Castelfiorentino: tutti a Cena “sotto le stelle” nel ricordo di Sara Scimmi

Castelfiorentino: tutti a Cena “sotto le stelle” nel ricordo di Sara Scimmi

Sabato 1 settembre in Piazza Giovanni XXIII alle ore 19.30, serata di beneficenza in memoria di Sara Scimmi, tragicamente scomparsa un anno fa. Il sindaco Alessio Falorni ha rivolto un appello alla popolazione per rinnovare la solidarietà nei confronti della famiglia della ragazza, attraverso un’ iniziativa che andrà a beneficio dell’intera cittadinanza: la cifra devoluta alla Misericordia sarà infatti utilizzata per l’acquisto di un defibrillatore.

È trascorso già un anno da quel tragico 9 settembre 2017, quando Sara Scimmi fu trovata morta sulla 429 dopo una serata passata in discoteca. Una morte su cui si sta ancora indagando a 360 gradi (per omicidio stradale, ma non solo) e che anche per questo motivo induce l’intera popolazione di Castelfiorentino a condividere in modo attivo e partecipe il grido di dolore della famiglia, che chiede giustizia.

È, dunque, nel ricordo di Sara che sabato 1 settembre a Castelfiorentino (Piazza Giovanni XXIII, ore 19.30) si  svolgerà un aperitivo e una cena di beneficenza “sotto le stelle”, il cui ricavato sarà devoluto in parte alla Misericordia di Castelfiorentino, di cui Sara Scimmi era stata volontaria. Alla serata, che è promossa da alcuni titolari di attività con il patrocinio del Comune e in collaborazione con la famiglia di Sara, la Misericordia e la Banca Cambiano 1884 SpA, sono invitati tutti i cittadini (info e prenotazioni: Marco 338.5048374 c/o “macelleria da Marco”, Pierluigi 338.5805275 c/o “Bar Europa”).

“Credo – sottolinea il Sindaco Falorni – che questo sia un modo bellissimo per ricordare Sara: il suo nome e il suo ricordo. L’affetto di noi tutti per la sua famiglia, colpita da questa immane tragedia, porteranno in dono alla comunità di Castelfiorentino uno strumento che serve per salvare delle vite umane. Io ci sarò senz’altro – ha concluso il Sindaco – e spero di vedervi in tanti”.

Dopo l’aperitivo, servito dal “Bar Europa”, la cena contempla il seguente menù: antipasto con selezione di salumi toscani, lasagne al ragù e pennette al pomodoro fresco, basilico e mozzarella, arista arrosto con piselli, dolce a sorpresa, acqua e vino. Il costo è 18 euro (13 per bambini fino a 8 anni). Alla serata hanno aderito in veste di sponsor decine fra attività commerciali e operatori economici, nonché numerose cantine e aziende agricole dell’area.

L'articolo Castelfiorentino: tutti a Cena “sotto le stelle” nel ricordo di Sara Scimmi proviene da www.controradio.it.

Castelfiorentino: bookcrossing alla Stazione Ferroviaria

Castelfiorentino: bookcrossing alla Stazione Ferroviaria

La Prociv e la Biblioteca hanno deciso di aprire un punto di lettura e prestito nella sala d’aspetto della Stazione Ferroviaria di Castelfiorentino. L’obiettivo è quello del bookcrossing, un’idea che ha preso forma una quindicina di anni fa e che consiste nel far ruotare la lettura di un libro da una persona all’altra, senza passare da una biblioteca.

Al bookcrossing si sono certamente ispirati gli operatori della biblioteca e i volontari della Prociv, che hanno preso la lodevole iniziativa di aprire un nuovo punto di lettura e prestito libri nella sala d’aspetto della Stazione Ferroviaria. Un modo per condividerne i contenuti, e allo stesso tempo prolungarne il percorso di vita, in modo informale e totalmente gratuito.

Il nuovo punto prestito mette a completa disposizione degli utenti un patrimonio di circa cento volumi, che spaziano dai gialli alla narrativa, dalla cucina al tempo libero (barzellette, ecc.). Chi è interessato li può prendere liberamente, purché si impegni a riportarli oppure a prestarli a sua volta a qualche amico, parente, e così via.

“Questo progetto – sottolinea l’Assessore alla Cultura, Claudia Centi – è nato insieme alla Biblioteca “Vallesiana”, che aveva a disposizione un consistente numero di libri, frutto di donazioni, che per varie ragioni (ad esempio copie doppie o triple) non poteva collocare nei suoi scaffali per motivi di spazio. Per questo, abbiamo voluto valorizzare questo piccolo patrimonio agevolandone la fruizione in uno spazio idoneo, come la sala d’aspetto della Stazione, attrezzata con uno scaffale realizzato ad hoc dal Centro Giovani della nostra associazione.”

Questa bella iniziativa- prosegue Centi- si configura come una nuova opportunità per invitare alla lettura, e rappresenta un’ulteriore tappa per valorizzare l’area della Stazione, dove recentemente è stata realizzata la nuova sede della Prociv, e dove sono state installate le telecamere per garantire una maggiore sicurezza”.

“Siamo solo all’inizio – aggiunge Marco Cappellini, presidente della Prociv – e abbiamo già ricevuto diverse richieste di persone che intendono donare al Punto prestito alcuni libri, evitando così di buttarli via. Se l’iniziativa avrà un buon riscontro tra gli utenti, contiamo di implementarla con altri volumi e in seguito anche di allargarla con la creazione di nuovi punti prestito, anche all’aperto”.

L'articolo Castelfiorentino: bookcrossing alla Stazione Ferroviaria proviene da www.controradio.it.

