Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella

Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella

Firenze – L’uomo, 38enne, è stato arrestato questa mattina all’alba, poco dopo le 5 dai carabinieri, con l’ipotesi di reato di violenza sessuale aggravata. L’uomo adesso si trova a Sollicciano.

Un 38enne avrebbe aggredito in strada a Firenze, nei pressi della stazione di Santa Maria Novella lato via Valfonda, una 33enne che era a piedi in compagnia di un conoscente, scaraventandola in terra e tentandole violenza. Per questo l’uomo di origine siriana, senza fissa dimora, è stato arrestato questa mattina poco dopo le 5 dai carabinieri per l’ipotesi di reato di violenza sessuale aggravata, per recidiva infraquinquennale.

Questa la dinamica dell’accaduto. La donna stava camminando assieme ad un amico nei pressi della Stazione, quando è stata avvicinata da un uomo che l’ha scagliata a terra e ha cercato di violentarla. Le urla della donna, a quel punto, hanno attirato alcuni passanti che, con l’aiuto di un addetto di vigilanza privata in servizio presso la stazione ferroviaria, hanno allontanato il 38enne dalla vittima, e lo hanno poi affidato ai carabinieri intervenuti tempestivamente. La vittima è stata visitata presso l’ospedale Careggi e ha effettuato gli esami del caso. Il 38enne è stato quindi portato, questa mattina, presso il carcere fiorentino di Sollicciano.

L'articolo Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella da www.controradio.it.

Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella

Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella

Firenze – L’uomo, 38enne, è stato arrestato questa mattina all’alba, poco dopo le 5 dai carabinieri, con l’ipotesi di reato di violenza sessuale aggravata. L’uomo adesso si trova a Sollicciano.

Un 38enne avrebbe aggredito in strada a Firenze, nei pressi della stazione di Santa Maria Novella lato via Valfonda, una 33enne che era a piedi in compagnia di un conoscente, scaraventandola in terra e tentandole violenza. Per questo l’uomo di origine siriana, senza fissa dimora, è stato arrestato questa mattina poco dopo le 5 dai carabinieri per l’ipotesi di reato di violenza sessuale aggravata, per recidiva infraquinquennale.

Questa la dinamica dell’accaduto. La donna stava camminando assieme ad un amico nei pressi della Stazione, quando è stata avvicinata da un uomo che l’ha scagliata a terra e ha cercato di violentarla. Le urla della donna, a quel punto, hanno attirato alcuni passanti che, con l’aiuto di un addetto di vigilanza privata in servizio presso la stazione ferroviaria, hanno allontanato il 38enne dalla vittima, e lo hanno poi affidato ai carabinieri intervenuti tempestivamente. La vittima è stata visitata presso l’ospedale Careggi e ha effettuato gli esami del caso. Il 38enne è stato quindi portato, questa mattina, presso il carcere fiorentino di Sollicciano.

L'articolo Firenze: 38enne aggredisce donna vicino a Stazione Santa Maria Novella da www.controradio.it.

Firenze, malore in piscina Costoli: morto il 17enne

Firenze, malore in piscina Costoli: morto il 17enne

Il ragazzo era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Careggi (Firenze), dove è morto oggi pomeriggio.

Non ce l’ha fatta il ragazzo di 17 anni che ieri ha accusato un malore mentre nuotava in piscina alla Paolo Costoli di Firenze. Il ragazzo era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Careggi dove è morto oggi pomeriggio. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo, di origine marocchina, era entrato in acqua, iniziando a nuotare e poi improvvisamente era andato a fondo.

Era stato tempestivamente soccorso dai bagnini presenti a bordo vasca e riportato sulla banchina. All’arrivo dell’ambulanza il 17enne era stato stabilizzato e portato in codice rosso al pronto soccorso. Il ragazzo era arrivato alla piscina Costoli assieme ad un gruppo formato da una quindicina di ragazzi e due accompagnatori della cooperativa sociale ‘Gli Argini’. Il gruppo si era sistemato in tarda mattinata a bordo piscina: poi verso mezzogiorno il giovane è entrato in acqua assieme ad altri compagni e il malore che lo ha trascinato sul fondo, immolizzandolo. Subito l’intevento dei bagini e di un’infermiera, con l’arrivo tempestivo del 118. Le condizioni erano già state dichiarate come disperate.

