Caccia: spari vicino abitazioni, controlli nel Fiorentino   

Caccia: spari vicino abitazioni, controlli nel Fiorentino   

Più di 300 cacciatori controllati e numerose multe emesse, per un totale di oltre 1.500 euro. E’ il bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri forestali in tutta la provincia di Firenze, a partire dal primo di settembre in occasione della preapertura della stagione di caccia.

I controlli sono scattati anche a seguito di numerose segnalazioni di cittadini, che hanno denunciato di aver udito spari nei pressi delle loro abitazioni. Le sanzioni comminate, spiegano i militari, “riguardano prevalentemente la mancata annotazione sul tesserino regionale dei capi abbattuti e della giornata venatoria”. Altre multe, precisano ancora i carabinieri, “sono state elevate per l’esercizio di caccia nella fascia di 50 metri da strade pubbliche e nella fascia di centro metri da civili abitazioni”.

L'articolo Caccia: spari vicino abitazioni, controlli nel Fiorentino    proviene da www.controradio.it.

Firenze: sequestrati 95 kg formaggio in azienda agricola

Firenze: sequestrati 95 kg formaggio in azienda agricola

Sequestrate dai carabinieri forestali 49 forme di formaggio, per un totale di 95 chilogrammi, in un azienda agricola di Fucecchio (Firenze). Le forme, conservate nella cella frigorifera, erano prive di etichettatura e numero di lotto, che non era presente neppure sulle griglie di conservazione.

Oltre al sequestro del formaggio, il titolare è stato sanzionato con una multa da 1.500 euro per violazione degli obblighi di tracciabilità. Nel corso delle verifiche nella ditta sono state rilevate inoltre irregolarità nella gestione del letame, stoccato in maniera non conforme. Il controllo, si spiega in una nota diffusa dai carabinieri forestali, è stato eseguito nell’ambito di una campagna per la repressioni delle frodi nel commercio dei prodotti agroalimentari, avviata dal comando generale dell’Arma dei carabinieri a livello nazionale.

L'articolo Firenze: sequestrati 95 kg formaggio in azienda agricola proviene da www.controradio.it.

Sentieri antincendio, oltre 100 multe per auto in sosta nel pisano

Sentieri antincendio, oltre 100 multe per auto in sosta nel pisano

Da inizio estate i carabinieri forestali di Pisa hanno hanno già sanzionato oltre 100 automobilisti che hanno parcheggiato l’auto in sosta vietata dentro i viali antincendio di marina di Pisa e Tirrenia.

Questi sentieri corrono perpendicolari alla pineta che fa parte del Parco Regionale di San Rossore, Migliarino e Massaciuccoli e sono stati creati, spiega una nota dei forestali, “proprio per permettere ai mezzi antincendio di pattugliare l’area”.
“Chi parcheggia lungo i viali antincendio – prosegue la nota dei carabinieri forestali – non solo rischia una sanzione da 100 euro, ma denota altresì un comportamento irresponsabile e pericoloso poiché la marmitta incandescente di un auto parcheggiata a contatto con l’erba secca è causa frequente di incendio boschivo. Inoltre le auto parcheggiate creano impedimenti ai mezzi di soccorso e un ostacolo della via di fuga eventuale per persone minacciate dalle fiamme”.

L'articolo Sentieri antincendio, oltre 100 multe per auto in sosta nel pisano proviene da www.controradio.it.

Gdf affida Lucertola delle rocce ad Acquario Livorno

Gdf affida Lucertola delle rocce ad Acquario Livorno

La Guardia di Finanza di Livorno ed i Carabinieri Forestai di Cecina hanno affidato all’Acquario di Livorno un esemplare maschio di Lucertola delle rocce della Namibia, recuperato nel porto durante le operazioni di scarico di un container di legname proveniente dal Gabon (Africa).

L’intervento è avvenuto dopo la segnalazione da parte del Fitosanitario della Regione Toscana e dello spedizioniere, i quali, al momento del ritrovamento dell’esemplare di lucertola delle roccie, hanno contattato la Guardia di Finanza ed i Carabinieri, subito giunti sul posto.

L’animale, che somiglia ad una piccola iguana, è stato riconosciuto come lucertola delle rocce della Namibia (Agam planices ), specie che, ad oggi, non rientra tra quelle inserite nella CITES, la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie in via d’estinzione.

Una volta recuperata, la lucertola è stata affidata all’Acquario di Livorno che lo ha prontamente inserito all’interno di un terrario della struttura accanto all’area espositiva che ospita diverse specie di insetti, rettili ed anfibi.

Dal 1° gennaio 2017, la Guardia di Finanza, con l’attribuzione delle funzioni del Corpo Forestale dello Stato, opera all’interno del porto di Livorno svolgendo quotidianamente controlli finalizzati al contrasto del commercio illegale della flora e della fauna in via di estinzione.

L'articolo Gdf affida Lucertola delle rocce ad Acquario Livorno proviene da www.controradio.it.

Toscana; specie protette,violazioni per 70mila euro

Toscana; specie protette,violazioni per 70mila euro

I nuclei di carabinieri forestali toscani hanno rilasciato quasi 27.000 certificati di riesportazione, pari a oltre un terzo della certificazione a livello nazionale, “permettendo un commercio legale e sostenibile di manufatti con prodotti derivati Cites”.

Sanzioni per oltre 70mila euro sono state notificate nel 2017 dai carabinieri forestali della Toscana per violazioni della normativa Cites, che regolamenta il commercio delle specie animali in via di estinzione, sia per quanto riguarda gli esemplari vivi che per quanto riguarda i prodotti derivati.

Complessivamente sono stati eseguiti 150 controlli sul commercio e l’allevamento di animali e di prodotti derivati. “In Toscana – si spiega in una nota diffusa dai militari – si trovano molte tra le più importanti case di moda nazionali e internazionali che utilizzano i prodotti derivati Cites, acquistare in paesi extra-Ue per confezionare manufatti da riesportare in tutto il mondo”.

Nel 2017 i nuclei toscani hanno rilasciato quasi 27.000 certificati di riesportazione, pari a oltre un terzo della certificazione a livello nazionale, “permettendo un commercio legale e sostenibile di manufatti con prodotti derivati Cites”, ed emesso circa 900 certificati “per il commercio di animali vivi legalmente allevati e riprodotti in cattività”. I dati relativi all’attività 2017 in Toscana sono stati resi noti in occasione della presentazione, questa mattina a Firenze, del calendario istituzionale dei carabinieri forestali, dedicato quest’anno proprio al servizio Cites.

L’articolo Toscana; specie protette,violazioni per 70mila euro proviene da www.controradio.it.