritrova L’Orchestrino con cui ha dato alle stampe l’ultimo album “A Famous Local Singer”: una brass band di nomi noti del jazz nazionale e internazionale, capace di muoversi con facilità in un universo sonoro in cui trovano spazio il jazz, la canzone nazional-popolare, il blues ellingtoniano e i ritmi afro cubani.
Live dichiaratamente brass&roll, ritmico e poetico, energetico e scanzonato. L’orchestrazione è il filo conduttore, tra storie locali e globali narrate con leggerezza e graffio d’autore. I brani sono intercalati a momenti di puro intrattenimento e a geniali improvvisazioni “Bobo’s style”, imprevedibili rituali che fanno danzare corpi e anime.
FANFARA TRANSILVANIA (ore 24,15) – Dalla terra di Dracula una BalkanGypsyBrass band di dieci musicisti in cui si incrociano fratelli, cugini, nipoti e padrini. Per tramandare un patrimonio musicale che attinge alla tradizione rumena. Aggiungendo altri ritmi balcanici ed atmosfere prese in prestito dal reggae, dal folk, dal jazz e dal funk: si balla ad oltre 200 bpm!
MONDO CANE (ore 1,15) – Chiude i festeggiamenti il dj-set di Mondo Cane: echi di dub tra le baracche di Kingstone, sprazzi di puro rock’n'roll, tra un funerale a New Orleans e un matrimonio gitano nelle campagne di Sarajevo. Un viaggio con lo zaino in spalla ai quattro angoli della terra.
TANGO ARGENTINO E PIZZICHE – Tra le novità di questo fine anno a Scandicci il palco in via Pascoli, dove sarà possibile ammirare il tango argentino dell’Associazione Volver e le danze salentine del gruppo A Firenze l’è Pizzica, accompagnato dall’ensemble dei Musicanti di Bacco.

Capodanno in tramvia

Capodanno in tramvia. Ztl no stop e chiusure delle zone dove si svolgeranno gli eventi, ad iniziare da piazza del Carmine e dal piazzale del Re alle Cascine. Ma anche la tramvia in servizio tutta la notte, tre linee Ataf fino alle 22 e cinque navette per raggiungere il centro e le aree dei concerti dai parcheggi esterni.