‘Gli Argini’ è una realtà fondata nel 2014, a Bagno a Ripoli, che opera nel campo dell’assistenza sociale e sanitaria prestando particolare attenzione alla reintegrazione sociale e lavorativa di chi si trova in situazioni di disagio. La cooperativa ha detto di non voler commentare l’accaduto.

L'articolo Firenze, malore in piscina Costoli: morto il 17enne da www.controradio.it.

Ucraina, al Meyer arrivata 14 enne ferita da mina e paziente oncologico

Ucraina, al Meyer arrivata 14 enne ferita da mina e paziente oncologico

Ad accogliere i due piccoli pazienti sono stati gli operatori del Meyer che li accompagneranno nel percorso di cura che li attende. Il loro viaggio è stato gestito dalla Cross di Pistoia.

L’ospedale pediatrico Meyer di Firenze accoglie altri due piccoli pazienti in fuga dalla guerra in Ucraina: si tratta di una ragazzina di 14 anni, originaria di Kiev, che ha riportato una lesione a un braccio a causa dell’esplosione di una mina, e di un neonato di cinque mesi, originario di Cherson, con una patologia oncologica. Entrambi i bambini, accompagnati dalle mamme, sono arrivati ieri sera con un volo atterrato a Bologna.

Il viaggio è stato gestito dalla Cross che ha sede a Pistoia. “La Toscana va avanti nel suo impegno – sottolinea il presidente della Regione Eugenio Giani -, siamo al fianco del popolo ucraino e soprattutto dei bambini, prime vittime della guerra”. “Riceviamo una bambina con una ferita di guerra. Era dai bombardamenti del Campo di Marte del 1943 che il Meyer non curava feriti di guerra” dichiara Alberto Zanobini, direttore generale del Meyer.

Come affermato dal Governato Giani negli scorsi giorni la Toscana ha già accolto 7.202 profughi in arrivo dall’Ucraina, dall’inizio della guerra. Di questi, 3000 sono minori.

“Siamo forse la Regione che ha più minori – ha detto Giani – naturalmente tutti sotto controllo, nel contesto delle famiglie, nel contesto del lavoro di grande rete che stiamo facendo con le prefetture, le procure dei tribunali dei minori, quindi la situazione ci porta a vedere un quadro gestito e gestibile”.

L'articolo Ucraina, al Meyer arrivata 14 enne ferita da mina e paziente oncologico da www.controradio.it.

Prato: un uomo di 75 anni precipita da tetto, “grave trauma cranico”

Prato: un uomo di 75 anni precipita da tetto, “grave trauma cranico”

Prato, l’uomo è stato subito soccorso dai sanitari giunti sul posto e portato con l’elicottero Pegaso all’Ospedale Careggi di Firenze, dopo essere stato ricoverato al Santo Stefano.

Un uomo di 75 anni è rimasto ferito a Montemurlo (Prato) precipitando dal tetto di una ditta tessile, della quale è socio, dove era salito per controllare delle infiltrazioni d’acqua e che ha ceduto facendolo cadere violentemente a terra da un’altezza di tre metri. Il 75enne è stato subito soccorso dal 118 e portato all’ospedale pratese Santo Stefano, successivamente è stato trasferito con l’elicottero Pegaso al policlinico di Careggi a Firenze.

Secondo le indicazioni dell’Asl l’uomo avrebbe subito “un grave trauma cranico”. In base a quanto è stato ricostruito, a crollare sarebbe stata la copertura di un soppalco dopo che l’anziano era salito sul tetto. Sul luogo sono intervenuti anche i carabinieri e sono stati inviati i tecnici del dipartimento di prevenzione dell’Asl Toscana centro.

L'articolo Prato: un uomo di 75 anni precipita da tetto, “grave trauma cranico” da www.controradio.it.