Cascina, 22 gennaio ore 18: presentazione “Eravamo tanto amati”, interverrà sindaco Ceccardi

Cascina, 22 gennaio ore 18: presentazione “Eravamo tanto amati”, interverrà sindaco Ceccardi

Mercoledì 23 gennaio ore 18 alla Gipsoteca della Biblioteca Comunale, Viale Comaschi 67, Cascina (Pisa) presentazione “Eravamo tanti amati”: oltre agli autori interverra la sindaca di Cascina Susanna Ceccardi. 

Un’inchiesta giornalistica con testimonianze inedite e l’ultima intervista a Riccardo Conti Ventiquattro politici, intellettuali ed artisti raccontano il loro amore ‘rosso’
nel libro di Domenico Guarino e Andrea Marotta. Il progetto editoriale si articola anche in un video documentario a cura di  Andrea Lattanzi. 
Alle elezioni del marzo 2018, il PD ottiene circa 6 milioni di voti. Quasi gli stessi raggiunti dal PDS, nel 1992, al suo debutto dopo il sofferto scioglimento del PCI. A trent’anni dalla Bolognina, quando il più grande partito comunista d’Europa decise di cambiare nome, la Toscana rimane l’unica regione in cui gli eredi di quella tradizione, nata proprio a Livorno nel 1921, vincono e conservano una egemonia territoriale.
Cosa è accaduto in questi anni? La svolta lanciata nel 1989, all’indomani della caduta del Muro di Berlino, ha tradito le aspettative? E’ possibile riconquistare quel consenso? Abbiamo cercato queste risposte proprio nella “rossa” Toscana, tra alcuni dei protagonisti di allora e di oggi. Ventiquattro interviste in tutto. Politici, docenti, giornalisti, personaggi dello spettacolo e della cultura. Per capire dove stia andando oggi la sinistra in Italia.
“Eravamo tanto amati” non è una presa d’atto dell’esistente, ma un’analisi giornalistica a più voci per capire il futuro. La crisi del PD, e delle altre forze derivate dall’esplosione del PCI negli anni (da Rifondazione Comunista a SeL, da Sinistra Arcobaleno fino a LeU e Potere al Popolo), sancita dalle tornate elettorali degli ultimi dieci anni, diventa  lo specchio di una radicale trasformazione degli assetti politici nel nostro Paese.
Per questo, all’indomani delle elezioni del 4 marzo 2018, continuiamo a chiederci se sia possibile per una forza politica – una qualsiasi forza politica – raccogliere, anche in parte, quell’eredità del PCI, a cominciare non solo dalla parte forse più attuale del patrimonio ideologico (per esempio il sostegno alle fasce deboli, l’attenzione al mondo del lavoro, l’interclassismo, l’abilità di coniugare il governo delle cose concrete con una tensione ideale e, in qualche modo, utopica) ma soprattutto di un elemento che oggi, nel dibattito complessivo, latita a qualsiasi livello: la capacità di suscitare il rispetto. Quello che il PCI si vedeva riconosciuto, primi tra tutti, dai suoi avversari.
(Sinossi a cura degli autori)
Ulteriori info su pagine FB: Eravamo Tanto Amati

L'articolo Cascina, 22 gennaio ore 18: presentazione “Eravamo tanto amati”, interverrà sindaco Ceccardi proviene da www.controradio.it.

‘Eravamo tanto amati’, sindaco Cascina: “Presentazione per non commettere loro stessi errori”

‘Eravamo tanto amati’, sindaco Cascina: “Presentazione per non commettere loro stessi errori”

Il sindaco di Cascina (Pisa) Susanna Ceccardi, coordinatrice della Lega in Toscana, ha voluto ospitare nella biblioteca comunale la presentazione del libro ‘Eravamo tanto amati’ dei giornalisti Domenico Guarino, Andrea Lattanzi ed Andrea Marotta, che racconta di 30 anni di crisi della sinistra italiana, il prossimo 23 gennaio.

Spiegando l’evento Ceccardi dice di vedere nel libro “la ricetta per la fine dell’egemonia rossa in Toscana che è tutta lì, nella storia di Pci, Pds e Pd”. “Adesso a Cascina, ma anche in gran parte d’Italia, siamo molto amati noi della Lega la presentazione di questo libro è anche occasione per spiegare che adesso che siamo al governo, sia cittadino che nazionale, non dobbiamo commettere gli stessi errori della sinistra”, dice Ceccardi che è consigliere per il programma di governo del vicepremier Matteo Salvini.

D’altronde, viene fatto notare, non è assolutamente un caso che il primo comune toscano governato dalla Lega ed ex roccaforte rossa, Cascina, ospiti la presentazione del volume, che racconta la sinistra italiana dalla ‘svolta’ della Bolognina fino alle ultime evoluzioni.

L'articolo ‘Eravamo tanto amati’, sindaco Cascina: “Presentazione per non commettere loro stessi errori” proviene da www.controradio.it.

Cascina: ancora in rianimazione bimbo investito da furgone

Cascina: ancora in rianimazione bimbo investito da furgone

Sono stabili le condizioni del bambino di 5 anni investito ieri a Cascina (Pisa), all’uscita dall’asilo, da un furgone dell’azienda che si occupa della pulizia stradale e della raccolta dei rifiuti.

Il bimbo, di Cascina, è ancora ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. La dinamica dell’incidente, avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, è ancora al vaglio della polizia municipale cascinese.