Sono queste le principali novità in materia di circolazione e di trasporto pubblico predisposte dall’ufficio mobilità in occasione delle iniziative per il Capodanno che, rispetto agli anni scorsi, vede il debutto di due nuove location rispettivamente in Oltrarno (piazza del Carmine) e nel parco delle Cascine (piazzale del Re). Niente concerto invece alla stazione di Santa Maria Novella, che nel recente passato ha ospitato l’evento clou dei festeggiamenti.
Entrando nel dettaglio, viene confermata la prosecuzione della Ztl no stop fino alle 8 di giovedì 1 gennaio (con prosecuzione dalle 19.30 di mercoledì 31 dicembre) mentre i primi provvedimenti in Oltrarno scatteranno dalle 7 di martedì 30 dicembre, in specifico divieti di sosta, in piazza del Carmine (nella porzione dell’area di parcheggio al centro della piazza, fronte numeri civici 20 e 21, lato piazza Piattellina) e in piazza Piattellina (su tutta l’area). Dalla stessa ora di mercoledì 31 dicembre i divieti di sosta si amplieranno su tutta la piazza del Carmine mentre dalle 13 sarà la volta di via Santa Monaca, Borgo Stella e via d’Ardiglione (tratto via Santa Monaca-Borgo Stella). Alle 18 scatteranno i divieti di transito in piazza del Carmine (direttrice Santa Monaca-Piattellina) e in piazza Piattellina (intera piazza) mentre alle 20.30 sarà la volta della chiusura di via Santa Monaca (tratto via d’Ardiglione-via dei Serragli). In Borgo Stella, nel tratto compreso fra via d’Ardiglione e via dei Serragli, sarà istituito il senso unico in direzione via dei Serragli.
Per quanto riguarda il Parco delle Cascine, i primi provvedimenti che prenderanno il via sono i divieti di sosta sul piazzale delle Cascine (il 27 e il 31 dicembre). Mercoledì alle 8 scatteranno i divieti di sosta anche in via Tartini (da piazza Puccini fino al numero civico 1/A), via del Quercione, viale della Tinaia mentre dalle 15 sarà la volta dei divieti di sosta in viale degli Olmi e piazzale Jefferson (su tutta la rotonda). Dalle 20 saranno istituiti i divieti di transito in via del Fosso Macinante, via del Visarno (tratto via del Fosso Macinante-piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi, piazzale delle Cascine, via delle Cascine (da via Paisiello a piazzale delle Cascine), via dell’Aeronautica (tratto piazzale delle Cascine-viale del Pegaso (tratto viale dell’Aeronautica-via del Barco), via del Barco. La passerella dell’Isolotto sarà riservata ai soli pedoni: né biciclette né motorini neanche condotti a mano.
Previsti inoltre, dalle 19.30 di mercoledì 31 dicembre divieti di sosta in via Paolieri (fino alle 8 del 1° gennaio).
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la tramvia funzionerà no stop per tutta la notte sull’interna linea (da Villa Costanza alla stazione di Santa Maria Novella) invece di fermarsi come gli scorsi anni alla Leopolda. Novità anche per quanto riguarda i bus dell’Ataf: il servizio non cesserà completamente alle 20, tre linee continueranno a circolare fino alle 22 su percorsi limitati per permettere a cittadini e visitatori di raggiungere le aree dove si svolgono gli eventi. Si tratta della linea 17 (da Coverciano arriverà fino a piazza Puccini dove sarà il capolinea), della 14 (dal capolinea di via della Ripa, zona via Aretina, fino a Careggi) e la 22 (da Novoli fino alla