Castelfiorentino: 2 agosto due percorsi di scoperta lungo l’Elsa

Castelfiorentino: 2 agosto due percorsi di scoperta lungo l’Elsa

Castelfiorentino in bici o a piedi: due percorsi di scoperta lungo il fiume Elsa aperti a tutti, “Un’opportunità per riscoprire la bellezza del nostro fiume” afferma l’assessore D’Alessio, “sono itinerari che consentono di raggiungere in modo sicuro le frazioni dal centro urbano, ed hanno anche un elevato valore ambientale” aggiunge il sindaco Falorni.

Castelfiorentino: In bici o a piedi, alla scoperta del territorio con Giracastello.
Giovedì 2 agosto doppio itinerario in pianura lungo l’Elsa, alla portata di tutti.
Ritrovo dei partecipanti al Parco Urbano (ore 18.00).

Un doppio itinerario, da percorrere a piedi oppure in bicicletta, lungo l’asse fluviale del fiume Elsa. Una escursione alla scoperta della Valdelsa, agevole, senza salite, alla portata di tutti.

Questo il biglietto da visita di Giracastello 2018, evento promosso dal Comune e dalla Proloco in collaborazione con l’associazione Vallerbike, che si svolgerà giovedì pomeriggio (ore 18.00) con ritrovo al Parco Urbano di viale Roosevelt.

Sportivi, appassionati ma anche semplici amanti della vita all’aria aperta sono invitati a partecipare a questa escursione, che presenta due diversi itinerari: uno in direzione di Granaiolo (itinerario A) e l’altro in direzione di Petrazzi (itinerario B).

Nel primo caso (itinerario A, km 13,4), il percorso si snoda lungo le sponde dello scolmatore in direzione di Dogana (dove è anche possibile allungare il tracciato per oltre un km attraversando il centro abitato) virando poi in prossimità della “steccaia” e seguendo il percorso spondale della Cassa di Espansione, fino a raggiungere il campo gara di Granaiolo. Da qui, servendosi del cavalcavia, l’itinerario prosegue verso San Matteo (con un breve tratto della srt 429) per poi riprendere il percorso lungo il fiume, attraversare Cambiano fino ad arrivare alla Stazione ferroviaria di Castelfiorentino.

Nel secondo caso (itinerario B, km 6,1), il percorso si snoda lungo le sponde dello scolmatore in direzione “PraticellI” fino ad arrivare alle “Vecchiarelle”. Un breve collegamento con la S.P. Volterrana permette quindi di intercettare via del Pettinamiglio e, seguendo le indicazioni, la frazione di Petrazzi. Il ritorno al Parco Urbano seguirà il medesimo percorso.

“Un’opportunità per riscoprire la bellezza del nostro fiume”, sottolinea l’Assessore al Turismo Gianluca D’Alessio “che offre dei percorsi agevoli, adatti a tutti, grazie alle opere di regimazione idraulica che ne hanno consentito la messa in sicurezza, come lo scolmatore e la cassa di espansione. Un’occasione per fare un po’ di movimento, e anche per conoscere più a fondo il nostro territorio, che ha delle notevoli potenzialità, anche a livello turistico”.

“E’ davvero un bel passo in avanti”, sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni “per chi vuole fruire del nostro territorio in bici; sono itinerari che consentono di raggiungere in modo sicuro le frazioni dal centro urbano, ed hanno anche un elevato valore ambientale. Il nostro progetto è quello di espandere progressivamente la rete ciclabile su Castelfiorentino, e lo faremo attraverso innovazioni significative anche nel nostro centro urbano. Questo è senz’altro un primo passo, che introduce alcuni chilometri di percorsi ciclabili sul nostro territorio. Ne siamo contenti, e proseguiremo in questa direzione”.

http://met.cittametropolitana.fi.it/news.aspx?n=273082

L'articolo Castelfiorentino: 2 agosto due percorsi di scoperta lungo l’Elsa proviene da www.controradio.it.

Toscana, in vendita il castello del ‘Brunelleschi’

Toscana, in vendita il castello del ‘Brunelleschi’

Firenze, è in vendita il Castello Di Oliveto di Castelfiorentino, la cui progettazione viene attribuita al celebre architetto Filippo Brunelleschi, durante i primi anni della costruzione della Cupola del Duomo di Firenze.

Su un annuncio della ‘Lionard Luxury Real Estate’, l’immobiliare che ne gestisce la vendita, si legge: “Al grande architetto Filippo Brunelleschi si deve un castello in Toscana, edificato durante i primi anni della costruzione della Cupola del Duomo di Firenze, nel 1424, appartenuto alla nobile famiglia dei Pucci. In vendita da Lionard Luxury Real Estate, il castello, nei pressi di Firenze, si presenta con quattro torri angolari e le mura merlate percorribili per tutto il perimetro. In ottime condizioni di manutenzione, il castello fa parte di una tenuta che comprende anche 25 case coloniche, un borgo con una villa settecentesca e una cappella nel bosco per un totale di circa 35 mila mq di interni e 1.200 ettari di terreni agricoli – vigneti e oliveti – e boschivi”.

Tra le note storiche che riguardano il Castello, il fatto che  vi soggiornarono ben tre Papi: Leone X e Clemente VII e Paolo III Farnese, per diciassette giorni nel 1541, ma naturalmente anche altri grandi personaggi hanno avuto la possibilità di fermarsi al Castello, come per esempio Lorenzo Il Magnifico, il Granduca di Toscana Ferdinando III ed anche il Re d’Italia Vittorio Emanuele III.

Nel 1944 il castello fu utilizzato come comando militare dal Generale Mark Clark durante le operazioni di liberazione dell’Italia.

L'articolo Toscana, in vendita il castello del ‘Brunelleschi’ proviene da www.controradio.it.