Spara a fototrappola in parco Casentino, denunciato

Spara a fototrappola in parco Casentino, denunciato

I carabinieri forestali del reparto ‘Parco delle Foreste casentinesi’ hanno denunciato un 42enne del posto per aver danneggiato una delle fototrappole che l’area protetta utilizza per il monitoraggio della fauna selvatica.

L’uomo aveva sparato con un fucile da caccia al dispositivo, rendendolo inutilizzabile. I forestali hanno raccolto le informazioni necessarie ad individuare l’uomo, al quale è stato contestato il reato di danneggiamento, con il sequestro delle armi. I dispositivi sono utilizzati in tutte le ricerche sugli animali, per la loro efficienza e semplicità. Il Parco provvede a segnalare le zone monitorate con cartelli esplicativi.

L'articolo Spara a fototrappola in parco Casentino, denunciato proviene da www.controradio.it.

Arezzo: arrestata e denunciata gang

Arezzo: arrestata e denunciata gang

Ad Arezzo è stata sgominata una gang di ragazzi ventenni specializzati nel picchiare giovani per poi rapinarli. Uno di essi è stato arrestato mentre altri due sono stati denunciati dai carabinieri. Le accuse sono di tentata rapina aggravata, lesioni personali e furto in concorso.

Le indagini sono iniziate dopo la segnalazione del 27 agosto di due episodi simili a distanza di un’ora. Infatti, in due parchi della città, due ragazzi sono stati malmenati da alcuni sconosciuti per poi essere derubati. Una delle vittime ha rimediato anche una frattura al naso. I carabinieri, dopo aver acquisito le prime informazioni sugli aggressori, hanno svolto i primi accertamenti riuscendo ad individuare un componente della gang. Il ragazzo, un 26enne di Bibbiena, è stato bloccato durante la fuga e poi arrestato in flagranza di reato.

Nei giorni seguenti, concluse le indagini effettuate anche con il supporto delle immagini di videosorveglianza, sono stati individuati gli altri due giovani del Casentino facenti parte della gang, rispettivamente di 20 e 27 anni. Durante gli accertamenti è inoltre emerso che i tre avevano rubato una bicicletta lasciata in sosta dal proprietario in via Spinello.

L'articolo Arezzo: arrestata e denunciata gang proviene da www.controradio.it.

Accesso Pratomagno, da Regione stanzianti 200mila euro

Accesso Pratomagno, da Regione stanzianti 200mila euro

Firenze, con un contributo regionale di 200mila euro sarà messa in sicurezza la viabilità di accesso all’area demaniale del Pratomagno, sia sul versante del Casentino che sul versante del Valdarno.

Lo schema dell’Accordo sull’accesso all’area demaniale, che sarà sottoscritto tra la Regione Toscana e le Unione dei Comuni montani del Casentino e del Pratomagno, è stato approvato ieri dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

Spiega l’assessore: “L’obiettivo è garantire e migliorare l’accessibilità al territorio del Pratomagno e sostenere una viabilità di collegamento tra una parte del Casentino e una parte del Valdarno. Questo intervento si colloca all’interno di una strategia di valorizzazione di tutta l’area del Pratomagno su cui la Regione ed i Comuni del territorio stanno lavorando in sinergia. Si tratta di un’area di grande valore paesaggistico, da tutelare e rendere fruibile in tutta la sua bellezza. Con questo finanziamento sosteniamo il lavoro delle Unioni di Comuni, intervenendo sulla viabilità”.

In base allo schema di accordo approvato, la Regione finanzierà gli interventi, destinando all’Unione dei Comuni montani del Casentino 111.600 euro ed all’Unione dei Comuni montani del Pratomagno 88.400 euro, e sarà aggiornata ogni sei mesi dell’avanzamento dei lavori. Le Unioni dei Comuni si occuperanno di tutta la progettazione e faranno da stazione appaltante, lavoreranno in stretto contatto e ricorreranno a strumenti di semplificazione amministrativa e di snellimento dei procedimenti decisionali e di controllo, se vi sarà la possibilità di farlo.