Stazione di Santa Maria Novella dove farà capolinea). Per questi bus sarà necessario il biglietto. Saranno invece gratuite le cinque navette che, fino alle 2, collegheranno le zone esterne, e in particolar modo i parcheggi, al centro e ai luoghi dove si svolgono gli eventi. In dettaglio la prima collegherà il parcheggio del Parterre a piazza San Marco; la seconda il parcheggio della Calza a piazza Stazione; la terza la zona di Sorgane e il parcheggio di viale Europa a piazza Stazione; la quarta da via Novelli (zona Coverciano) a piazza Stazione passando dai parcheggi di piazza Alberti e piazza Beccaria. La quinta navetta è invece a servizio del concerto al parco delle Cascine e collegherà piazzale Jefferson (la fermata della tramvia) a piazzale delle Cascine e piazza Puccini

Capodanno 2014 in piazza

Capodanno 2014 in piazza e nelle piazze fiorentine, a cui quest’anno si aggiunge la nuova piazza della Resistenza a Scandicci.

Capodanno 2014 in piazza e nelle piazze fiorentine, a cui quest’anno si aggiunge la nuova piazza della Resistenza a Scandicci.
La formula è già quella rodata: cinque concerti gratuiti in cinque piazze: pop in piazza Stazione, in piazza della Repubblica ci sarà il concerto swing e jazz, in Santissima Annunziata uno spettacolo di gospel, in piazza Signoria il tradizionale concerto di musica classica e in piazza Annigoni spazio alla musica dance e ai dj set. L’organizzazione, come gli scorsi anni, è affidata alle Nozze di Figaro.
“Questa idea di Capodanno – ha sottolineato Renzi, che ha illustrato gli eventi insieme a Max Pezzali, Alessandro Bellucci delle Nozze di Figaro e Simone Gheri, sindaco di Scandicci – nacque nel 2009 da un’intuizione di Lucio Dalla, che proprio a Firenze venne a suonare in piazza Stazione, e vuole essere un invito a uscire di casa e a partecipare la città. Il Capodanno non è solo un evento ma, con la musica in piazza, aiuta a riscoprire il valore della cittadinanza, dello stare insieme, di riscoprirsi cittadini e non solo consumatori”.
“Un grazie particolare agli sponsor – ha aggiunto Renzi – che ci consentono anche quest’anno, pur in un momento di maggiore difficoltà, di realizzare un Capodanno a costo zero per i fiorentini”.
Ecco nel dettaglio gli eventi.
In piazza della stazione si parte alle 21 con Plastic man, Go!zilla, Martinicca Boison e infine Pezzali da mezzanotte. In piazza Santissima Annunziata alle 21.30 ci sarà il concerto gospel di The Anthony morgan’s inspirational choir of Harlem. In piazza della Repubblica la musica inizierà alle 22.30 con Gege’ Telesforo e Nu joy band. Sei ore di dj set e light design dalle 22 in Largo Annigoni con Terranova New Year’s light 2014. Musica classica invece in piazza Signoria (ore 23) con l’Orchestra sinfonica di Lugansk diretta da Giuseppe Lanzetta. A Scandicci invece la festa sarà in piazza della Resistenza: si inizia alle 21.30 con Gli ortolani, poi Camillocromo feat. Piero Gesuè in circus swing orchestra e alle 23 Ginevra di Marco e l’Orchestra di Piazza Vittorio; verso l’una si chiude con il dj set di Ghiaccioli & branzini e Lorenzo Hugolini.
Lo scorso anno il ‘concertone’ in piazza Stazione fu affidato ai Subsonica, e a ritroso, a Caparezza, Elio e Le Storie Tese, e ila triade Lucio Dalla-Irene Grandi-Negrita in collaborazione con Bologna nel 2009.