Il piccolo era appena uscito dalla scuola materna e la madre lo stava tenendo per mano quando il veicolo in retromarcia, per cause ancora in corso di accertamento, lo ha travolto. Illesa la madre.
Sull’incidente, avvenuto nel cuore del centro storico cascinese, indagano gli agenti della polizia municipale. Il bambino è stato trasferito in codice rosso con l’elisoccorso all’ospedale pediatrico fiorentino dove è ricoverato, secondo fonti sanitarie, in rianimazione con politrauma. La prognosi è riservata ma stabile.

 

L'articolo Cascina: ancora in rianimazione bimbo investito da furgone proviene da www.controradio.it.

Sindaca Cascina dona spray a impiegate Comune

Sindaca Cascina dona spray a impiegate Comune

Cascina, la sindaca leghista di Cascina, Susanna Ceccardi, ha deciso direplicare un’iniziativa che aveva già incontrato il consenso dell’opinione pubblica in passato, dopo avere donato lo spray al peperoncino alle donne residenti a Cascina che ne avessero fatto richiesta ora ha infatti deciso di regalarlo anche a tutte le dipendenti del suo comune.

La sindaca Ceccardi ha annunciato la sua decisione con un posto su Facebook. “In questi ultimi tempi – scrive la sindaca – i casi di donne che hanno trovato il coraggio di difendersi da aggressione usando lo spray al peperoncino sono sempre più numerosi. Per questo motivo, dopo averlo donato alle cittadine di Cascina, abbiamo deciso di regalarlo a tutte le nostre dipendenti. Basta subire! Difendiamoci!”.

La sindaca ha postato anche la foto della lettera indirizzata alle impiegate comunale il 30 agosto scorso e nella quale spiega, legandola all’articolo 3 della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne, l’amministrazione “desidera fornire a ognuna di voi il dispositivo Spray antiaggressione al fine di attuare il motto ‘non subire, difenditi’. Siete pertanto invitate a ritirare il dispositivo presso la segreteria del sindaco. A tutte noi donne auguro buona difesa contro ogni forma di violenza”.

Dopo l’iniziativa della sindaca leghista, la responsabile toscana per le politiche sociali e femminili del partito, Elena Vizzotto, ha chiesto al segretario regionale, Manuel Vescovi, di “distribuire lo spray al peperoncino per difendersi da eventuali aggressioni a tutte le nostre militanti impegnate sul territorio”.

Sempre su Fb ha annunciato “iniziative sul territorio con esperti che ci insegneranno a utilizzare concretamente lo spray e a difenderci”.

L'articolo Sindaca Cascina dona spray a impiegate Comune proviene da www.controradio.it.

“Comincia piano licenziamenti al Teatro Politeama di Cascina”

“Comincia piano licenziamenti al Teatro Politeama di Cascina”

Cascina, l’allarme su una temuta ricaduta occupazionale al Teatro Politeama, che sarebbe conseguente alla politica del nuovo Consiglio di Amministrazione a guida leghista, viene dato dai Cobas.

“Dopo le  prime avvisaglie comincia ad emergere un vero e proprio disegno di ridimensionamento del Teatro Politeama, un fior all’occhiello del nostro territorio indebitamente messo sotto scacco dalla miopia di una amministrazione che non è in grado di rilanciare un progetto culturale degno di questo nome”.

Alle difficoltà economiche del Teatro Politeama “lasciate in eredità dalla precedente amministrazione a targa PD – si legge in un comunicato dei Cobas – si aggiunge ora una evidente incapacità di dare un respiro culturale per il rilancio del Teatro da parte delle destre”.

“A farne le spese, in questa situazione di forte difficoltà, sono i lavoratori -continua il comunicato – un non meglio definito piano di ristrutturazione con ridimensionamento degli uffici amministrativi, mai discusso ad alcun tavolo sindacale unitario, è l’obiettivo che è stato annunciato informalmente dal CdA, la cui Presidente Ammirati aveva escluso perentoriamente al momento del suo insediamento qualche mese fa. Il primo atto di questo nuovo piano, che il nuovo CdA vuole mettere in pratica, è il licenziamento di una impiegata, iscritta ai Cobas, a cui è stato offerto in alternativa un posto di maschera: al rifiuto del declassamento da parte dell’impiegata, è scattato il licenziamento in tronco, con una comunicazione prima orale e solo successivamente scritta. La raccomandata è arrivata tre settimane dopo che c’era stata la illegittima e surreale comunicazione all’impiegata stessa da parte del Consigleire Arcenni”.

“La richiesta che avanziamo a gran voce – si conclude nel comunicato – è quella di un ritiro immediato del licenziamento dell’impiegata iscritta ai Cobas, e ribadiamo l’urgente necessità che si apra un tavolo per discutere i piani che il nuovo CdA ha intenzione di intraprendere: occorre evitare qualsiasi ipotesi di liquidazione o di privatizzazione della Fondazione Sipario, e diventa non più rinviabile la necessità di riattivare una gestione credibile sul piano sia artistico che economico-finanziario, salvaguardando i dipendenti che hanno sviluppato professionalità e competenza nei vari comparti (tecnico, amministrativo, progettuale) insostituibili”.

L'articolo “Comincia piano licenziamenti al Teatro Politeama di Cascina” proviene da www.controradio.it.