L'articolo Accesso Pratomagno, da Regione stanzianti 200mila euro proviene da www.controradio.it.

Toscana: domani codice giallo per neve

Toscana: domani codice giallo per neve

Una nuova perturbazione proveniente dal Nord Atlantico interesserà domani 30 gennaio la Toscana a partire dalla mattinata. Previste nevicate a quote collinari.

La Sala operativa unificata permanente ha emesso un codice giallo per neve che interesserà quasi tutta la Regione (ad esclusione delle isole e della costa maremmana) con validità dalle ore 5 di domani mattina fino alla mezzanotte, sempre di domani.

Possibili deboli nevicate al mattino fino al fondovalle di Lunigiana e Garfagnana con probabili lievi accumuli. In questa fase non si escludono (bassa probabilità) deboli nevicate con accumuli non significativi fino a quote di pianura sul Valdarno inferiore, lucchesia, entroterra pisano e livornese.

Peggioramento più consistente dalla seconda parte della mattinata a partire dalle zone occidentali, con nevicate a quote collinari, in estensione al resto della regione nel corso del pomeriggio.

Attenuazione dei fenomeni in serata e nottetempo con nevicate che tenderanno ad isolarsi sulle zone appenniniche. Quota neve generalmente attorno a 300 metri sul centro-nord della regione (localmente inferiori sulle zone appenniniche e sul fondovalle del Mugello, Casentino e Val Tiberina), attorno a 400-500 sul grossetano e rilievi dell’isola d’Elba.

Per informazioni più dettagliate e per le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni consultare la pagina www.regione.toscana.it/allertameteo.

L'articolo Toscana: domani codice giallo per neve proviene da www.controradio.it.

Maltempo Toscana, oltre mille interventi da effettuare

Maltempo Toscana, oltre mille interventi da effettuare

Erano oltre mille, oggi alle 7, gli interventi ancora da effettuare in Toscana da parte dei vigili del fuoco a causa del maltempo.

Per tutta la notte sono proseguite le operazioni di soccorso dovute alle avverse condizioni meteo. A Grosseto, Siena, Arezzo, Livorno e Firenze il numero maggiore di interventi previsti. Sul territorio toscano sono all’opera anche squadre provenienti dalle Marche e dell’Emilia Romagna.

Proseguono le criticità dovute al maltempo in Toscana, con numerose evacuazioni e migliaia di utenze senza corrente elettrica segnalate dalla Protezione civile della Regione. A Grosseto cinque nuclei familiari sono stati evacuati e 10.000 utenze risultavano nella serata di ieri ancora scollegate dalla rete elettrica. Proseguono gli interventi su strade comunali e provinciali per rimuovere alberi caduti o pericolanti che in alcuni casi si sono abbattuti anche sulle case. A Casteldelpiano il centro storico è stato chiuso per rimuovere cornicioni caduti. Ancora danni in Firenze città dove si registra in particolare il danno a una copertura della piscina ”Costoli”, un ”pallone”, che a causa del vento ha ceduto ed è collassato.

Nel Pisano, a Orciano c’è stata una tromba d’aria che ha costretto ad evacuare cinque persone e a chiudere il cimitero per la caduta di piante. Danni ad abitazioni e aziende, in particolare, a Guardistallo e Santa Luce. Anche a Lucca problemi: è stata chiusa la statale 12 Lucca-Ponte a Moriano, che a tratti ha un unico senso alternato, e in 15 frazioni circa 4.000 utenze restano ancora senza luce. Persone evacuate nel Senese: in quattro sono stati fatti allontanare da Celle sul Rigo, presso San Casciano dei Bagni. Circa 7.000 utenze sono ancora senza elettricità nell’Aretino, dove si registrano problemi alla viabilità, cadute di alberi e danni in Casentino, Valdarno, Val di Chiana.

Il fiume Magra ha superato i livelli di guardia e poi è rientrato, ma due corsi d’acqua minori sono esondati a Pontremoli (Massa Carrara) costringendo 36 persone a trovare riparo in casa di parenti o in albergo.

L'articolo Maltempo Toscana, oltre mille interventi da effettuare proviene da www.controradio.it.