Capodanno viabilità e servizi pubblici

Capodanno viabilità e servizi pubblici. Il comune di Firenze ha diramato i provvedimenti per la notte di Capodanno.
La tramvia in funzione tutta la notte con capolinea alla Leopolda.Per consentire lo svolgimento degli eventi di Capodanno nelle piazze cittadine è stata predisposta una serie di provvedimenti di circolazione che ricalcano quelli già istituiti in passato. Quindi l’area della stazione di Santa Maria Novella sarà off limits per i veicoli fin dalle 20 di domani. Confermati il prolungamento della ztl fino alle 8 del primo dell’anno (le porte telematiche saranno accese dalle 7.30 di domani alle 8 di mercoledì) e il servizio no stop della tramvia con capolinea alla Leopolda. Confermate anche le quattro navette gratuite per il centro storico dalle 21 alle 3 mentre il regolare servizio Ataf cesserà alle 21 per riprendere alle 5.40 di mercoledì 1 gennaio.


Come cambia la circolazione
Per montare il palco in piazza Stazione, dove si svolgerà l’evento clou, sono già in vigore i divieti di sosta nell’area sopraelevata lato biglietteria FS lato partenze e nell’area di sosta taxi (si tratta delle zone dedicate al kiss and ride). Divieti di sosta (fino al 5 gennaio) anche in piazza Stazione nell’area compresa tra la zona riservata allo stazionamento dei taxi e le scalette (lato scuola sottoufficiali carabinieri), l’area ex sottopensilina di Toraldo di Francia (con spostamento delle rastrelliere delle bici a noleggio in piazza Santa Maria Novella, sul lato di via dei Banchi) e in piazzale Montelungo (lato ferrovia nel tratto compreso fra la postazione ecologica per una ventina di metri in direzione viale Fratelli Rosselli): in deroga consentita la sosta ai bus di linea extraurbana. In piazza Adua, lato fermata ex mezzi Lazzi, è autorizzata in deroga all’attuale normativa la breve fermata per i mezzi diretti alla stazione per consentire la salita/discesa dei passeggeri e il carico/scarico dei bagagli. Questi veicoli devono utilizzare l’itinerario: via Santa Caterina d’Alessandria-via Nazionale-largo Alinari-piazza Stazione-piazza Adua-via Cennni-via Faenza-via Dionisi-viali di circonvallazione. Il transito è comunque vietato dalle 20 di martedì 31 dicembre alle 8 di mercoledì 1 gennaio.
Dalle 8 di stamani sono entrati in vigore anche i divieti di sosta con rimozione nell’area di piazza Stazione compresa fra Largo Alinari e via Valfonda (Palazzina Presidenziale) su ambo i lati mente alle 15 sarà la volta del tratto tra piazza dell’Unità Italiana e Largo Alinari (con deroga per i bus di linea fino alle 20 del 31 dicembre). Questi provvedimenti saranno in vigore fino alle 15 del primo dell’anno.
Ma la maggior parte dei provvedimenti scatterà direttamente domani.
Si inizia alle 7 del mattino con i divieti di sosta in via Nazionale (tra piazza Indipendenza e Largo Alinari), piazza Indipendenza (tra via XXVII Aprile e via Nazionale), Largo Alinari (su tutta l’area eccetto la zona di fermata dei bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 20) e piazza Adua (su tutta l’area eccetto la zona di fermata dei bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 20), via Cennini, via Valfonda, Pratello Orsini, via Fiume (intero tratto tranne fermata dei bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 20), piazza dell’Unità (su tutta la piazza eccetto la zona di fermata taxi e bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 20), via del Giglio (tra via Panzani e via del Melarancio), via del Melarancio, via Alamanni (tra viale Fratelli Rosselli e via Jacopo da Diacceto. Sosta consentita in deroga ai veicoli dei portatori di handicap muniti di contrassegno solo sul lato delle Ferrovie a decorrere dalle 20). Questi provvedimenti saranno in vigore fino al termine dell’evento. Dalle 13 l’area sosta taxi lato partenze in piazza Stazione sarà chiusa per consentire l’allestimento del punto della Protezione Civile. La zona per i taxi sarà spostata (fino alle 20) in piazza Sazione sul lato ex pensilina Toraldo di Francia (tratto di fronte di largo Alinari fino all’attraversamento semaforico pedonale). Dopo le 20 l’area per la sosta dei taxi sarà spostata in piazzale Montelungo (lato ferrovia zona normalmente utilizzata dai bus delle linee extraurbane).
Inoltre dalle 13 scatteranno alcuni provvedimenti anche in zona piazza della Repubblica: il tratto della piazza compreso tra via Strozzi e via Brunelleschi sarà chiuso come pure via Brunelleschi per collocarvi la postazione di Pronto Soccorso. Questa sarà raggiungibile attraverso un corridoio a doppio senso di circolazione delimitato da transenne che verrà appositamente creato per collegare la piazza a via dei Pecori (solo per i veicoli di soccorso e polizia e vietato ai pedoni). Divieti di sosta sono previsti in via Campidoglio e via Tosinghi (che diventeranno strade senza uscita) mentre in via dei Pecori (tratto piazza dell’Olio-via Roma) sarà istituito il doppio senso di circolazione per consentire ai taxi di dirigersi verso la stazione da piazza dell’Olio.
Alle 20 scatteranno invece i divieti di transito in via Santa Caterina d’Alessandria, piazza Indipendenza (direttrice Santa Caterina d’Alessandria-via Nazionale), via Nazionale (eccetto i veicoli in uscita dalle autorimesse che potranno transitare con l’itinerario via Chiara-via Nazionale-via Fiume-via Cennini), Largo Alinari, piazza Stazione, piazza dell’Unità (eccetto direttrice di collegamento via del Melarancio-via Sant’Antonino), via Panzani (tratto via del Giglio-piazza dell’Unità), piazza Adua, via Valfonda, via Jacopo da Diacceto, via Alamanni (tratto viale Fratelli Rosselli-via Orti Oricellari eccetto veicoli diretti alla stazione ferroviaria, quelli dei portatori di handicap con contrassegno per raggiungere gli spazi a loro assegnati; nel tratto Orti Oricellari-via Santa Caterina da Siena deroga per i veicoli in uscita dalle autorimesse). Termine previsto le 8 del primo dell’anno.
Inoltre sarà istituito un divieto di transito veicolare (eccetto mezzi Ataf e taxi fino alle 20.30) sul percorso Valfonda-Adua-Stazione-Adua-Valfonda.
Collegati a questi divieti di transito saranno istituiti, dalle 20.30, una serie di ulteriori provvedimenti di viabilità. Si inizia in piazza Stazione dove sarà creato un corridoio a doppio senso, protetto e delimitato da transenne, per il transito dei veicoli di soccorso e polizia che colleghi l’area dedicata alla sosta dei taxi (lato “scalette”) a via Valfonda (con assoluto divieto di transito per i pedoni). In via del Giglio dal lato di via dei Banchi all’immissione in via Panzani sarà istituito l’obbligo di svolta a destra mentre nel tratto tra via Panzani e via del Melarancio sarà istituito un senso unico verso quest’ultima via.
In via Faenza (tratto piazza Aldobrandini – via Nazionale) sarà consentito il transito ai mezzi pubblici e autorizzati ztl con abbassamento dei pilomat: previsto inoltre un senso unico in Fiume (direttrice largo Alinari-piazza Adua) e via degli Orti Oricellari (nel tratto fra piazza Stazione e via della Scala con direttrice verso via della Scala). Previsto un divieto transito in via del Moro (da Piazza Goldoni a via Palchetti).
E ancora divieto di transito in piazza Piave, lungarno della Zecca e piazza Cavalleggeri con deroga per i veicoli autorizzati ztl in uscita città con direzione Ponte alle Grazie–piazza Piave. Infine sarà istituito un divieto di sosta in via Paolieri, dalle 19.30 di martedì 31 dicembre fino alle 8 del primo dell’anno. L’accesso dei parcheggi sotterranei di piazza Stazione (i veicoli presenti potranno comunque uscire soltanto da via Alamanni-via Santa Caterina) e del Mercato Centrale saranno chiusi a partire dalle 19.30.
Zona a traffico limitato no stop
Confermato anche il prolungamento della ztl dalle 19.30 di domani 31 dicembre fino alle 8 del 1 gennaio. La limitazione del traffico rimarrà quindi in vigore dalle 7.30 di martedì fino alle 8 di mercoledì sull’area compresa nella cerchia dei viali, Oltrarno compreso (settori A e B + piazza Piave-lungarno Zecca Vecchia-piazza Cavalleggeri). Le porte telematiche saranno quindi accese e saranno valide le autorizzazioni in vigore in occasione della normale ztl con l’aggiunta di ulteriori deroghe tra le quali per i veicoli dei residenti sarà consentito il transito contemporaneo anche per le seconde auto il cui numero di targa è riportato sul permesso cartaceo in loro possesso. In caso di eventuale controllo della Polizia Municipale sarà sufficiente mostrare la carta di circolazione attestante la residenza all’interno della ztl.
Trasporto pubblico
Il servizio della tramvia sarà ininterrotto durante la notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio con frequenza ogni 10 minuti. Il capolinea dalle 20 sarà spostato alla Leopolda perché il palco viene montato sotto la linea elettrica che quindi deve essere disattivata (fino alle 6).
Nella giornata di domani Ataf effettuerà il normale servizio in città fino alle 21 (nella zona della stazione fino alle 20). Il servizio tornerà attivo alle 5,40 del 1° gennaio. Dalle 21 il centro sarà raggiungibile grazie al servizio navette gratuito che andrà avanti fino alle 3 del primo dell’anno con una frequenza ogni 20 minuti. Quattro le linee per collegare le zone esterne alla ztl dove si trovano i parcheggi al centro: ovvero Parterre-piazza San Marco; piazza Ferrucci-Ponte alle Grazie-piazza Beccaria; piazza Puccini-Porta al Prato; Porta Romana-piazza Frescobaldi. Il servizio si svolgerà lungo i normali percorsi del trasporto pubblico ed effettuando tutte le fermate presenti. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul servizio di capodanno www.ataf.net
Bagni pubblici e pulizia
Nella serata dell’ultimo dell’anno saranno aperti in via straordinaria i bagni pubblici di via Filippina ed è prevista la collocazione di bagni chimici nei luoghi dove si svolgeranno i principali eventi. Confermati i due presidi sanitari in piazza Stazione (con tende attrezzate per il Pronto Soccorso) e piazza della Repubblica (con una struttura più leggera) gestiti e coordinati dal 118 insieme al volontariato sanitario con la collaborazione e il supporto logistico-operativo della Protezione civile del Comune. Per quanto riguarda la pulizia, Quadrifoglio ha predisposto interventi a partire dalle 5 partendo dal centro storico e da piazza Stazione per poi allargarsi al resto del territorio comunale. Analogo servizio di pulizia sarà effettuato anche nel Comune di Scandicci a seguito dei festeggiamenti previsti nella nuova piazza della Resistenza.